domenica 12 gennaio 2014

RECENSIONE: I cento nomi - Cecelia Ahern

Titolo: I cento nomi
Titolo originale: One Hundred Names  

Autore: Cecelia Ahern  
Editore: Rizzoli
Pagine: 366
Prezzo: 16 Euro
Anno: 2013


Trama: Kitty Logari, giornalista giovane e brillante, è appena stata travolta da uno scandalo - un suo servizio televisivo ha rovinato la vita a un innocente, la tivù per cui lavora è stata condannata a pagare un grosso risarcimento e lei è stata licenziata in tronco - quando apprende che Constance Dubois, l'amica carissima che le ha insegnato il mestiere, è in fin di vita. Al suo capezzale, Kitty le chiede qual è la storia che avrebbe sempre voluto scrivere. In risposta, Constance fa in tempo solo ad affidarle una lista di cento nomi. Decisa a realizzare l'ultimo desiderio dell'amica e a scoprire quale legame ci sia tra quelle cento persone, Kitty comincia a cercarle, a incontrarle, a conoscerle. Solo alla fine, dopo aver ascoltato i loro racconti di gente comune, scoprirà il segreto della storia di Constance. E il senso della propria vita. 

Recensione 
Dopo un tremendo scivolone sul lavoro, Kitty si ritrova disoccupata e privata di qualsiasi credibilità. E per una giornalista nulla è più importante della propria reputazione. Il suo errore è stato grande, ma la sua punizione lo è di più. Viene insultata, perseguitata, la sua porta è vandalizzata di continuo, ma quel che è peggio è che nessuno è più disposto a prenderla sul serio. Kitty si accorge di essere finita in quel disastro perchè è diventata quel tipo di giornalista più attenta allo scoop che ai sentimenti. Per questo decide di portare a termine l'ultimo grande progetto di Costance, sua amica e mentore, rimasto incompiuto dopo la sua morte. Il problema è che Costance non ha fatto in tempo a spiegarle i dettagli, tutto ciò che ha in mano è una lista di cento nomi. Kitty inizierà così una ricerca che la porterà a conoscere alcune delle persone sulla lista nel tentativo di capire cosa le accomuni: c'è un padre finito in carcere per aver vendicato da solo l'omicio della figlia, c'è una donna ormai ottantacinquenne pronta a vincere una scommessa col destino, c'è un uomo che sta per battere il record dei cento dei metri in pedalò. E poi una donna che si occupa di trovare il regalo perfetto, un'altra che riceve una proposta di matrimonio al giorno e un'altra ancora che si nasconde tra le farfalle timorosa di mostrare la vera se stessa. Ognuno di loro ha una storia da raccontare, ma cosa le collega tutte tra loro? Solo conoscendoli Kitty riuscirà a scoprirlo e a portare finalmente a termine l'ambizioso progetto dell'amica, ritrovando se stessa.

Adoro Cecelia Ahern, i suoi libri sono sempre adorabili e molto poetici, ma nessuno dei titoli che ha sfornato nel corso della sua carriera è mai riuscito ad eguagliare la bellezza del suo primo successo, l'amatissimo P.S. I love you. Questo libro, l'ultimo uscito in ordine di tempo, però ci va decisamente vicino. E' ben scritto, è scorrevole ed intrigante e tiene il lettore col fiato sospeso fino all'ultima pagina, ma questo si può dire di quasi tutti i libri dell'autrice. E allora cosa lo differenzia dagli altri? Questa volta ho ritrovato la magia che mi aveva fatto innamorare della storia di Holly. Questo libro mi ha colpito profondamente. Il suo punto di forza sono certamente i personaggi incredibili, ognuno indimenticabile a modo suo. La protagonista, Kitty, è una giornalista che ha perso la retta via. All'inizio della sua carriera si concentrava solo su storie che davvero le stavano a cuore, ma poi col tempo si è fatta prendere come molti altri colleghi dalla smania dello scoop e ha iniziato a cercare la verità a tutti i costi, invece dei sentimenti. Proprio per questo è finita nei guai. Era talmente accecata dalla voglia di farsi notare da accusare ingiustamente un uomo rovinandogli la vita. Il progetto dei cento nomi però piano piano le fa capire quanto stesse sbagliando e l'aiuta a tornare la giornalista di un tempo. Possiamo vedere la sua crescita, il suo cambiamento. Capisce i suoi sbagli e vi pone rimedio. Al suo fianco c'è Steve, l'amico di sempre, pronto ad aiutarla ad ogni ora del giorno e della notte. E' il classico scapestrato con una donna diversa nel letto ogni notte, il tipo con cui puoi ubriacarti e ridere, ma per Kitty è anche l'appiglio più solido, perchè nel momento del bisogno lui c'è sempre, non importa quanto la situazione sia nera. E' uno dei pochi che le parla sinceramente ed è anche merito suo se lei capisce i suoi errori. Attorno a Kitty gira un caledoscopio molto vario di personaggi: certi sono appena abbozzati, come il fidanzato Glenn, che se ne va appena la tempesta si abbatte, o come i suoi genitori, che si fanno vivi solo per rinfacciarle la vergogna che ha portato sulla famiglia, ma la maggior parte sono ben caratterizzati, ognuno di loro è reso particolare e indimenticabile, hanno una vera anima. Non si può chiamarli personaggi secondari, sono troppo importanti, troppo presenti. L'autrice è riuscita a creare un calderone di racconti di vita vissuta. Questa non è solo la storia di Kitty, ma anche di Bridget, di Ambrose, di Archie, di Mary-Rose, di Eve e di Jedrek..ed è anche la storia di Costance, sempre presente anche dopo la sua morte, l'unica ad aver capito cosa si agitava nel cuore di Kitty, ancora prima che lo capisse lei stessa. Cecelia Ahern è tornata alla magia degli esordi con un libro intenso e pieno di emozioni. Consigliato a chi cerca una storia ricca di sentimenti, di ottimismo e con quel tocco di romanticismo che non guasta mai.          Valutazione: ½ Bellissimo!
  
Le persone che non si considerano interessanti, di solito sono le più interessanti.

8 commenti:

  1. Ho letto due libri dell'autrice (Un posto chiamato qui e se tu mi vedessi ora...) e li ho mati, soprattutto il primo *.* e ho intenzione di leggerne altri....e questa sembra un romanzo davvero ricco di emozioni :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo consiglio :) Tutti i suoi libri sono molto carini, qualcuno più qualcuno meno, ma meritano tutti!

      Elimina
  2. Cecelia Ahern come autrice non mi fa impazzire, leggo i suoi libri con piacere ma non mi convincono mai al cento per cento.
    La tua recensione però mi fa ben sperare per questo libro :) magari è la volta buona che assegno ai suoi libri più di tre stelline.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io con lei di solito viaggio sulle 3 stelline o poco più, questo mi ha proprio conquistato :)

      Elimina
  3. Che meraviglia! *.* io ho appena comprto ps i love you visto che non l'avevo ancora letto e spero che mi arrivi presto *-* se lo stile dell'autrice mi piace, mi butterò anche su questo libro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ps I Love You è davvero adorabile, mi piace molto anche Scrivimi ancora :3

      Elimina
  4. Finora della Ahern ho letto solo Ps i love you che mi è piaciuto moltissimo!
    Questo libro mi incuriosisce tanto,ancor di più dopo aver letto la tua bella recensione! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo consiglio :) C'è anche un altro libro che amo particolarmente, Scrivimi ancora, presto ne faranno un film :)

      Elimina