giovedì 9 marzo 2017

RECENSIONE: Neve come cenere - Sara Raasch

Neve come cenere di Sara Raasch
Neve come cenere #1
Mondadori (2017) | 336 pagine | 12,50 Euro

Sono passati ormai sedici anni da quando il Regno d'Inverno è stato raso al suolo e i suoi abitanti ridotti in schiavitù. Quella notte solo un piccolo gruppo è riuscito a fuggire. Tra loro, l'unico superstite della famiglia reale, il piccolo Mather. Per anni si sono nascosti nei boschi, spostandosi di continuo, sopravvivendo come potevano, addestrandosi al combattimento e pianificando la rinascita di Inverno. Anni scanditi dalle perdite, mentre il loro gruppo si assotigliava sempre di più. Otto persone. Questo è tutto quello che rimane d'Inverno. Questa è l'ultima possibilità di Inverno. Una possibilità lontana e remota. Ma non c'è modo di riprendersi il Regno, senza magia. Poi finalmente succede qualcosa che aspettavano da sempre: scoprono il luogo in cui è nascosta una delle metà del medaglione magico che racchiude in sè i poteri di Inverno. Sarà Meira, la più giovane tra i superstiti, a lanciarsi in questa missione, desiderosa di mostrare il suo valore. Ma ancora non sa cosa si troverà ad affrontare...

Recensione
Non c'è niente da fare, i fantasy sono sempre i migliori. Non c'è genere che mi sappia appassionare allo stesso modo. Con Neve come cenere ho scoperto un nuovo mondo in cui perdermi e sono pronta a godermi il viaggio fino alla fine. Le sorprese non mancheranno di certo! Ma andiamo con ordine. Siamo a Primoria, un mondo diviso in otto Regni. Quattro Regni delle Stagioni. Quattro Regni del Ritmo. I primi quattro, Inverno, Primavera, Estate e Autunno, hanno la caratteristica di avere sempre lo stesso clima per tutto l'anno, un'unica infinita stagione. I loro abitanti sono riconoscibili da tratti fisici particolari, come il colore della pelle, dei capelli, degli occhi. Lontani, oltre le Pianure di Rania e la Foresta di Eldridge, Paisly, Cordell, Ventralli e Yakim, si godono invece i pro e i contro di un clima variabile. Ogni Regno possiede la magia, che risiede in un oggetto magico e può essere usata solo dall'erede al trono. Quattro Regni hanno una linea di sangue patriarcale, gli altri quattro matriarcale. Un regno di linea matriarcale non potrà usare la magia se il suo erede è maschio. Deve avvalersi delle proprie forze, senza nessun aiuto, fino a che non nascerà un erede femmina. La magia è profondamente legata al Regno e al suo popolo e può essere usata per diffondere serenità e gioia, per infondere più forza e coraggio o addirittura per guidare un esercito all'unisono. Tutto dipende da chi controlla questo potere. Ho amato tutto questo. La struttura del regno, le stagioni, ma soprattutto la magia. L'idea di una magia che si diffonde come linfa vitale in ogni abitante del Regno, dando loro ciò di cui hanno bisogno, è originale e poetica. Come un fiume travolgente che porta acqua a tutti i suoi piccoli affluenti. Il worldbuilding è sicuramente il punto forte di questa serie. E le descrizioni sono meravigliose. Mi sembrava davvero di essere lì!

La protagonista è la giovane Meira, una degli otto inverniani superstiti riusciti a fuggire quando il loro Regno è caduto. E' orfana, ed è stata allevata da Sire, il leader dei fuggiaschi, che le ha insegnato a combattere e a cavarsela in ogni situazione. Coraggiosa, intraprendente e testarda, non si separa mai dai suoi temibili chakram, come una novella Xena. Sempre nelle retrovie a causa della sua età e dell'inesperienza, il più grande desiderio di Meira è poter fare qualcosa di davvero importante per Inverno. E' stanca di occuparsi solo del cibo e delle faccende da poco. Vuole contare davvero. Intorno a lei ruotano moltissimi altri personaggi, ma i più presenti sono quelli appartenenti al piccolo gruppo di superstiti. Tra loro, Mather, il bel principe di Inverno, ultimo erede della famiglia reale, unica speranza del Regno, di cui Meira è disperatamente innamorata. Il rapporto tra loro è del classico stampo 'vorrei ma non posso'. Mather non è indifferente alla nostra eroina, ma entrambi sanno che tra loro non potrà mai esserci niente. L'unica speranza di Inverno di costruire un alleanza, sarebbe con un unione matrimoniale tra Mather e qualche rampolla di un altro Regno. Anche se è triste dirlo, l'amore viene dopo. La loro missione è molto più grande. Devono far risorgere un Regno. E alle loro spalle trama il malefico Angra. Un antagonista con i fiocchi. E' il Re del Regno di Primavera, un uomo senza scrupoli, avido di potere, deciso a prendersi con la forza ogni risorsa di valore di Primoria. Un cattivo molto ben riuscito, imprevedibile, che nasconde molti segreti.

Dovete sapere che in questo libro troverete sospiri e struggimenti in grande quantità. Ma anche un triangolo. All'inizio li detestavo, ma poi sono scesa un po' a patti con questo genere di intrallazzi amorosi, visto che si trovano quasi in tutti i young adult. E poi sotto sotto finivo sempre per tifare per uno dei contendenti. Lo confesso. Questo triangolo non mi ha fatto impazzire, ma non mi è neanche dispiaciuto. Da una parte abbiamo Mather, come vi ho già detto, dall'altro Theron, il principe di Cordell. Insomma, se non sono principi non li vogliamo! Theron è un ragazzo davvero adorabile. E' un artista, un amante dell'arte e della cultura, un'animo irrequieto che disapprova totalmente il regno di suo padre. Onestamente, Theron sembra adottato lol Non so come un pasticcino simile sia potuto essere stato allevato da un essere umano tanto insulso. Ha principi e idee completamente diversi da quelli del padre e credo che quando lui salirà al trono sarà un gran giorno e tutto il regno brinderà. Io sono Team Theron, se non si fosse capito. Mather è un ragazzo molto dolce, coraggioso e forte, ma l'ho trovato un pochino scialbo. Invece Theron, oltre ad essere un vero cavaliere, galante e coraggioso, è tutto passione e creatività. Mi ha davvero conquistato. Quindi Meira, se lo scarti me lo prendo io!

L'unico piccolo difetto a mio parere è che la prima parte è un po' lenta, complice anche la confusione che accompagna sempre la presentazione di un worldbuilding creato da zero come questo. Ma appena la storia ingrana, un susseguirsi di eventi e di colpi di scena travolge il lettore. A questo punto, vi sfido a staccare gli occhi dalle pagine del libro! La trama è travolgente e appassionante, ricca di flashback, che adoro, ma non nego di averla trovata un pochino prevedibile in certi punti. Solo per questo non ho dato un voto più alto. Il finale è autoconclusivo, a modo suo, quindi per una volta non dobbiamo disperarci al pensiero dei nostri adorati personaggi in bilico tra la vita e la morte. Ma la curiosità di scoprire cosa succederà dopo c'è, ed è tanta. Infatti credo che cercherò di leggere gli altri libri direttamente in inglese prossimamente, perchè sono davvero curiosa. In conclusione? Un ottimo esordio! Ne sono rimasta pienamente soddisfatta!  
  
 
Bellissimo!   

"Anche la più forte delle bufere inizia con un solo fiocco di neve."

"Un giorno saremo più che parole nel buio."

“E' per questo che la letteratura è così attraente. E' sempre aperta ad interpretazioni, e può essere centinaia di cose diverse per centinaia di persone diverse. Non è mai uguale due volte.” 

22 commenti:

  1. Bellissima recensione, Vanessa ♥ adoro la cover di questo libro e sembra davvero appassionante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio! Lo sembra e lo è :)

      Elimina
  2. sto attendendo prima di leggerlo, ma mi attira davvero tantissimo! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Finora ho visto molti pareri positivi, sta andando bene ;)

      Elimina
  3. Un bellissimo libro *_* Amo i Fantasy e questo deve essere assolutamente mio *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un ottimo fantasy! Ce ne vorrebbero di più *-*

      Elimina
  4. Molto interessante la tua recensione. Ho un'indecisione se acquistarlo o meno che metà potrebbe anche bastare!
    Vedremo...
    xoxo Connor

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ottimo prezzo vale il rischio ;)

      Elimina
  5. Trama interessantissima. Non vedo l'ora di leggerlo 😍

    RispondiElimina
  6. Bellissima recensione Vanessa!
    Avevo già adocchiato questo nuovo libro (complice la cover mi piace da impazzire) e, vista la tua recensione positiva, non mi rimane che metterlo in WL :D
    Spero di leggerlo prima possibile!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In wishlist ci deve proprio stare! Poi ha anche un ottimo prezzo ;)

      Elimina
  7. Bellissima recensione e la trama mi sembra molto interessante,per non parlare della stupenda cover!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo stati fortunati, hanno mantenuto la bellissima cover originale *_*

      Elimina
  8. Anche a me piacciono i fantasy, soprattutto se scritti bene e appassionanti come questo, bella recensione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora è il libro che fa per te *_*

      Elimina
  9. bellissima recensione, adoro i fantasy! ^__^

    RispondiElimina
  10. Complimenti per la bella recensione. Mi sono incuriosita tantissimo :)

    RispondiElimina
  11. Volevo leggere questo libro ma dalla recensione ho appreso che c'è un triangolo... li odio un pochino e di solito evito i libri in questione... sinceramente non so che fare... vedremo se riuscirò a mettermici e leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neanche io ci vado pazza, ma devo dire che qui non mi ha pesato tantissimo, visto che è abbastanza in secondo piano :)

      Elimina