venerdì 11 ottobre 2013

RECENSIONE: L'Eroe Perduto - Rick Riordan

Titolo: L'eroe perduto (Eroi dell'Olimpo #1)
Titolo originale: The Lost Hero
Autore:  Rick Riordan
Editore: Mondadori
Pagine: 499
Prezzo: 17 Euro
Anno: 2013
 


Trama: Jason si risveglia in uno scuolabus, accanto al suo migliore amico e a una bellissima ragazza. Ed è terrorizzato. C'è infatti un piccolo problema: non ricorda assolutamente nulla di sé. E quando una torma di spiriti della tempesta cerca di ucciderlo, qualcosa gli suggerisce che dovrà al più presto venire a capo del mistero. Piper non si spiega perché il suo ragazzo non si ricordi di lei. Da qualche giorno il mondo sembra impazzito: suo padre si è volatilizzato, incubi ricorrenti la tormentano e una ragazza di nome Annabeth dice di essere in cerca di un tale Percy Jackson, scomparso dal Campo Mezzosangue... Leo ha sempre avuto un'attrazione per il fuoco, e quando arriva al Campo si sente stranamente a casa. Sarà quello il motivo per cui tutti gli dicono che una parte di lui discende dagli dei? Nel frattempo Era è stata rapita dai giganti, che minacciano di ucciderla. C'è solo un modo per salvarla, e solo tre semidei discendenti da antiche divinità Romane potranno affrontare l'impresa..

Recensione
Jason si risveglia su un autobus insieme a degli sconosciuti: nessuno di quei visi gli è familiare, neppure quello della ragazza che gli stringe la mano o quello del ragazzo che gli sorride dal sedile accanto, eppure nessuno gli chiede cosa stia facendo lì, nè lo caccia via, tutti sembrano conoscerlo. Ma non è solo questo il problema. Jason non ricorda assolutamente nulla, non sa chi sia o da dove venga. Solo ascoltando i suoi compagni capisce di essere con una classe in gita, una classe particolare, proveniente da una scuola per ragazzi difficili. Ha la conferma di essere finito in una situazione davvero strana quando lui e i suoi compagni vengono attaccati da misteriosi esseri di vento e il loro coach rivela zoccoli e zampe pelose laddove non dovrebbero esserci. Durante l'attacco Jason scopre di saper combattere e di avere conoscenze innate di cui non si spiega la provenienza. Salvi per miracolo, Jason, Piper e Leo vengono soccorsi da un gruppo davvero bizzarro capeggiato dalla bella Annnabeth. Sono loro a dargli finalmente delle spiegazioni: Jason e i suoi nuovi compagni sono semidei e il posto più sicuro per loro è il Campo Mezzosangue. Giunti lì, vengono a conoscenza delle loro origini e scoprono una realtà totalmente nuova. La tranquillità però non esiste, quando sei un semidio, e i tre amici, ancora scombussolati dai recenti avvenimenti, vengono ben presto scelti dall'oracolo per partecipare ad una impresa eroica: il loro compito sarà liberare Era e impedire che Gea ritorni..

Orfani di Percy Jackson, sentite la mancanza dei semidei che vi hanno accompagnato lungo i cinque incredibili libri che compongono la sua serie? Niente paura! Questa serie ha tutte le potenzialità per colmare quel vuoto che ormai pensavate nessuno avrebbe più riempito! La storia è ambientata circa un anno dopo la fine della saga di Percy Jackson e si lega ad essa con riferimenti a luoghi, personaggi e fatti che già abbiamo conosciuto. Al Campo reincontriamo personaggi già noti, come Rachel, il nuovo oracolo, Annabeth, Talia e molti altri, e vediamo le due storie incrociarsi, con riferimenti all'ultima battaglia combattuta. Il nostro nuovo eroe incontra Percy dunque? No, Percy non appare mai, almeno per il momento, e c'è un perchè: è sparito nel nulla e la sua sparizione e legata in qualche modo alla misteriosa apparizione di Jason. Devo ammettere di essere entusiasta di come l'autore è riuscito a preseguire la storia, dandogli una direzione tutta nuova, con nuovi personaggi, ma rimanendo legato alle origini.  In particolare ho amato il finale, davvero ben studiato, credo che sia stato un vero compo di genio e mi ha entusiasmato a tal punto che non vedo l'ora di proseguire la lettura. I nuovi protagonisti sono molto interessanti e molto diversi dai precedenti. Questo rassicurerà chi temeva un copia-e-incolla. Jason è incredibile, non ha memoria di ciò che è successo nella sua vita prima di ritrovarsi sull'autobus con Piper e Leo, ma il suo corpo ricorda più di quanto faccia la sua testa. Nel momento della necessità scopre di avere conoscenze innate che riguardano gli dei e le creature mitologiche e nonostante brancoli spesso nel buio ha le capacità per guidare i suoi compagni verso la giusta via. E' figlio di Zeus e questo lo rende uno dei semidei più potenti. In lui però c'è qualcosa di strano, di diverso rispetto agli altri: ha una misteriosa affinità con gli dei romani, piuttosto che con quelli greci. Al suo fianco ci sono Piper e Leo, due spalle davvero brillanti. Piper è una ragazza molto tosta, decisamente non è un fiorellino delicato. E' il classico maschiaccio che non cura particolarmente il suo look e preferisce scherzare coi ragazzi che spettegolare con le ragazze. Per questo è un vero colpo per lei scoprire di essere figlia della dea della bellezza e dell'amore, Afrodite. Si rivelerà però diversa dalle sue sorelle grazie al suo temperamento determinato e al suo buon cuore. Il suo rapporto con Jason è complicato: lei è convinta di essere la sua fidanzata, ma tutto si rivela essere solo il frutto dell'illusione causata dalla Foschia, che l'ha condizionata a tal punto da darle perfino dei ricordi inesistenti. Durante la storia però il loro rapporto si evolve, diventa qualcosa di vero, e, anche se ancora non si avvicina a quello che lei credeva di avere, siamo sulla buona strada. Parliamo infine di Leo, un personaggio che porta con sè una ventata di simpatia assolutamente irresistibile. Leo è figlio di Efesto e non solo si rivela molto potente, ma si scopre anche portatore di un dono incredibile e raro. Da vero figlio di suo padre, sa costruire e riparare qualsiasi cosa. E' simpatico e ironico e ha l'innamoramento facile: ogni bella ragazza che gli passa davanti attira la sua attenzione. La missione che i tre ragazzi si ritrovano ad affrontare è sicuramente più grande di loro, ancora così inesperti, ma tra draghi di metallo, statue di ghiaccio e centri commerciali demoniaci, daranno il meglio di sè trascinandoci in un'avventura ricca di colpi di scena e divertimento, con l'irresistibile ironia che caratterizza tutti i libri dell'autore. Ritroverte vecchi personaggi e ne conoscerete di nuovi, ma le emozioni saranno quelle di sempre. Una serie promettente quanto la precedente, con il giusto potenziale per essere un degno seguito di Percy Jackson. Lasciate da parte ogni pregiudizio: amerete Jason quasi quanto Percy!                    Valutazione: ½ Bellissimo!

Sono la dea del matrimonio, non è nella mia natura essere infedele. Ho solo due figli divini, Ares 
e Efesto, e sono entrambi una delusione. Non ho eroi mortali ai miei ordini, ed è il motivo per 
cui sono così spesso risentita con i semidei: con Ercole, Enea, con tutti quanti loro. Ma è anche il motivo per cui ho aiutato il tuo omonino, un puro mortale, che non aveva genitori divini. Ed è 
il motivo per cui sono contenta che Giove ti abbia dato a me. Sarai il mio paladino, Jason. Sarai il più grande degli eroi e porterai unità tra i semidei, e quindi sull'Olimpo

6 commenti:

  1. Io devo ancora cominciare tutta la saga iniziale.. Ho comprato i primi tre libri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Finora non c'è stato ancora un libro di questo autore che mi abbia deluso :) La serie di Percy Jackson è stupenda!

      Elimina
  2. Bella recensione, Vanessa!
    Ho adorato la saga di Percy Jackson e, lo ammetto, ero un po' diffidente nei confronti di questa seconda serie!
    Però darò sicuramente a Jason una possibilità! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dagliela una possibilità :) Non sarà Percy, ma ha il suo perchè. Mi è piaciuto molto lo stratagemma finale dell'autore :3

      Elimina