giovedì 7 settembre 2017

RECENSIONE | The Fifth Doll - Charlie N. Holmberg

The Fifth Doll di Charlie N. Holmberg
Autoconclusivo
47North (2017) | 322 pagine |  9,70 Euro 

Matrona ha ventisei anni ed è una giovane seria ed obbediente, figlia di allevatori di bestiame che si guadagnano da vivere con latte, burro e formaggio. Ha sempre vissuto in un villaggio isolato, circondato dai boschi, in una piccola comunità in cui la gente non si è mai aspettata nulla da lei, se non un buon matrimonio. Invece sarà proprio lei a sconvolgere le loro vite. Tutto inizia quando un giorno finisce per caso nella casa del misterioso Slava Barinov. Qui scopre una collezione di bambole di legno, dipinte con le fattezze degli abitanti del villaggio. Incuriosita apre quella somigliante al padre, scoprendo al suo interno un'altra bambola più piccola. Temendo di essere scoperta, sistema tutto e se ne va velocemente ma una volta a casa nota che suo padre si comporta in modo strano. Che ci sia un collegamento? Slava, venuto a conoscenza dell'accaduto, decide di approfittare dell'occasione per rendere Matrona la sua apprendista, che lei lo voglia o no. Ma sarà in grado di sopportare le verità che emergeranno lungo il suo cammino? 

 Recensione
Dopo aver amato alla follia la trilogia Paper Magician di Charlie N. Holmberg, potevo forse farmi sfuggire il suo nuovo libro? La risposta ovviamente è no. Accantonata la magia della carta, stavolta ci troviamo alle prese con un autoconclusivo di ambientazione russa. Nonostante le premesse interessanti, devo confessarvi di non averlo amato come gli altri libri dell'autrice. Ho avuto la sensazione che mancasse qualcosa. É stata una lettura interessante, ma... ci sono tanti ma. Andiamo con ordine. Matrona, la nostra protagonista, vive in un villaggio in cui non succede mai niente di niente, un luogo isolato dal resto del mondo, in cui tutti la conoscono da quando è nata. In lei notiamo subito una certa irrequietezza, che però riesce a nascondere sotto alla facciata di figlia perfetta, tutta obbedienza e accondiscendenza. Dietro ad una così rigorosa solerzia, si nasconde una ferita d'infanzia e il timore che i genitori non la considerino una brava figlia. C'è una cosa che però rischia di mandare in frantumi quella facciata e rovinare l'imminente matrimonio con Feodor, impostole dai genitori visto che alla veneranda età di 26 anni ancora non ha marito: il suo amore segreto per Jaska, che di anni ne ha solo 19 e viene da una famiglia più modesta. Dietro alle appartenze, si nasconde una donna irrequieta, una bomba pronta ad esplodere. Ed è proprio la crescita di questo personaggio uno dei punti più interessanti del libro. Quando finisce tra le grinfie di Slava, il misterioso custode delle bambole magiche la obbliga a fare un percorso doloroso, ma che le permette di conoscersi meglio e gettare la maschera con chi la circonda. Ognuna delle bambole di legno ne contiene a sua volta una più piccola e l'apertura di ognuna di esse porta delle conseguenze. Una bambola dopo l'altra, uno strato dopo l'altro, Matrona si rivela a se stessa e agli altri per la donna che è in realtà, con i suoi sogni, i suoi desideri, le sue paure, senza più segreti. Doloroso, ma necessario. Inquietante, ma affascinante. E Slava si pentirà di averla spinta a seguire questa via, perchè Matrona non è solo una bambolina nelle sue mani. 

Non posso scendere troppo nei dettagli, ma avrete capito che la trama mi ha molto preso. L'idea su cui ruota questo libro è originale ed intrigante, ci sono un sacco di aspetti della storia che mi sono piaciuti e che hanno confermato la fervida fantasia dell'autrice e il suo ottimo stile. Il problema è che la sua esecuzione non mi ha convinto del tutto. C'è molta confusione. Molte scene mi hanno lasciata con un punto interrogativo sulla testa, altre ho dovuto rileggerle più volte. Le spiegazioni arrivano troppo lentamente, lasciandoci a brancolare nel buio senza le basi e confondendoci ancora di più. I personaggi minori sono piuttosto piatti e poco memorabili, continuavo a confonderli. E' difficile anche da inquadrare: strizza l'occhio allo YA, senza però esserlo perchè Matrona ha 26 anni, ma il suo modo di parlare e agire ricordano troppo quello di un'adolescente. Ma più di tutto credo di aver sentito la mancanza di un VERO antagonista e di una VERA minaccia. Ho trovato Slava molto debole e poco accativante. Hanno cercato di dipingerlo come un cattivo, ma in realtà ho faticato a vederlo così e a condannare il suo comportamento. Anzi, da un lato l'ho perfino capito.  

Neanche il lato romance della storia mi ha pienamente soddisfatta. Matrona sta per sposarsi con un bravo ragazzo di buona famiglia, ma tra i due a conti fatti non c'è nulla più di un accordo economico. Sarebbe stato interessante approfondire questo personaggio e il rapporto tra i due, ma lui appare molto sporadicamente durante la storia e gli incontri della coppia sono piatti e poco interessanti. E' talmente palese quanto sia insignificante questo personaggio, che spesso me lo sono perfino dimenticato. Il vero interesse amoroso di Matrona è Jaska,  un ragazzo molto più giovane di lei e proveniente da una famiglia più modesta. Adorabile, è impossibile non prendersi una cotta per lui. Per quanto lui mi sia piaciuto, anche qui mi è mancato qualcosa. Ho visto una scintilla tra loro, del potenziale, ma non sono riuscita a farmi coinvolgere pienamente da questo amore proibito.  

In conclusione? Un libro carino, dalla trama originale ed appassionante, ma poco riuscito nell'esecuzione. Una lettura piacevole grazie alla quale possiamo apprezzare la fervida fantasia e l'ottimo stile dell'autrice, ma a cui manca qualcosa. Non all'altezza dei libri precedenti. Ma uno scivolone può capitare a tutti!   
 
 ♥Non male

"Solo due giorni. Ti prego non impazzire, pregò, stringendo la quinta bambola di Pavel nel pugno. Si inginocchiò davanti a Jaska e prese la bambola del carpentiere, aprendone il primo strato. Condannato dalla tua gente.
Aprì il secondo. Condannato da te stesso.
Aprì il terzo. Per vedere chi eri.
Aprì il quarto. Per vedere chi potresti diventare." 

4 commenti:

  1. Mmm... non ho amato affatto la precedente serie dell'autrice (anzi...), quindi non so bene se buttarmi su questa sua nuova avventura. La trama sembra avere del potenziale, come la tua recensione mi ha confermato, però...
    Non so: immagino che dovrò rifletterci ancora un po'! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me Paper Magician è piaciuto tantissimo(issimo!), questo parecchio meno. La terrò ancora d'occhio in futuro ^_^

      Elimina
  2. Che bello che tu abbia amato così tanto Paper Magician, da tanto l'ho nella lista ma non ho mai trovato occasione. Anche perchè in libreria non si trova facilmente. Te l'hai ordinato da internet? Anche questo suo libro sembra intrigante comunque, magari dopo la serie lo proverò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me l'anno regalato per Natale, preso su Amazon! Online si trova tutta la serie, e se vuoi una dritta, Paper Magician al momento è in vendita su Libraccio tra i Remainders a soli 6,70 euro! :)

      Elimina

Grazie per aver letto il mio post ❤
Lascia un commento se ti va!