domenica 30 giugno 2013

Clock Rewinders #12

La settimana è finita e quindi è tempo di tirare le somme. Torno con la rubrica ideata da On a book bender e 25 hour books: un riepilogo della settimana appena trascorsa con le novità più interessanti della blogosfera!

 I libri sono un antidoto alla tristezza 
Novità della settimana: uscite dal 24 al 30 giugno
• Disney Love: Ispirazioni #3 e Doppiatori #1
• Ondata di Giveaway: segnalazioni
• Cover Details: azzurro
• Lettori si nasce: La Bambina della Sesta Luna
• Partecipo: La Sfida dell'alfabeto 2013
• Recensioni: Demonglass (5) Passion Potion (3) Non volare via (4)   

I post più interessanti della settimana
• Giveaway: 500 Followers da Il profumo dei libri, Porta un libro in vacanza da Libri Mes Amours. Alice in Zombieland da Dreaming Fantasy, The Vincent Boys da Atelier dei libri, Tutto ciò che sappiamo dell'amore da Liberamente parlando di libri
• E' partito il Blog Tour dedicato all'interessante romanzo Lady Morgana
• Elena ha stilato una simpatica classifica dei suoi 10 fidanzati librosi preferiti
• Eliza ci segnala tutti i film librosi in tv questa settimana
• E' partito l'attesissimo GdL dedicato a Tempest da Reading is Beliving 
• Recensioni: Firelight di xbrokenarrow, Non lasciarmi andare di daydream, Aegyptiaca di Alessia, Inferno di Ilaria, Tutto ciò che sappiamo dell'amore di Bliss, Poison Princess di Elena, Colpo di fulmine di Beira, Splintered di Juliette   

Le mie letture della settimana

La canzone della settimana
Trovo che Il Re Leone 2 sia uno dei pochi sequel davvero davvero riusciti, per la storia e per la bellissima colonna sonora. Da piccola ero innamorata di Kovu e volevo sposarlo. Beata innocenza lol Quella che ho scelto è la canzone che accompagna la scena iniziale,una delle più emozionante, come nel primo era la bellissima Circle of Life :) Esiste anche una versione cantata da Tina Turner!

Il film della settimana
Per rimanere in tema il film che ho scelto è proprio Il Re Leone 2! Ieri mi sono passata una giornatina tranquilla a casa e mi sono guardata tutta la serie! Arrivò nel 1998, 4 anni dopo il grande successo de Il Re Leone, e vede Simba alle prese con sua figlia, la vivace Kiara. La giovane leonessa, come una novella Giulietta, finisce per innamorarsi di Kovu, un giovane leone fuggito dal branco degli esiliati, ma non sa che lui è stato mandato lì in missione per uccidere Simba. L'amore trionferà, come sempre! L'atmosfera, la musica, i colori, nulla è cambiato dal primo grande capolavoro, i nostri personaggi preferiti ci sono ancora tutti,soo solo un po' cresciuti! Simba stavolta ricopre il ruolo di genitore iperprotettivo e severo e deve cavarsela con una leoncina che è testarda e avventurosa proprio come lo era lui. La cattiva è Zira, compagna di Scar, madre di Kovu e leader dei rinnegati, una leonessa piena di rabbia che alleva il figlio come una macchina da guerra per usarlo per la sua vendetta. Non rimarrete delusi :)


Disney Love #4 - Doppiatori famosi, prima parte

Finora abbiamo parlato dei libri e dei racconti da cui sono stati tratti i classici Disney, oggi introduco un secondo filone dedicato ai doppiatori. Quante volte vi è capitato di scoprire che un personaggio era doppiato da un attore, un cantante o comunque qualcuno che già conoscevate? A me capita di continuo, non riesco a riconoscerli! In questa rubrica svelerò le voci dietro ai personaggi Disney, prendendo in considerazione il doppiaggio originale o quello italiano! Ebbene, li avevate riconosciuti?:) 

Il genio della lampada - Aladdin (1992)
Nella versione originale è doppiato da Robin Williams, attore americano di fama mondiale che grazie a questo film ha vinto, tra gli altri, anche un Golden Globe. Le sue prime esperienze come doppiatore sono state negli anni '90, mentre l'ultima è stata alcuni anni fa con Happy Feet! Nella versione italiana invece è doppiato da Gigi Proietti, molto affermato come attore sia per il cinema che per la tv e doppiatore molto apprezzato. Ha iniziato negli anni '60 doppiando Gatto Silvestro e poi è passato ad attori come Sylvester Stallone e Robert De Niro

Shenzi - Il Re Leone (1994)
Nella versione originale la iena Shenzi è doppiata dalla simpaticissima Whoopi Goldberg, bravissima attrice e vincitrice di probabilmente tutto ciò che c'era da vincere sulla faccia della Terra, dall'Oscar al Tony Award. Ha prestato spesso la sua voce iniziando negli anni '90 con cortometraggi e film per la tv. Il re leone è sicuramente il suo lavoro di doppiaggio più famoso, ma recentemente ha dato la voce anche uno dei giocattoli nell'ultimo capitolo di Toy Story, la piovra viola Stretch. In italiano per il personaggio di Shenzi è stata mantenuta una delle doppiatrici dell'attrice, Rita Savagnone

John Smith - Pocahontas (1995)
Nella versione originale il fascinoso avventuriero è doppiato da Mel Gibson, che di sicuro non ha bisogno di presentazioni! Attore e regista affermato, Mel ha avuto pochissime esperienze con il doppiaggio, infatti oltre a questo ha doppiato solo un altro personaggio, nel film Galline in Fuga. Nella versione italiana invece è doppiato da Pino Insegno, attore, conduttore ma soprattutto doppiatore, presenza fissa di moltissimi altri film d'animazione, da Rapunzel a L'era glaciale. Ha doppiato anche molti attori celebri, tra i quali Brad Pitt e Viggo Mortensen

Hercules - Hercules (1997)
Nella versione italiana Hercules è doppiato dall'attore Raul Bova. Affermato sia al cinema, dove lo vediamo soprattutto in simpatiche commedie, che in televisione, dove invece indossa panni più impegnati con serie come Ultimo, Nassiriya e Come un delfino, la sua esperienza come doppiatore è invece molto limitata. Hercules è stata la sua prima esperienza, ma non l'unica! Nella versione originale invece è doppiato dall'attore Tate Donovan, che i fan di The O.C. ricorderanno
Mushu - Mulan (1998)
Nella versione originale il simpatico draghetto amico della protagonista è doppiato da Eddie Murphy, attore e comico che ci ha fatto tanto ridere con classici come Una poltrona per due e Il professore matto. Oltre a Mushu ha doppiato un altro spassoso personaggio, Ciuchino di Shrek! Nella versione italiana invece è doppiato da Enrico Papi, conduttore televisivo che si è fatto conoscere alla fine degli anni '90 con Sarabanda ed ha poi proseguito conducendo quiz e reality tra Rai e Mediaset. Questa è la sua unica esperienza con il doppiaggio.

sabato 29 giugno 2013

Lettori si nasce #7

Oggi ho scelto un'altra serie molto carina che ho iniziato a leggere quando avevo circa 12 anni:)

Titolo: La Bambina della Sesta Luna
Autore: Moony Witcher
Editore: Giunti
Anno: 2002 

Trama: Nina fa la quinta elementare e vive con le zie a Madrid perché i suoi genitori hanno un incarico importante che li porta all'estero di continuo. Tutto appare normalissimo all'inizio, meno quella strana voglia a forma di stella sulla mano destra assolutamente identica a quella del suo amato nonno Misha, un grande alchimista che vive a Venezia. Sarà un segno del destino? Quale futuro aspetta Nina? L'alchimia, lo studio, un mondo sconosciuto.. una vita completamente nuova che comincia una notte, all'improvviso, con la morte misteriosa del nonno. Nina raggiunge Venezia, accompagnata dal cane Adone e dal gatto Platone, pronta a capire cosa stia succedendo. E ancora non sa che dovrà salvare la Sesta Luna dal perfido Conte Karkon Ca' d'Oro e dai suoi bambini androidi, aiutata (per fortuna!) da quattro amici di Venezia, un androide di nome Max e uno Sbacchio? Ma che cos'è uno Sbacchio?

La mamma di Nina, Moony Witcher, scrive sotto psedonimo ma in realtà si chiama Roberta Izzo ed è italianissima. E' nata a Venezia, proprio dove è ambientata anche la serie. La storia di Nina è iniziata nel 2002 e sembrava essersi conclusa nel 2005 con il quarto romanzo, ma l'anno scorso a sorpresa è ricominciata la pubblicazione dopo ben 7 anni con un quinto libro che pare sarà presto seguito da altri due. Personalmente trovo che la storia potesse benissimo chiudersi così, ma vedremo cosa inventerà l'autrice. La serie racconta le avventure di Nina, una bambina che frequenta la quinta elementare, che alla morte del suo amato nonno torna a Venezia per  scoprire cosa gli sia successo. Qui scopre la verità su di lui e anche su se stessa, perchè proprio come suo nonno Nina è un'alchimista dai grandi poteri. Sulle sue spalle c'è il destino della Sesta Luna! L'antagonista di questa serie è uno dei più malvagi e cattivi che un bambino possa incontrare: il Conte Karkon all'apparenza è un bravo cittadino, che si mostra buono e rispettabile, ma sotto sotto è un perfido mago assetato di potere che si serve di un eservito di inquietanti bambini androidi. Nina ha a sua disposizione un fantastico laboratorio che si trova proprio sotto la villa del nonno, con grandi vetrate trasparenti che si affacciano come un acquario gigante sul mare e ricco di libri di magia, ingredienti incredibili e segreti nascosti. Il laboratorio di Nina è sicuramente uno degli aspetti che più mi ha affascinato da bambina, tanto che per un po' ho immaginato di vivere anche io in una grande stanza subacquea piena di segreti :) E' una lettura molto positiva in cui il bene batte sempre il male. Sicuramente è una serie adatta per avvicinare un bambino ai libri, perchè qui troverà magia, misteri e scontri tra male e bene, ma anche situazioni normali di tutti i giorni, come la colazione in famiglia, le lezioni a scuola, i battibecchi tra amici e le frecciatine verso gli adulti. La magia non può che conquistare la curiosità di un bambino!

 La  bambina della sesta luna #1 - 2002
Nina e il mistero dell'ottava nota #2 - 2003
Nina e la maledizione del serpente piumato #3 - 2004
Nina e l'occhio segreto di Atlantide #4 - 2005
Nina e il numero aureo #5 - 2012

venerdì 28 giugno 2013

Cover Details #10

Oggi ritorno con la rubrica Cover Details, la cui idea è stata ispirata dal blog Sugar & Snark.
Vi mostrerò 4 cover accumunate da uno stesso particolare,ogni volta diverso. Tra le quattro segnalerò la mia preferita a livello puramente estetico e presenterò in seguito il libro :) 

il particolare di oggi: azzurro
Hex Hall di Rachel Hawkins
Il giardino dei raggi di luna di Sarah Addison Allen
Le fiabe di Beda il Bardo di JK Rowling
Stay di Tamara Ireland Stone

Titolo: Stay
Titolo originale: Time Between Us
Autore: Tamara Ireland Stone
Editore: Mondadori
Pagine: 336
Prezzo: 16 Euro
Anno: 2013
Voto:

Trama: Anna e Bennett non avrebbero mai potuto incontrarsi: lei vive nel 1995 a Chicago, lui nel 2012 a San Francisco. Ma Bennett si ritrova nel 1995 perché può viaggiare nel tempo, pur con il divieto di cambiare il corso degli eventi, per cercare sua sorella che si è perduta in una dimensione temporale sbagliata. Ma se un battito di farfalla può provocare un uragano all'altro capo del mondo, cosa potrà provocare un sentimento potente come l'amore che nasce con diciassette anni di anticipo? Anna e Bennett si perdono e si ritrovano incrociando i loro destini paralleli, ma dovranno trovare il modo di fermare la corsa dell'orologio che ticchetta nelle loro esistenze. Quanto sono pronti a perdere? Quali conseguenze saranno disposti a sopportare, alterando gli eventi che li circondano?

RECENSIONE: Non volare via - Sara Rattaro

Titolo: Non volare via
Autore: Sara Rattaro
Editore: Garzanti  
 
Pagine: 222
Prezzo: 14,90 Euro
Anno: 2013


Trama: Matteo ama la pioggia. Gli piace sentirne il tocco leggero sulla pelle. Perché quello è l'unico momento in cui è uguale a tutti gli altri. Perché Matteo è nato sordo. Oggi è giorno di esercizi. La logopedista gli mostra un disegno con tre uccellini. Uno vola via. Quanti ne restano? La domanda è continua, insistita. Ma Matteo non risponde, la voce non esce, e nei suoi occhi profondi c'è un mondo fatto soltanto di silenzio. All'improvviso la voce, gutturale, esce: "Pecché vola via?". Un uccellino è volato via e Matteo l'ha capito prima di tutti. Prima della mamma, Sandra. Prima della sorella, Alice. È il padre a essere volato via, perché ha deciso di fuggire dalle sue responsabilità. All'inizio non era stato facile crescere il piccolo Matteo. Eppure tutti si erano fatti forza in nome di un comandamento inespresso: "Restare uniti grazie all'amore". Ma è stato proprio l'amore a travolgere Alberto, un amore perduto e sempre rimpianto. Uno di quei segreti del passato che ti sconvolge la vita quando meno te l'aspetti. E lo fa quando credi di essere al sicuro, perché sei adulto e sai che non ti può succedere. E che poi ti trascina nell'impeto di inseguire i tuoi sogni. Ma adesso Alberto ha una famiglia che ha bisogno di lui. Sandra, la donna che ha sacrificato tutto per il figlio. Alice, la figlia adolescente che sta diventando grande troppo in fretta. Ma soprattutto ha bisogno di lui Matteo, che vorrebbe gridare "Papà, non volare via." 

Recensione 
Alberto è un uomo ormai adulto con molte responsabilità sulle spalle, prima fra tutte una famiglia. Ha una moglie, Sandra, una figlia adolescente, Alice, ma soprattutto ha Matteo, un figlio affetto da ipoacusia bilaterale grave. Per lui si sono battuti con le unghie e con i denti fin da quando era piccolo, hanno dovuto affrontare una diagnosi crudele e poi un intervento mai avvenuto perchè la paura era troppa. Sandra, Alice e Alberto hanno costruito la loro vita attorno a Matteo, una vita sicura fatta di quotidianità, di routine, di orari e di abitudini. Per lui hanno imparato il linguaggio dei segni, per lui hanno imparato il silenzio. Matteo è ciò che li tiene uniti. Un giorno però il loro mondo va a pezzi quando Alice per caso vede suo padre baciare un'altra donna. Sembra la fine della loro famiglia, la fine del mondo tranquillo che avevano tanto faticato a costruire per Matteo. Ma basterà lui a tenerli uniti? Una storia davvero toccante che affronta molte tematiche difficili, dall'handicap, al tradimento, dalla violenza domestica, all'aborto, ma che lo fa con dolcezza e mai con violenza. La storia è narrata dal punto di vista di Alberto, un uomo che all'inizio si fa disprezzare per il suo tradimento, ma che pagina dopo pagina iniziamo a comprendere. E' solo preseguendo nella lettura che capiamo che la donna con cui ha tradito la moglie non è una qualsiasi, non è un attimo di debolezza o di noia: Camilla è stata l'amore della sua vita, la sua prima ragazza, il suo primo amore, e vedersela ripiombare davanti dopo tutti quegli anni ha avuto un effetto devastante su di lui che capisce di non aver mai smesso davvero di amarla. Pagina dopo pagina l'uomo racconta il loro amore sbocciato tra i bachi di scuola, le risate, i giochi, i sogni, i progetti. Racconta di quella ragazza che gli ha rubato il cuore e alla fine l'ha spezzato in mille pezzi, fuggendo per inseguire un sogno in cui lui non era compreso. Racconta un amore così grande e così intenso, un amore che non è mai svanito. Non lo giustifico, ma lo capisco. Se all'inizio il lettore si schiera dalla parte della moglie tradita e ferita, conoscendo meglio la storia è quasi naturale tifare per l'amore di Alberto e Camilla. La loro storia mi ha commosso e mi ha toccato il cuore, sono entrata in completa empatia con Alberto, l'ho capito con il cuore. Non posso dire lo stesso di Camilla, che si rivela volubile e codarda, fuggendo di continuo anche da adulta, proprio come ha fatto da ragazza. Ma questa non è solo la storia di Alberto, è anche la storia della sua famiglia. Il libro racconta il terribile percorso che hanno dovuto affrontare con Matteo, tra medici e ospedali, fino alla scoperta della verità, racconta la tenacia di una madre che ha deciso di dedicare la vita al figlio. Sandra è un personaggio davvero forte e difende suo figlio con la tenacia di una leonessa, aiutandolo personalmente fin dall'inizio del suo percorso con infinita pazienza e amore. Anche Alice è un personaggio molto importante, è legatissima a Matteo, forse più di chiunque altro e tra loro ormai sanno capirsi anche senza usare le parole. Ma la cosa fondamentale è che nessuno di loro è perfetto. Ognuno di loro ha i suoi difetti e commette errori, anche molto gravi. Ognuno di loro è vero, proprio come tutti noi, e l'autrice è stata davvero efficace in questo. Alberto potrebbe essere l'uomo che vedi passeggiare per strada col cane, Sandra la donna che incroci al supermercato, Alice la ragazzina sorridente seduta sul muretto davanti a scuola. Anche Matteo non è perfetto, è un bambino come tutti, intelligente e sveglio anche se è intrappolato in una bolla di silenzio. L'unica nota stonata di questo libro a mio parere è il finale, troppo ottimistico e poco realistico, troppo alla Mulino Bianco. Ma è pur sempre un libro. Chi dice che deve essere realistico? Una storia toccante che vi conquisterà.                                                             Valutazione: Bellissimo! 

Non dovevo andarmene. La danza, il mio sogno e tutti gli applausi ricevuti non valgono nessuna delle tue parole, nessuno dei tuoi baci e il sacrificio di averti perso..

La Sfida dell'Alfabeto 2013

Mi sono resa conto leggendo il post di Jaqueline che anche se sto facendo questa fichissima sfida dell'alfabeto 2013 non le avevo ancora dedicato un post, quindi rimedio:) Sono incartata perchè non trovo libri interessanti i cui autori inizino con lettere un po' difficili, come Q, X, J e simili, quindi se avete suggerimenti sono ben accetti! Per ogni lettera ho postato solo il primo libro che ho letto per non creare confusione. Anche voi state seguendo questa sfida? A che punto siete?:)

Al momento sono arrivata a 19 su 26
A – Abagnale Frank – Prendimi se puoi
B – Bosco Federica – Pazze di me
C – Cass Kiera – The Selection
D – De Crescenzo Luciano – Ulisse era un fico
E – Enfield Lizze – Il giorno che ci incontrammo
F – Furnari Connie - Stryx
G – Gazzola Alessia – L’allieva
H Hood Ann – Voglio prenderti per mano
I
J
K – Karo Aaron – Mi chiamo Chuck
L - Lowry Lois – The giver vol 1
M –  Martel Yann – Vita di Pi
N
O – Oliver Lauren – E finalmente ti dirò addio
P – Price Lissa - Starters
Q
R – Riordan Rick – Percy Jackson,la maledizione del titano
S – Safier David – L’orribile karma della formica
                                                                         T – Troisi Licia – I regni di Nashira vol 2
                                                                         U
                                                                         V – Von Ziegesar Cecily – Gossip girl #2
                                                                        W – Weiner Jennifer – Poi sei arrivato tu
                                                                         X
                                                                         Y
                                                                         Z – Zhang Kat - Hybrid

giovedì 27 giugno 2013

RECENSIONE: Passion Potion - Mary Beth Daniels

Titolo: Passion Potion
Autore: Mary Beth Daniels
Editore: Casey Shay Press
 
Pagine: 200
Prezzo: 13.99 $
Anno: 2013


Trama: Jet è una Nix, la figlia di una Strega che è uscita dalla sua linea di sangue. Nessuno aiuta una Nix, e anche se suo padre è in guai seri con Dei Lucrii, uno Stregone Oscuro che ha pagato un'ingente somma di denaro alla sua famiglia per avere una pozione d'amore, Jet non ha modo di correggere il potente incantesimo che ha ucciso sua madre. Ma qualcuno la sta guardando. Un bellissimo qualcuno il cui volto appare nella ciotola di peltro che sua madre teneva sempre vicino a sè. Potrebbe essere il segreto per evitare la maledizione della Nix? O è il genere di distrazione che Jet davvero non può permettersi in un momento come questo?

Recensione 
Dopo la morte di sua madre Jet sta passando un periodo davvero nero, tanto che si vede costretta a prendere una pausa se non vuole buttare all'aria tutta la sua carriera universitaria. Torna così a casa dal padre, alla ricerca di un po' di pace e tranquillità, ma ad aspettarla c'è ben altro. Al suo arrivo infatti si ritrova a dover affrontare una situazione surreale: sua madre era una Strega e quando è morta stava lavorando ad una potente pozione d'amore, una pozione illegale, che le era stata commissionata da Dei Lucrii, uno Stregone Oscuro. Non importa che lei sia morta, i patti vanno rispettati, qualcuno deve preparare quella pozione. Jet si ritrova così catapultata nel mondo della magia, un mondo di cui non sa nulla e di cui sua madre l'ha sempre tenuta all'oscuro, un mondo in cui nessuno sembra avere intenzione di aiutarla perchè lei è solo una Nix (una Magonò per dirla un po' alla Harry Potter). Mentre cerca di scoprire come realizzare la pozione però Jet incontra Caleb, un giovane Stregone figlio di una delle amiche della madre, e tra i due scatta subito qualcosa di tanto incredibile quanto innopportuno. Lei è una Nix, lui non può nemmeno parlarle, figuriamoci innamorarsi di lei! Ma l'amore vince sempre e in fondo lei è molto più di quello che le stanno facendo credere. Ho trovato questo libro davvero adorabile e piacevole da leggere e in particolare ho adorato la storia d'amore tra Jet e Caleb, davvero molto dolce e struggente, su cui il libro punta soprattutto all'inizio e alla fine, così da lasciar spazio a magia e colpi di scena. Anche se ho trovato alcuni punti un po' noiosi, questo libro si è rivelato una bella sorpresa. Jet è una ventenne coraggiosa e caparbia, un po' sfortunata con i ragazzi e con poche speranze sull'amore, che non si lascia abbattere dalle avversità e dai pericoli. Anche se non sa nulla di magia si lancia a capofitto nella missione che le è stata assegnata pronta a rischiare tutto pur di proteggere le persone che ama. Ma il mio cuore è tutto per Caleb. Lui, al contrario di Jet, è cresciuto a pane e magia e si è sempre attenuto alle regole, ma tutto cambia quando la vede per la prima volta. Tra loro scatta qualcosa che potrebbe essere paragonato al colpo di fulmine o al famoso imprinting dei lupi di Twilight. L'innamoramento è istantaneo e violento e li rende incapaci di stare lontano uno dall'altro. Caleb stava già preparando alcuni 'match' con svariate ragazze, come da tradizione, per trovare quella giusta con cui poi affrontare i rituali per essere riconosciuti come coppia, ma quando arriva Jet annulla tutto perchè comprende subito che è lei quella a cui è destinato. Tra loro è tutto disperatamente dolce e Caleb è pronto anche a finire in esilio per stare con lei, è pronto a tutto. Loro due sono sicuramente i personaggi meglio caratterizzati, ma anche gli altri non sono costruiti male, sebbene siano meno approfonditi. Il padre di Jet, nonostante tutto quello che devono affrontare, l'ho sempre visto un po' passivo, un po' troppo in secondo piano, quando invece avrebbe dovuto tirare fuori le unghie e farsi vedere di più nell'azione. Molto interessanti sono anche le amiche della madre di Jet: la prima è Mavis, una Strega il cui carattere è proporzionato ai poteri, debole e remissiva, la seconda è Genevieve, la madre di Caleb,  molto forte e aggressiva, una madre iperprotettiva e combattiva. Ma i personaggi più interessanti sono sempre i cattivi. In questo caso ci troviamo di fronte a ben due figure negative: Dei Lucrii e suo padre Martel. Sono entrambi due Stregoni Oscuri, molto simili fra loro e ugualmente sospettati di essere implicati nella morte della mamma e della nonna di Jet, entrambe potenti Streghe morte in circostanze sospette. In realtà più che con Martel abbiamo a che fare con Dei Lucrii, un giovane uomo piacente ed affasciante quanto pericoloso, che Jet sospetta fin da subito essere animato da cattive intenzioni nei suoi confronti perchè l'unico modo per un Mago di dare la luce un Mago Oscuro è avere una Nix come consorte. Jet ovviamente non ha alcuna intenzione di dargliela vinta (perdonatemi il gioco di parole a doppio senso) quindi preparerà un piano per salvare non solo se stessa, ma anche qualsiasi progenie oscura possa generare il giovane mago. Una storia davvero piacevole, ricca di azione, di colpi di scena e d'amore. L'unico suo difetto è quello di avere alcune scene un po' più lente che rallentano la lettura, ma nel complesso è un libro che di certo non annoia. Jet e Caleb vi conquisteranno e vi faranno battere il cuore con il loro amore!  
                                Valutazione: Non male
 Quindi mi vuoi ancora?
Ti vorrei in ogni caso, basta che sia tu

mercoledì 26 giugno 2013

Disney Love #3 - Le ispirazioni, terza parte

Oggi torno indietro nel tempo e ripesco alcuni film che avevo lasciato indietro perchè non ero riuscita ancora a scoprire nulla sulle loro origini. Con un po' di pazienza e grazie ad internet, ce l'ho fatta!

Dumbo (1941) è basato sul'omonimo libro di Helen Aberson e Harold Pearl. La prima edizione risale al 1939 e fu pubblicata in formato Roll-A-Book, un'edizione molto particolare dotata di un box nel quale scorrevano le illustrazioni e caratterizzata da pochissimo testo. Solo più tardi fu pubblicato come un normale libro. Una curiosità?Durante la lavorazione del film gran parte del personale Disney entrò in sciopero. Per fortuna la cosa si concluse in fretta e tutto finì per il meglio!

Bongo e i tre avventurieri (1947) raccoglie due brevi film: il primo, Bongo, è ispirato a Little Bear Bongo, una storia di Sinclair Lewis pubblicata nel 1936, il secondo, Topolino e il fagiolo magico, è ispirato al celebre racconto popolare inglese Jack e il fagiolo magico. La Disney oltre a questo produsse altri cinque film collettivi negli anni '40, raccogliendo brevi storie meno sofisticate e prodotte a basso budget. In questo film Walt Disney doppiò Topolino per l'ultima volta.

Le avventure di Ichabod e Mr. Toad (1949) raccoglie due brevi film: il primo, Il vento tra i salici, è tratto dall'omonimo classico per l'infanzia scritto da Kenneth Grahame nel 1908, il secondo, La leggenda della valle addormentata, è tratto da La leggenda di Sleepy Hollow, un racconto di Washington Irving contenuto in una raccolta pubblicata nel 1819 e che nel 1999 riprese anche Tim Burton. Fu l'ultimo dei film collettivi prodotti e nel 1950 la Disney tornò ai lungometraggi con Cenerentola

Lilli e il vagabondo (1950) è nato dalla combinazione degli sketch disegnati da Joe Grant ispirati alla sua cagnolina Lady e alle sue reazioni all'arrivo del figlio neonato e dal racconto Happy Dan, The Whistling Dog di Ward Greene, pubblicato nel 1940 su una rivista. Più tardi lo stesso scrittore riscrisse la storia così come era stata pensata dalla Disney per dare modo al pubblico di conoscerla ed amarla prima dell'arrivo del film al cinema. Fu il primo lungometraggio animato girato in CinemaScope 


Gli Aristogatti (1970) ha origini misteriose. Harry Tytle e Tom McGowan nel '61 furono incaricati di scovare storie sugli animali e così si imbatterono in un libro per bambini di cui non sono riuscita a scoprire nulla, se non che era ambientato a New York. McGowan pagò uno scrittore di nome Tom Rowen che riscrisse la storia per la Disney con le dovute modifiche, prima fra tutte l'ambientazione. Dopo molte revisioni il progetto fu all'inizio rifiutato, ma alla fine fu approvato. Fu l'ultimo progetto approvato da Walt Disney prima della sua morte

Ondata di Giveaway

Ho deciso di segnalarvi una serie di Giveaway a cui partecipo:) 

A Los Angeles i sogni si avverano... Club alla moda, bellissimi ragazzi, stilisti... C’è tutto ciò che una ragazza può desiderare. La diciannovenne Jane Roberts non vede l’ora di immergersi in tutto questo. Andrà a L.A. per uno stage riuscendo anche a convincere la sua migliore amica Scarlett a seguirla! Quando le due ragazze vengono avvicinate da un produttore che le vuole nel suo nuovo programma “una versione reale di Sex and the City”, non riescono a credere alla loro incredibile fortuna. Uno show tutto loro? Sì, con piacere! Senza accorgersene Jane diventa la star del momento. La notorietà porta più vantaggi di quanto avrebbe mai potuto immaginare una ragazza di Santa Barbara – vestiti firmati in regalo, i tavoli più ambiti nei club più esclusivi, inviti alle premières di Hollywood – e lei si gode questo trattamento da vip con il suo eclettico entourage di nuovi amici. Ma quegli stessi amici sempre disponibili alle folli notti sono gli stessi che farebbero di tutto per avere la fama di Jane. In una città in cui tutti sono a caccia del proprio sogno, non passerà molto prima che Jane si renda conto che tutti quelli che le sono vicini lo fanno per avere qualcosa in cambio, e niente di quello che la circonda è ciò che sembra.
 
 
In palio tre libri a scelta tra:  Hybrid - Alice in Zombieland - The Evolution of Mara Dyer - Want - Il trono di ghiaccio - Noi siamo infinito - Clockwork Princess - Unravel me - Requiem - Of Poseidon
Se qualcuno mi avesse detto che la mia vita sarebbe cambiata in un momento, sarei scoppiata a ridere. E invece è proprio quello che è accaduto. Un attimo, un secondo, il tempo di un respiro, e tutto ciò che amavo è sparito. Mi chiamo Alice Bell, e la notte del mio sedicesimo compleanno ho perso la madre che adoravo, la mia sorellina e il padre che non ho mai capito finché non è stato troppo tardi. Quella notte ho scoperto che lui aveva ragione: i mostri esistono veramente. Gli zombie mi hanno portato via tutto. E adesso non mi resta che la vendetta... Per realizzare i suoi propositi, Alice dovrà imparare a combattere contro i non-morti e fidarsi del peggiore dei cattivi ragazzi della scuola, Cole Holland. Ma lui nasconde dei segreti. E quei segreti potrebbero rivelarsi persino più pericolosi degli zombie.
  
 
In palio
La lista dei desideri dimenticati
Cacciatori di stelle cadenti
Il cassetto dei ricordi sefreti

In palio un libro a scelta tra
Nessuno sa di noi
La straniera
A spasso con Bob
Il grande inverno
Jane Eyre
Le intermittenze della morte

martedì 25 giugno 2013

RECENSIONE: Demonglass - Rachel Hawkins

Titolo: Demonglass (Hex Hall #2)
Autore: Rachel Hawkins
Editore: Hymperion 
 
Pagine: 359
Prezzo: 8.99 $
Anno: 2011


Trama: Sophie Mercer pensava di essere una strega. Proprio per questo era stata mandata a Hex Hall, un riformatorio per Prodigi (ovvero streghe, mutaforma e fate). Ma poi ha scoperto il segreto della sua famiglia e ha scoperto anche che il ragazzo per cui aveva una cotta, Archer Cross, è un agente dell'Occhio di Dio, un gruppo deciso a cancellare i Prodigi dalla faccia della terra. Si è scoperto che Sophie è un demone, uno degli unici due al mondo, l'altro è suo padre. Quel che è peggio, i suoi poteri minacciano la vita di tutti quelli che ama. E' proprio questo il motivo per cui Sophie decide di andare a Londra per la Rimozione, una procedura pericolosa che potrebbe distruggere non solo i suoi poteri, ma anche la sua vita. Ma quando Sophie arriva, fa una scoperta sconcertante. I suoi nuovi coinquilini? Sono anche loro demoni. Questo significa che qualcuno sta evocando demoni in segreto con il progetto di utilizzare i loro poteri, probabilmente non per il bene. Nel frattempo, l'Occhio da la caccia  Sophie usando Archer. Ma lei non sente più niente per lui, no?

Recensione 
Avevamo lasciato Sophie distrutta e confusa: non solo il suo adorato Archer si è rivelato essere un agente dell'Occhio di Dio, non solo Elodie è morta in un terribile scontro con la sua bisnonna, ma Sophie ha scoperto anche di essere un demone, e non una strega! Lo so, è stata decisamente una giornata no per lei, ma questo non è che l'inizio. Spaventata dai suoi stessi poteri e dalla loro instabilità la ragazza decide di sottoporsi alla Rimozione per evitare il rischio di perdere il controllo e di fare del male a qualcuno, suo padre però si oppone e le propone di passare l'estate con lui in Inghilterra per poter parlare in modo più approfondito della cosa. Sophie accetta, a condizione di poter portare con sè anche l'amica Jenna, ma non sarà l'unico abitante di Hex Hall a viaggiare con loro: anche Cal viene convinto con una scusa a godersi un'estate in Inghilterra con l'allegra compagnia. In questo secondo capitolo lo conosciamo un po' meglio e scopriamo che lui e Sophie sono fidanzati, destinati fin dalla più tenera età a passare la vita insieme. Inizialmente nessuno dei due prende la cosa sul serio, chi ha più fiducia nei matrimoni combinati? Ma piano piano scopriamo che i sentimenti di Cal sono molto più profondi di quello che vuol far credere. Ma non temete, Hex Hall non si trasformerà nel solito triangolo amoroso: il cuore di Sophie è ancora disperatamente legato ad Archer, nonostante il suo tradimento, e Cal sa bene con chi deve competere, quindi se ne sta saggiamente in disparte. Tornando all'Inghilterra, fin da subito Sophie scopre che qualcuno sta evocando dei demoni, per scopi probabilmente nefasti, e che il Concilio ne ha la prova: nella tenuta vivono infatti altri due demoni, due giovani di nome Daisy e Nick, evocati da pochissimo tempo, senza nessun ricordo della loro vita precedente. Come se non bastasse, Archer riappare, rendendo tutto ancora più complicato.. Ho amato questo libro, anche più del primo, se possibile. Mi è piaciuto vedere Sophie alle prese con il neonato rapporto padre-figlia con la sua solita ed irresistibile ironia e conoscere finalmente di persona l'irraggiungibile Capo del Concilio. Lui si è rivelato più interessante di quanto mi sarei aspettata: se da una parte ricalca perfettamente il prototipo di padre iperprotettivo, dall'altra è un po' goffo in questo nuovo ruolo che non ha mai dovuto affrontare prima. Sophie d'altro canto non è abituata ad avere accanto una figura maschile e all'inizio prova soggezione e timore verso di lui, lo vede come una figura autoritaria, più che come un padre, soprattutto per il suo ruolo nel Concilio. In questo secondo capitolo conosciamo meglio anche Cal, che comunque ci da la sensazione di rimanere tutto il tempo in un angolino. E' un personaggio affascinante, il classico ragazzo cupo e silenzioso che tiene i suoi sentimenti per sè. Sebbene ci faccia credere per tutto il tempo di non provare nulla per Sophie alla fine riesce a stupirci, a farci intuire l'intensità dei suoi sentimenti e a farsi apprezzare perchè invece di approfittare della vicinanza della ragazza è rimasto in disparte aspettando che lei fosse pronta a dimenticare Archer. Ecco parliamo di Archer: se con la fine del primo capitolo eravamo convinte che fosse dalla parte dei cattivi e che avesse solo finto, qui capiamo che non è così, e che in realtà è molto confuso perchè nonostante la sua missione, lui prova dei veri sentimenti per la giovane demone. Come due novelli Romeo e Giulietta, Archer e Sophie si ritrovano a combattere per il loro amore a dispetto delle rispettive fazioni. Altri due personaggi che invece incontriamo per la prima volta sono Nick e Daisy, due giovani demoni che il Concilio è riuscito a mettere in salvo da qualsiasi cosa avesse in mente il loro creatore. I due si rivelano fin da subito un po' ambigui, ma non vi dirò nulla su di loro e sulle loro origini, se non che sono una coppia e sono davvero teneri insieme. Non dimentichiamoci di Jenna, anche stavolta è al fianco della nostra protagonista, peccato che questa volta il suo ruolo sia più secondario. Chiude il quadro Lara, la sorella della direttrice di Hex Hall, che sarà un personaggio chiave per questo nuovo capitolo. La donna per discendenza avrebbe dovuto avere un ruolo molto più importante nel Concilio, ma la cosa non sembra turbarla, anzi è un turbinio di efficenza. La storia come sempre è avvincente e ricca di colpi di scena inaspettati che ti trascinano fino alla fine prima ancora che tu te ne accorga. Il finale lascia con il fiato sospeso e col desiderio di mettere subito le mani sul terzo capitolo. Se avete amato il mondo di Hex Hall questo secondo capitolo non vi deluderà! 
                                                                                                       Valutazione: Imperdibile!

Questa cosa tra noi è la cosa più reale che ho da molto tempo. Tu sei l'unica cosa reale