venerdì 21 marzo 2014

RECENSIONE: La ragazza che leggeva nei cuori - Teri Brown

Titolo: La ragazza che leggeva nei cuori (Born of illusion#1)
Titolo originale: Born of illusion   
Autore: Teri Brown
Editore: Corbaccio
Pagine: 311
   

Prezzo: 14,90 Euro
Anno: 2014


Trama: New York, anni Venti, i famosi Roaring Twenties: Anna ha sedici anni e fin da bambina aiuta la madre, una famosa medium, negli spettacoli. Ma, contrariamente a sua madre che è un'abile attrice, Anna ha veramente il dono di "sentire" le emozioni altrui e di predire il futuro. E in questo futuro vede sua madre in pericolo: le sue visioni si fanno sempre più intense e spaventose, al punto che Anna decide di esplorare fino in fondo questa parte di sé che aveva sempre negato. Così, quando Cole, un ragazzo misterioso, si trasferisce in un appartamento vicino e introduce Anna a una società segreta che studia proprio persone come lei, Anna si trova costretta a confrontarsi con il suo passato e con le certezze della sua vita. Ma Anna è anche una sedicenne come tante altre, con i suoi istinti ribelli, i suoi capricci e la sua rabbia esplosiva. E, come tutte le ragazze della sua età, anche lei è alla ricerca dell'amore e dell'affermazione di se stessa. Riusciranno le sue abilità a districare la rete di intrighi in cui, suo malgrado, è caduta? E, soprattutto, la sua sensibilità sarà in grado di farle individuare qual è il suo vero destino? Riuscirà Anna l'illusionista, brava a liberarsi da quasi tutto, a liberarsi dai condizionamenti e a seguire il suo cuore? 

 Recensione
La madre di Anna è una famosa medium ormai affermata. I suoi spettacoli sono acclamati, le sue sedute spiritiche così esclusive da attirare ricconi da ogni dove, Anna però sa bene che sua madre non è altro che una brava attrice. Al contrario di lei. Mentre sua madre recita, Anna ha davvero la capacità di vedere il futuro e di sentire le emozioni altrui. Nonostante l'incredibile dono che le è capitato, si limita ad aprire gli spettacoli con qualche gioco di illusionismo, tenendo le sue vere capacità nascoste. Un giorno però ha una terribile visione su sua madre, una visione terrificante in cui la vede in pericolo. Da quel momento i suoi poteri sembrano intensificarsi, le visioni si fanno sempre più forti, sempre più spaventose, così Anna decide di indagare sulla natura dei suoi poteri. Un aiuto le arriverà da Cole, appena trasferitosi nel suo stesso palazzo, che rivelerà ben presto di conoscere a fondo questo argomento, e di non essere lì per caso. Riuscirà Anna a capire sè stessa e la natura dei suoi poteri? E riuscirà ad impedire che la sua terribile visione diventi realtà?

Tutto di questo libro mi ha colpito fin dal primo istante, dalla copertina, alla trama, dall'ambientazione fino a quello splendore che è la copertina originale. Temevo davvero di rimanere delusa, mi sarebbe dispiaciuto un sacco che questo libro si rivelasse un altro di quelli impacchetati con trine e nastrini, ma vuoti e scialbi, non dopo averlo atteso con così tanta ansia! Per fortuna, così non è stato! Anzi mi è piaciuto così tanto che dopo averlo letto in ebook me lo sono fatto regalare in cartaceo per il compleanno! Una delle cose che più mi ha affascinato è sicuramente l'ambientazione, una New York degli anni venti, splendente ed eccentrica. I vestiti luccicanti, le piume nei capelli, le prime auto scoppiettanti, le luci, tutto trasmette quell'euforia post-guerra tipica di quegli anni. Anni in cui la magia e l'illusionismo avevano un certo fascino sul pubblico, tanto da attirare centinaia e centinaia di persone, che si accalcavano nei teatri, nei locali, lungo i bordi delle strade, ovunque qualcuno promettesse un assaggio di vera magia. Tutto il successo che aveva questo genere di manifestazioni aveva dato vita anche ad un numero incalcolabile di truffatori e sedicenti medium, che riuscivano ad incantare le folle con tutta una serie di trucchetti e di mosse ben studiate, finendo per dare al pubblico l'autentica certezza che fossero in grado di parlare con i defunti o che avessero poteri psichici. Uno tra i più grandi illusionisti di quel periodo, forse il più famoso di tutti i tempi, era Harry Houdini, che nel tempo libero aveva un curioso hobby. C'è chi colleziona francobolli e chi corre la maratona, ma lui dedicava tutte le sue energie allo smascherare falsi medium, svelando tutti i loro trucchi. Perchè vi parlo proprio di Houdini? Bè in realtà questa storia parla anche di lui, e per più di un motivo. Come vi ho già accennato infatti la madre di Anna in realtà non ha nessun tipo di capacità paranormale: le sue sedute spiritche e i suoi numeri di mentalismo non sono altro che una sequela di trucchetti ingegnosi attuati con l'aiuto della figlia. Per questo Anna è sempre molto preoccupata e molto allerta e teme che vista la popolarità crescente della madre, il famoso illusionista punti il suo occhio indagatore su di loro, per smascherarle, portandole via dalla loro casa e dalla sicurezza economica che sembrano finalmente aver raggiunto dopo tanti anni. Ma non è solo questo. Anna non ha alcuna certezza in merito, ma sua madre le ha sempre raccontato che lei è nata dopo una breve ma intensa relazione che ha avuto proprio con il grande illusionista. Anna non sa di fidarsi, sua madre sarebbe capace di spargere una voce del genere solo per farsi pubblicità, ma chi può dirlo! In fondo è anche una bravissima illusionista, magari è ereditario! Oltre a questo, ha anche un dono particolare, ed è proprio qui che volevo portarvi! Anna è dotata di poteri incredibili e se volesse potrebbe fare una fortuna come medium, ma paradossalmente, mentre chi non ha neanche una briciola di magia in sè ostenta poteri incredibili, lei tiene i suoi ben nascosti. Nonostante questo però è molto curiosa e vorrebbe scoprire la loro origine. Le sue indagini la portano tra le braccia di una società segreta che studia i fenomeni paranormali e le persone come lei e al fianco di un baldo giovane che ne sa molto più di lei. A proposito di baldi giovani, neppure questo libro si salva dalla maledizione del triangolo amoroso. Da una parte abbiamo Cole, un giovane a cui lei si avvicina per via dei suoi poteri, e di ciò che lui sa a proposito, un ragazzo molto misterioso, ambiguo, ma affascinante, dall'altra parte c'è Owen, il nipote del'impresario/fidanzato della madre di Anna, il classico troppo-bello-per-essere-vero, carino, dolce, ma.. c'è sempre un ma! Di solito detesto i triangoli ma credo che in questo caso la cosa sia stata ben studiata, quindi non disturba particolarmente. Tutta la storia è incentrata sulle misteriose visioni di Anna, visioni in cui sua madre è in pericolo, e sul suo tentativo di capire meglio i suoi poteri per poter evitare che quella visione diventi realtà. Durante le sue ricerche però si imbatterà in diversi personaggi che si riveleranno molto meno affidabili che all'apparenza. Mistero, romanticismo, magia, colpi di scena. A questo libro non manca proprio nulla!               Valutazione: ½ Bellissimo!       
'Ti andrebbe di venire a ballare con me qualche volta?' 'Perché?' domando, e subito dopo vorrei prendermi a calci. Non ho problemi a forzare una serratura o a borseggiare qualcuno, a far apparire e sparire le carte, a entrare e uscire da piccole prigioni di provincia senza essere vista, ma mettetemi davanti a un bel ragazzo e divento la scema del villaggio. 

7 commenti:

  1. Aaaaa *w* lo voglio lo voglio lo voglio! adoro l'ambientazione *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una delle cose migliori del libro, gli anni 20 sono molto affascinanti :)

      Elimina
  2. Nuova follower! ^^
    Mi piacerebbe leggerlo! Lo avevo già adocchiato e la tua recensione mi ha convinta ancora di più a inserirlo in lista! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aaw benvenuta :) Te lo consiglio tanto!

      Elimina
  3. bella recensione! :)
    è da un sacco che ho adocchiato questo libro ma non l'ho mai comprato (accidenti ai buoni propositi di non acquistare troppi libri), dopo la tua recensione credo proprio che mi fionderò in libreria... poi si avvicina anche il mio compleanno quindi lo potrei usare come scusa ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oooh il compleanno è un'ottima scusa! Anche io me lo sono fatto regalare per il copmpleanno :3

      Elimina
  4. Anche io ho da pochissimo finito di leggere questo libro e mi è piaciuto moltissimo!! Anna è una protagonista fantastica, combattuta tra l'amore per la madre e il rimorso di non avere una vita normale per colpa di quest'ultima, ma anche sveglia e coraggiosa!!
    E che dire dello zio dell'amica?!?! Sembrava proprio uscito da un film di gangster! Adorabili!

    RispondiElimina