lunedì 26 settembre 2016

Novità della settimana (26settembre/2ottobre)

Ciao a tutti! Vi porto le novità della settimana, che sono finite tutte inevitabilmente sulla mia interminabile e lunghissima wishlist, sempre più lunga e sempre più interminabile. Sono contenta soprattutto dell'arrivo del nuovo libro della serie di Alessia Gazzola, che tra l'altro domani debutta in tv con la fiction ispirata. Sono davvero curiosa di vederla, anche se di solito snobbo completamente le serie tv italiane! Spero che sia all'altezza! E voi che mi dite, qualcuno di questi libri vi ispira? :)

Titolo: Un po' di follia in primavera (L'Allieva #5)
Autore: Alessia Gazzola
Editore: Longanesi
Prezzo: 16,90 Euro
Data d'uscita: 26 Settembre 2016

Trama: Quella di Ruggero D’Armento non è una morte qualunque. Perché non capita tutti i giorni che un uomo venga ritrovato assassinato con un’arma del delitto particolarmente insolita. E anche perché Ruggero D’Armento non è un uomo qualunque. Psichiatra molto in vista, studioso e luminare dalla fulgida carriera accademica, personalità carismatica e affascinante.. Alice Allevi se lo ricorda bene, dagli anni di studio e dai seminari che ha frequentato con grande interesse, catturata dal magnetismo di quell’uomo all’apparenza rude ma in realtà capace di conquistare tutti con la sua competenza e intelligenza. E con le sue parole. L’indagine su questo omicidio è impervia, per Alice, ma per fortuna non lo è più la sua vita sentimentale. Ebbene sì, Alice ha fatto una scelta… Ma sarà quella giusta?

Titolo: Mia nonna saluta e chiede scusa
Autore: Frederik Backman
Editore: Mondadori
Prezzo: 19,50 Euro
Data d'uscita: 27 Settembre 2016
 
Trama: Elsa ha sette anni, ma non le riesce granché bene avere sette anni. A scuola dicono che è "molto matura per la sua età" e lei sa che significa "parecchio disturbata per la sua età". Sua nonna ha settantasette anni, e neanche a lei riesce granché bene avere la sua età. Dicono che è "arzilla", ma Elsa sa che vogliono dire "pazza". La nonna è anche il suo miglior amico, il solo, e insieme loro due hanno inventato un mondo alternativo dove non ci sono genitori che si separano, compagni di classe che fanno scherzi cattivi, un luogo dove tutti possono essere diversi e non c'è bisogno di essere normali. Ma un rivolgimento del destino sorprende Elsa lasciandola da sola con una lunga serie di lettere in cui la nonna chiede scusa a molte persone della sua vita. Elsa ha un compito, consegnare ciascuna lettera al suo destinatario. È l'inizio di una grande avventura: lettera dopo lettera, facendo la conoscenza di vicini di casa alcolizzati e vecchietti innamorati e cani isterici, Elsa conoscerà la vera (e sorprendente) vita di sua nonna
 
Titolo: Fedoro 
Autore: Katherine Applegate
Editore: Il Castoro
Prezzo: 13,50 Euro
Data d'uscita: 29 Settembre 2016
 
Trama: Jackson ha 9 anni, da grande vorrebbe fare lo zoologo e crede che ci sia sempre una spiegazione logica per ogni cosa. Ci deve essere un motivo logico anche per spiegare perché il gatto Fedoro, l’amico immaginario che aveva inventato quando era piccolo, è tornato proprio ora. Ora che la famiglia di Jackson sta attraversando un momento difficile. Ora che il padre ha perso il lavoro. E non ci sono soldi per pagare l’affitto, né per la spesa. Ora che è così difficile per Jackson farsi degli amici reali. Fedoro è un gatto speciale. Ma cosa può fare un amico immaginario nella realtà? Forse non potrà trovare un lavoro a papà, ma Fedoro insegnerà a Jackson a credere un pizzico nella magia e che un amico, vero o immaginario che sia, ti sarà sempre accanto quando ne avrai bisogno.  
 
Titolo: La morbidezza degli spigoli
Autore: Keith Stuart
Editore: Corbaccio
Prezzo: 18,60 Euro
Data d'uscita: 29 Settembre 2016
 
Trama: Sam, un ragazzino di otto anni, è sempre stato diverso: bellissimo, sorprendente e autistico. Per amore suo e della sua famiglia, il papà Alex ha sempre cercato un modo per intendersi con Sam e lo sforzo, quotidiano e sfibrante, porta a una crisi matrimoniale che sembra irreversibile. Alex decide di allontanarsi dalla moglie e va ad abitare a casa di Dan, il suo migliore amico felicemente scapolo e irresponsabile, ma da una scomodissima branda per gli ospiti medita su come fare per riconquistare moglie e figlio. Mentre Alex naviga a vista nella sua nuova vita da single fra segreti di famiglia rimasti a lungo sepolti e gli impegni di padre part-time, Sam incomincia a giocare a Minecraft, rivelando uno spazio in cui lui e suo padre riescono a comunicare e a tessere un legame...

venerdì 23 settembre 2016

RECENSIONE: Harry Potter e la maledizione dell'erede - J.K. Rowling, John Tiffany & Jack Thorne

Harry Potter e la maledizione dell'erede di J.K. Rowling, John Tiffany & Jack Thorne
Harry Potter #8
Salani (2016) | 368 pagine | 19,89 Euro

Sono passati oltre vent'anni dalla sconfitta di Voldemort. Il mondo è un posto migliore. Harry Potter ora è un uomo. E' sposato, è padre di tre figli, lavora per il Ministero della Magia. Ed è considerato un eroe. Tutto è andato per il meglio, ma i problemi non sono certo finiti. Il passato continua a tormentarlo. Lo stesso vale per Albus, il suo secondogenito, che si ritrova a frequentare Hogwarts con sulle spalle un'eredità scomoda. E' dura emergere dall'ombra di un padre come il suo. Quando Amos Diggory si presente alla porta dei Potter per supplicare Harry di riportare indietro suo figlio Cedric, attribuendogli la colpa della sua morte, Harry non può far altro che ignorare la sua assurda richiesta. Lo stesso non si può dire di Albus, che si imbarca in un'avventura rischiosissima per dimostrare di essere degno erede di suo padre. Ma è pericoloso giocare con il tempo..  
 Recensione
Premettiamo che questo non è un libro vero e proprio, ma una sceneggiatura teatrale, e quindi manca di descrizioni, approfondimenti, toni, riflessioni, elucubrazioni varie. E' semplice e puro dialogo e deve essere letto per quello che è. Premettiamo anche che non è opera di J.K Rowling. Lei ha ideato la storia con John Tiffany e Jack Thorne, ma non ha scritto nulla personalmente. In ogni caso, è da considerarsi a tutti gli effetti il seguito ufficiale. Tutto ciò che viene raccontato è canon. Detto questo, è molto difficile per me scrivere questa recensione. Aspettavo questo libro con eccitazione e allo stesso tempo molta paura. Quella di Harry Potter è una serie intoccabile e non volevo che questo cosiddetto seguito rovinasse la sua magia. Il risultato? Mi ha lasciato abbastanza perplessa per molti molti motivi. Da dove iniziare. La trama. Ho un debole per i viaggi nel tempo ed ho trovato interessante affrontare tutta la faccenda del 'what if' esplorando linee temporali diverse. Ma, diciamolo, il problema è proprio alla base: qualunque idiota sa che tornare indietro nel tempo per modificarlo (soprattutto se parliamo di un salto di 20 anni) può causare un disastro epocale. Nessuno sarebbe DAVVERO così stupido. Ricorderete che ne Il prigioniero di Azkaban tornavano indietro nel tempo solo di poche ore e già era un grosso rischio. La costruzione di ciò che c'è dietro a questi viaggi temporali poi, fa acqua da tutte le parti: dall'esistenza stessa di una Giratempo (non erano state tutte distrutte?), al suo funzionamento, dal modo in cui Albus ne entra in possesso, alle motivazioni di questa avventura. Ecco parliamone, perchè davvero non sono riuscita a capirlo. Per quale motivo Albus dovrebbe tornare indietro nel tempo rischiando una catastrofe per salvare Cedric? Un tizio sconosciuto che andava a scuola con suo padre quando erano ragazzi, morto oltre vent'anni prima. Cosa rappresenta per lui? Cosa lo spinge? PERCHE'? Perchè Cedric? Con tutti i personaggi molto più importanti che sono morti durante la serie? Lui vorrebbe rimediare all'errore di Harry. PERCHE'? PERCHE'? Non è un gesto altruistico, è un gesto da folle e scriteriato! Parliamo di lui già che ci siamo, Albus. Lui per me è stato uno dei più grandi difetti del libro. L'avrei preso a calci da Hogwarts fino a Londra. Un ragazzo davvero insopportabile. Non fa altro che fare la vittima tutto il tempo, lamentarsi della sua vita, della sua famiglia e del mondo intero. Ma intanto non è cresciuto in uno sgabuzzino, lui. Ha avuto un'infanzia tranquilla e serena, in una famiglia normale che gli vuole bene, in un mondo pacifico senza maghi oscuri che cercano di fargli il culo. Ma no, a lui non va bene nulla. E' un ragazzino viziato, lamentoso ed egoista. Non fa altro che urlare contro tutti e lamentarsi di tutto. Cosa dire poi del resto della 'seconda generazione'? Abbiamo fantasticato così tanto su questi ragazzi, questo libro era l'occasione per vivere un'avventura con loro, per conoscerli! Ma no, esiste solo Albus. Rose, la figlia di Ron ed Hermione, appare all'inizio e per poche pagine, e si dimostra una vera arpia, odiosa, con la puzza sotto al naso. Suo fratello Hugo non ci è pervenuto. Lily e James vengono nominati all'inizio e poi spariscono nel nulla. Tutto ciò nonostante vadano tutti a scuola insieme. L'unico ad avere un ruolo di rilievo è Scorpius, il figlio di Draco Malfoy, che diventa migliore amico di Albus. Scorpius, paradossalmente, è il personaggio che mi è piaciuto di più. Non ha assolutamente nulla del padre. E' carino e coccoloso! Divertente, leale, adorabile! Non ha sinceramente senso che lui sia finito a Serpeverde! L'avrei visto meglio a Tassorosso magari. E i vecchi personaggi? Neanche loro ne escono troppo bene. Sono stati tutti stravolti. Harry è un po' esasperante, e a volte si comporta in modo davvero propotente. Si permette perfino di urlare contro la McGranitt e questo non lo posso tollerare. Ron fa continuamente la figura dell'idiota. Hermione, con tutta la sua bravura e intelligenza, non riesce nemmeno a mettere in piedi delle misure di sicurezza che impediscano a due ragazzini, e sottolineo ragazzini, di entrare nel suo ufficio a rubare la Giratempo. Proprio lei che da ragazzina usava la Polisucco per ogni evenienza, dovrebbe sapere come difendersi. Ginny è l'unica che è rimasta un po' fedele a se stessa. Lei mi è sempre piaciuta. Draco è completamente un'altra persona e fa discorsi più sensati degli altri tre messi insieme. Non parliamo poi delle loro 'versioni alternative'. Un'altra cosa che non mi ha fatto impazzire è stato il fatto di prendere e sfruttare tutta una serie di elementi iconici della serie. Certo, la nostalgia c'è, leggendo alcune scene la nostra mente torna ai libri passati con un sorriso, ma sarebbe stato bello trovare qualcosa di nuovo! Nuove magie, nuove pozioni, nuovi incantesimi, nuovi luoghi del mondo magico! Invece no, rimaniamo più o meno sempre lì. Dalla già citata Polisucco, alla Giratempo, dal Tornei Tremaghi, a Godric's Hollow. C'è tanta rielaborazione e nulla di davvero nuovo e brillante. Non c'è quella vena di genialità a cui siamo abituati. Non c'è quel rimanere a bocca aperta chiedendosi come sia possibile che qualcuno sia riuscito a costruire una trama così complessa facendo incastrare tutti i pezzi del puzzle alla perfezione. Nessuno può togliermi dalla testa l'idea che questa storia sembri una fanfiction. Tra i rimandi ai vecchi libri e il fan service dilagante. Non posso dire di aver assistito a veri colpi di scena sorprendenti. Tutto è parecchio scontato e prevedibile, costruito su uno schema preciso ad imitare i libri passati. Ma sì, è stato bello tornare. Ritrovare i vecchi personaggi, Hogwarts e il mondo magico. E' stato un po' come tornare a casa dopo tanto tempo. Lo so che finora ho sparato a zero su tutto il libro. Le sensazioni durante la lettura sono state altalenanti e contrastanti. Ma se chiudo gli occhi e penso al momento in cui ho chiuso il libro, ciò che riassume il mio pensiero è: pensavo peggio. Ed è così. Pensavo molto peggio. Questo libro ha sicuramente un mare di difetti, alcuni imperdonabili, ma in fin dei conti è stato abbastanza sopportabile. Ci sono state anche delle cose positive. La lettura è veloce e scorrevole, e se riesci a combattere il rifiuto per gli aspetti che ho elencato qui sopra, perfino abbastanza avvincente. Esplorare le realtà alternative mi è piaciuto molto. L'amicizia tra Albus e Scorpius è molto bella. Alcune scene tra loro sono davvero adorabili. Gli manca giusto quella presenza femminile che impedisca loro di fare cazzate come quelle che hanno fatto lol Anche il rapporto tra Harry e Albus è interessante quanto burrascoso e alla fine troverà una risoluzione. Dico la verità, il fattore nostalgia ha fatto tanto. Potrà avere tutti i difetti del mondo, ma è sempre Harry Potter. E' sempre casa. Durante la lettura ero irritata da molti aspetti di questo libro, ma non nego di essermi emozionata comunque. Se lo considero davvero il seguito di Harry Potter? No. Per me tutto finisce con il settimo. Se potevano evitarselo? Decisamente sì. Sicuramente al teatro è molto più bello, in ogni caso. Se sono pentita di averlo letto? Tutto sommato no, se è servito a riportarmi a casa per qualche ora. Hogwarts mi era mancata.



Non male

"L'amore rende ciechi. Abbiamo entrambi tentato di dare ai nostri figli non quello di cui avevano bisogno loro, ma quello di cui avevamo bisogno noi. Siamo stati così impegnati a cercare di riscrivere il nostro passato che abbiamo rovinato il loro presente."

giovedì 22 settembre 2016

Novità della settimana (19/25 settembre)

Ciao a tutti! Riprendiamo un po' i normali ritmi dopo la super settimana dedicata a Cecelia Ahern! A proposito, dal vivo è un'amore di donna e tra pochi giorni troverete l'intervista completa sul blog! Intanto potete leggere questo mio articolo. Ma torniamo a noi. Oggi vi mostro le novità più interessanti in arrivo in questi giorni. Impossibile dimenticarlo, ma questa è la settimana di Harry Potter e la maledizione dell'erede. Domani troverete online la mia recensione! Come vi avevo anticipato su facebook, per me questo libro è un meh. Ci sono aspetti positivi ma anche molti negativi. Però in fondo è sempre Harry Potter e il fattore nostalgia ha giocato la sua carta. Ma ve ne parlerò meglio nella recensione, ora godetevi le novità! Cosa vi ispira? :)
 
Titolo: La battaglia di Gropius (Berlin #3)
Autore: Fabio Geda e Marco Magnone
Editore: Mondadori
Prezzo: 15 Euro
Data d'uscita: 20 Settembre 2016
 
Trama: È il dicembre del 1978 quando l'inverno cala su Berlino: il manto candido della neve diventa ghiaccio sopra i relitti di scuole e case, parchi e cortili, al di qua e al di là del Muro. Da tre anni un virus incurabile ha sterminato la popolazione adulta della città, costringendo i ragazzi e i bambini sopravvissuti a crescere all'improvviso, in attesa che, alla fine dell'adolescenza, il virus porti via anche loro. Divisi in gruppi per organizzarsi e farsi forza, tra i ragazzi si scatena una guerra spietata. Il gruppo di Tegel mette a ferro e fuoco la città sotto la guida della feroce Wolfrun che, fiera come un'amazzone, combatte in groppa a un maestoso destriero. Dalle alte torri di Gropius, Jakob e Christa la vedono arrivare insieme ai suoi. Per portare battaglia. Niente e nessuno sembra in grado di fermarla, eppure qualcuno serba ancora nel cuore una fiammella di umanità...
 
Titolo: Sulla strada nell'ombra
Autore: Jennifer Donnelly
Editore: Mondadori
Prezzo: 18 Euro
Data d'uscita: 20 Settembre 2016
 
Trama: Jo Montfort è bella e ricca, e ben presto – come tutte le ragazze del suo rango – si diplomerà e si sposerà con un facoltoso scapolo. E questa è l’ultima cosa che lei vorrebbe. Jo sogna segretamente di diventare una scrittrice – una giornalista come l’avventurosa Nellie Bly. Aspirazioni folli a parte, la vita di Jo sembra perfetta fino a quando una tragedia non la colpisce: il padre viene trovato morto. Charles Montfort si è accidentalmente sparato pulendo il suo revolver. Era uno degli uomini più ricchi di New York, possedeva un giornale ed era socio di una grande ditta di spedizioni, e Jo sa che lui era troppo intelligente per pulire una pistola carica. Più Jo scopre fatti riguardo alla morte del padre, tanto più i suoi sospetti crescono. Ci sono troppi segreti. E tutti sembrano essere stati sepolti. Poi, al quotidiano di suo padre, incontra Eddie – un giovane, esuberante, esasperante bel giornalista – e diventa fin troppo chiaro quanto rischia di perdere se continua con la ricerca della verità. Solo che ora potrebbe essere troppo tardi per smettere.Il passato non rimarrà sepolto per sempre. La vita è molto più sporca di quanto Jo Montfort avrebbe mai potuto immaginare e la verità è la parte più sporca di tutte.
 
 Titolo: Al posto tuo
Autore: Michelle Painchaud
Editore: Mondadori
Prezzo: 17 Euro
Data d'uscita: 20 Settembre 2016
 
Trama: Erica Silverman fu rapita all'età di quattro anni. Da allora nessuno l'ha più vista. Sono passati tredici anni, ma i suoi genitori multimilionari non hanno mai smesso di cercarla, e non hanno badato a spese per farlo. Poi, il miracolo accade. Erica ricompare. Ha diciassette anni ora. Anni interi della sua vita sono stati cancellati. È molto provata e arrabbiata. E deve imparare di nuovo chi è e da dove viene. Ma c'è un particolare, di cui quasi nessuno è a conoscenza: lei non è Erica Silverman. Violet è la figlia adottiva del più grande truffatore di Las Vegas. Ha passato la sua intera esistenza a prepararsi a vestire i panni di una ragazza che non ha mai conosciuto. Ha lo stesso gruppo sanguigno di Erica, e, grazie alla chirurgia plastica e all'inganno, anche la sua stessa faccia, il suo stesso corpo e il suo stesso DNA. E poi conosce ogni dettaglio della vita dei Silverman, così come è perfettamente in grado di simulare i sintomi del disturbo post traumatico da stress che le servirà per ingannarli. Perché il piano agghiacciante di suo padre ha uno scopo ben preciso: farla rimanere abbastanza a lungo a casa Silverman per rubare un quadro leggendario di loro proprietà. Ma una volta entrata a far parte, per la prima volta nella sua vita, di una vera famiglia, qualcosa in Violet inizia a incrinarsi. Quando la tua vita è stata plasmata sulla manipolazione e l'inganno, il rischio inevitabile è di perderti nelle tue stesse bugie.
  
Titolo: The Quick
Autore: Lauren Owen
Editore: Fazi
Prezzo: 17,50 Euro
Data d'uscita: 22 Settembre 2016
 
Trama: Inghilterra, fine Ottocento. James e Charlotte sono due fratelli orfani che vivono in una dimora signorile sperduta nella campagna inglese. Una volta cresciuti le loro strade si dividono: James, timido aspirante scrittore, terminati gli studi a Oxford divide l'appartamento in affitto a Londra con un affascinante giovane aristocratico. Grazie alle conoscenze del ragazzo, viene introdotto nei salotti dell'alta società e trova l'amore dove non se lo sarebbe mai aspettato. Poi, improvvisamente, scompare senza lasciare traccia. Preoccupata e determinata a trovarlo, la sorella Charlotte parte per Londra e s'immerge nelle tetre atmosfere della città industriale, dove scopre l'esistenza di un mondo segreto, popolato da personaggi incredibili e loschi che vivono ai margini della città. Un mondo in cui i confini della realtà hanno assunto forme tutte nuove. Per lei si apriranno le imponenti porte di una delle istituzioni più autorevoli e impenetrabili del paese: l'AEgolius club, luogo di ritrovo degli uomini più ambiziosi e pericolosi d'Inghilterra, cupo circolo d'élite che cela mille segreti, uno più terrificante dell'alro.

Titolo: Harry Potter e la maledizione dell'erede (Harry Potter #8)
Autore: John Tiffany, Jack Thorne, J.K. Rowling
Editore: Salani
Prezzo: 19,80 Euro
Data d'uscita: 23 Settembre 2016
 
Trama: È sempre stato difficile essere Harry Potter e non è molto più facile ora che è un impiegato del Ministero della Magia oberato di lavoro, marito e padre di tre figli in età scolare. Mentre Harry Potter fa i conti con un passato che si rifiuta di rimanere tale, il secondogenito Albus deve lottare con il peso dell’eredità famigliare che non ha mai voluto. Il passato e il presente si fondono minacciosamente e padre e figlio apprendono una scomoda verità: talvolta l’oscurità proviene da luoghi inaspettati.  Basato su una storia originale di J.K. Rowling, John Tiffany e Jack Thorne, un nuovo spettacolo di Jack Thorne, Harry Potter e la Maledizione dell’Erede è l'ottava storia della serie di Harry Potter e la prima a essere rappresentata a teatro. La premiere mondiale si terrà nel West End di Londra il 30 luglio 2016.

venerdì 16 settembre 2016

Random #35: Best of Cecelia Ahern Books

Ciao a tutti! Torno a parlarvi di Cecelia Ahern in onore della sua Celebration Week! *w* Oggi lasciamo un attimo da parte Flawed (lo state leggendo vero?) e parliamo degli altri suoi libri. La Ahern ha all'attivo la bellezza di 15 libri, 12 dei quali tradotti anche in italiano. Ecco la mia personale top 6, in ordine di preferenza. Si tratta di sei libri davvero stupendi, che da parte mia si sono aggiudicati 4,5/5 stelline, quindi ve li consiglio davvero di cuore! La Ahern ha la capacità di scrivere storie d'amore meravigliose, di giocare con il realismo magico in modo originale e intrigante e di creare storie indimenticabili :)

1. Un posto chiamato qui 
Da bambina Sandy Shortt era la più alta della classe. Tanto alta che la sua compagna Jenny-May Butler la prendeva in giro chiamandola "Pippi gambe lunghe" o "smilza schifosa". Quante volte Sandy ha desiderato che quell'antipatica sparisse dalla faccia della terra! Ed ecco che un giorno la sua preghiera viene esaudita: Jenny-May sembra essersi dissolta. Non si trova più. Non si sa se sia morta o se sia stata rapita. Da allora, oltre al senso di colpa che la tormenta, Sandy sviluppa l'ossessione di perdere le cose. ed è per questo che attacca etichette con il proprio nome su tutto ciò che le appartiene, angosciando i genitori che, non sapendo più come arginare il suo comportamento compulsivo, l'affidano allo psicologo della scuola. Giovane, bello e affascinante, Gregory Burton prende a cuore il caso dell'adolescente allampanata il cui unico scopo è cercare freneticamente gli oggetti che scompaiono. Un'ossessione, questa, che nel corso degli anni isolerà Sandy dagli affetti, da Gregory - che ormai non veste più i panni del terapeuta, ma di uomo innamorato -, in perenne fuga da se stessa e dalle relazioni stabili. Un'ossessione che, diventata adulta, la indurrà a scegliere di dedicarsi per professione alla ricerca di persone scomparse. Ed è proprio a lei, come ultima spiaggia, che si rivolge Jack Rattle: il fratello Donal ha fatto perdere le proprie tracce, e la polizia, dopo un anno di inconcludenti indagini, è costretta a gettare la spugna: Donal è letteralmente svanito nel nulla. Jack e Sandy fissano un appuntamento per vedersi e parlare. Appuntamento al quale Sandy non si presenterà mai. Le sarà successa una disgrazia? Si chiede uno stupito e allarmato Jack. No. Sandy, spinta dalla curiosità e dalla sua mente indagatrice, ha imboccato un sentiero poco tracciato in un bosco sconosciuto, e si è ritrovata in un luogo magico e reale al tempo stesso. Un posto chiamato Qui, dove finiscono tutte le cose e le persone che si sono smarrite, tutte le sensazioni, le voci, i suoni e gli odori che sono stati dimenticati. Un mondo parallelo dove Sandy ritrova i propri oggetti perduti e le persone che ha cercato per tutta la vita, dimenticando di cercare se stessa. E ora, lontana dai propri cari e dalla casa da cui per tanti anni è fuggita, Sandy vuole disperatamente una sola cosa: escogitare il modo per tornare indietro. Per la prima volta in vita sua è lei che vuole essere trovata...
 
2. Scrivimi ancora
Rosie e Alex si conoscono sui banchi di una scuola di Dublino e iniziano a scriversi messaggi su biglietti di carta. A poco a poco diventano inseparabili fino a quando quelle lettere tradiscono un sentimento nuovo, che li confonde e li appassiona. Un amore impossibile da esprimere, con tutte le contraddizioni tipiche di quell'età. Ma quando i due prendono coscienza di ciò che li lega veramente, Alex deve abbandonare Rosie e trasferirsi con la sua famiglia negli Stati Uniti. Straordinario collage di lettere, e-mail, bigliettini, sms e cartoline, Scrivimi ancora è un romanzo delicato e indimenticabile che a ogni pagina commuove e fa sorridere al tempo stesso. Una storia sugli scherzi del destino e sulla forza del vero amore.

 3. Cose che avrei preferito non dire 
La vita di Lucy Silchester è perfetta: amore, carriera, soldi. Ok, fermi tutti, forse le cose non stanno esattamente così... Perché Lucy, quasi trent'anni e una istintiva avversione nei confronti della verità, ha fatto delle piccole, grandi bugie che ogni giorno inventa per se stessa e per gli altri uno scudo per proteggersi dalla realtà. Una realtà che, al momento, consiste in un lavoro più adatto a uno zombie che a un essere umano; un monolocale con la moquette così sporca da consentire di scriverci sopra senza rimorsi; un gatto ermafrodita e incontinente e un ex fidanzato perfetto che, piantandola, l'ha condannata al rimpianto e all'auto commiserazione. Fino al giorno in cui trova uno strano biglietto ad attenderla sulla soglia di casa. È l'invito a presentarsi a un colloquio esplorativo con un fantomatico quanto insistente personaggio che si fa chiamare Vita. Ad attenderla, in uno squallido ufficio che puzza di umido e di deodorante da quattro soldi, Lucy trova un uomo di mezza età malvestito e dall'aria stravolta. Che dimostra di conoscerla meglio di chiunque altro e si offre di aiutarla a essere finalmente se stessa. Chi è veramente quel tipo? Che cosa nasconde dietro i modi bruschi e l'irritante talento nel mettere a nudo ogni dubbio, debolezza, terrore che abbiano mai attraversato la mente di Lucy? Ma soprattutto, siuscirà Lucy, con o senza il suo aiuto, a ritrovare il coraggio di amare di nuovo?

4. PS. I Love You
Holly ha ventinove anni ed è già vedova. Dopo la malattia e la morte del marito, nulla sembra avere più senso. Ma Gerry, poco prima di andarsene per sempre, le aveva promesso che non l'avrebbe abbandonata. Un giorno Holly riceve una lettera proprio da lui. Gliene ha scritte dieci, le verranno recapitate una volta al mese e contengono una lista di cose che lei deve sforzarsi di fare e che hanno lo scopo di ridarle la voglia di vivere. Quei fogli sono per Holly delle lievi carezze, stimoli per tornare alla normalità. Avvertendo nuovamente la presenza del marito al suo fianco e con l'aiuto della famiglia e degli amici, Holly si ritrova, quasi senza accorgersene, a vivere di nuovo. 

5. I cento nomi
Kitty Logari, giornalista giovane e brillante, è appena stata travolta da uno scandalo - un suo servizio televisivo ha rovinato la vita a un innocente, la tivù per cui lavora è stata condannata a pagare un grosso risarcimento e lei è stata licenziata in tronco - quando apprende che Constance Dubois, l'amica carissima che le ha insegnato il mestiere, è in fin di vita. Al suo capezzale, Kitty le chiede qual è la storia che avrebbe sempre voluto scrivere. In risposta, Constance fa in tempo solo ad affidarle una lista di cento nomi. Decisa a realizzare l'ultimo desiderio dell'amica e a scoprire quale legame ci sia tra quelle cento persone, Kitty comincia a cercarle, a incontrarle, a conoscerle. Solo alla fine, dopo aver ascoltato i loro racconti di gente comune, scoprirà il segreto della storia di Constance. E il senso della propria vita. 

6. Se tu mi vedessi ora 
Elizabeth è un'impeccabile architetto di successo che indossa solo tailleur scuri e porta sempre i capelli raccolti. Tuttavia, se pensa alla propria vita,non può certo dirsi appagata: fin da quando era all'università, ha dovuto dedicare ogni minuto libero alla sorella, sbandata e incapace di badare a se stessa, e da qualche tempo deve anche prendersi cura del nipotino Luke. In un giorno d'estate, però, una luce squarcia all'improvviso il grigiore della suaesistenza: incontra Ivan, un uomo uscito da chissà dove che sembra conosceretutto di lei, che la fa star bene e soprattutto la fa ridere. Elizabeth parefinalmente felice. C'è però qualcosa che ancora non sa, che Ivan non ha il coraggio di raccontarle...