giovedì 25 maggio 2017

Shadow Magic Week | Day #7 ~ Intervista a Joshua Khan

Ciao a tutti! L'ultima tappa del nostro viaggio nel mondo di Shadow Magic si è fatta un po' attendere, ho dovuto slittare di qualche giorno (magari si potesse fare anche con i giorni della settimana!) ma all'ultimo sono riuscita a trasformarla in qualcosa di davvero speciale. Credo che valga l'attesa! *rullo di tamburi* Sono felice di presentarvi la mia intervista al bravissimo creatore della serie, Joshua Khan, che si è prestato gentilmente alla mia follia da fangirl ;)


Benvenuto e grazie mille per la tua gentilezza! Pronto? Cominciamo! So che hai iniziato a scrivere in un modo insolito: grazie al gioco di ruolo Dungeon & Dragons. Hai ancora questo hobby? Come sei passato da questo ai libri?
Gioco ai giochi di ruolo da quando avevo 12 anni. Non ci ho messo molto ad iniziare a creare le mie avventure. Da quelle più semplici (trova il nascondiglio del goblin e affrontalo) fino a quelle davvero elaborate che costruivo nel corso di anni e anni. World building, ambientazioni d'atmosfera e personaggi interessanti sono tutti essenziali per creare un'avventura di role-playing. Passare ai libri è stato piuttosto facile. Anche se c'è molto più lavoro, visto che i lettori non possono contattare lo scrittore per avere chiarimenti come fanno i giocatori. Quindi la trama ha bisogno di essere più concisa.

Quando hai iniziato, è stato difficile trovare un editore? 
I tuoi libri sono mai stati rifiutati?
Non sapevo niente del mondo dell'editoria, quindi ho fatto un sacco di errori. Cose come mandare capitoli bizzarri agli agenti, piuttosto che seguire semplicemente le loro linee guida! Sono stato respinto 12 volte, ma una di quelle lettere di rifiuto mi ha dato alcuni consigli su come migliorare, quindi è stato incredibilmente d'aiuto. Così ho revisionato e revisionato per 4 anni, poi mi sono iscritto ad un concorso di scrittura (Undiscovered Voices organizzato da SCBWI-BI), e sono stato scelto tra i vincitori. E questo mi ha portato al mio primo contratto di pubblicazione, nel 2008.

Hai pubblicato altri libri con il tuo vero nome, Sarwat Chadda, ma questa volta hai scelto di usare uno pseudonimo. Qual è la ragione di questa scelta? Userai lo pseudonimo solo per questa serie o rimpiazzerà il tuo vero nome?
Ci sono state diverse ragioni. La prima è che avevo un contratto di pubblicazione come Sarwat per scrivere Spirit Animals per la Scholastic, che sarebbe uscito più o meno nello stesso periodo di Shadow Magic. Lo pseudonimo teneva le due serie separate, e lontane dai miei lavori precedenti. Quindi nel 2016 avevo due libri in uscita, uno come Josh e l'altro come Sarwat. Usciranno due libri anche nel 2018, quindi due diversi nomi aiutano. Un'altra ragione è che come Sarwat sto pianificando di scrivere qualcosa di molto diverso dal mio solito fantasy. E' ancora un po' un segreto al momento, ma spero di poterne parlare entro la fine dell'anno. Scrivere è un processo lento! Josh è impegnato a finire Shadow Magic #3 e alcune altre cose.

Shadow Magic è un'avventura dark, con zombie, fantasmi, un regno oscuro, una principessa gotica e un'ambientazione tetra. Hai preso ispirazione da qualche film, libro, telefilm per creare quest'atmosfera?
L'Hobbit è stata l'ispirazione più grande. Amo il libro e volevo scrivere qualcosa che desse al lettore la sensazione di entrare in un altro mondo, nel modo più coinvolgente possibile. Volevo che il mondo di Lily e Thorn desse l'impressione di essere davvero vissuto, pieno e completo, anche se tu stavi esplorandone solo una piccola parte, almeno all'inizio. Tolkien l'ha fatto brillantemente con brevi storie e riferimenti continui al suo mondo fuori della Contea e dalle avventure di Bilbo. Anche Harry Potter è stato un ispirazione, in particolare Hogwarts. La scuola stessa è un personaggio, quindi volevo che Castel Cupo avesse una sua presenza potente. Doveva essere unica e maestosa.

Avevi pianificato fin dall'inizio di scrivere una serie?
Scrivere è un affare caotico, soprattutto quando inizi una nuova serie. Ci ho messo due anni a creare e scrivere Shadow Magic, c'è stato un enorme lavoro di revisione durante la stesura. La prima bozza è finita nel cestino, e questo è successo dopo un anno di lavoro! Scarti centinaia di idee, i personaggi evolvono e si moltiplicano, l'ambientazione cambia da questo a quello, a qualcos'altro ancora. Quindi quando scrivi il primo libro, c'è un sacco di roba che lasci indietro. Così, quando abbiamo lanciato Shadow Magic, sapevamo che c'erano un'altra storia sullo sfondo, pronta a partire, ma non ancora iniziata. Quando Disney mi ha chiesto idee per il secondo libro, io gliele ho date. Questo ha portato all'instante ad un contratto per il secondo libro, il che è stato magnifico. Shadow Magic era in libreria da otto mesi quando Disney ha chiesto un terzo libro. Ci speravo, e avevo già pianificato qualcosa, ma non avevo scritto nulla. Ormai conosco bene i personaggi, e sapevo che avremmo usato il terzo libro per esplorare il Sultanato del Fuoco e le Shardlands, quindi tutto è andato al suo posto rapidamente. Ora sto pensando al quarto libro, ma questo, come tutto, dipende da quanto bene andranno i primi due. Dipende da persone come te, Vanessa! Ogni libro potrebbe essere letto come un autoconclusivo, anche se leggerli in ordine ti da un quadro completo. Il mondo di Shadow Magic è enorme, pieno di stanze per un sacco di storie, questo è il mio approccio. 

Ho amato il world building della serie. L'ambientazione è sempre una delle mie cose preferite nelle avventure fantasy, con paesaggi incredibili, mappe, regni, leggende. Come nasce un nuovo mondo? Hai studiato tutti i dettagli prima di iniziare? O l'hai costruito con la storia?
Grazie, è stato un lavoro difficile ma incredibilmente divertente! La prima cosa da fare è il tema. Molti fantasy hanno la magia, ma quali sono le regole della magia? Sapevo che i maghi sarebbero stati il cuore della storia, quindi avevo bisogno di crearli meticolosamente  e fare in modo che ognuno di loro spiccasse tra gli altri. Dunque il vecchio accostamento della magia agli elementi. Terra, vento, fuoco, acqua, poi luce e oscurità. É tutto partito da lì. Amo le storie inquietanti così ho capito che avrei incentrato la mia sul regno delle tenebre. Non l'ho costruito per intero, ma a pezzi. Vedrai che il secondo libro è ambientato nella Geenna settentrionale. Siamo nello stesso paese del primo libro, ma esploriamo un nuovo territorio. Se i personaggi non ne hanno bisogno, non ne parlano. Mi permette di sorprendere il lettore. Hai qualche accenno delle altre terre, ma è tutto qui. Mi dà libertà di costruire quando mi vengono nuove (e migliori) idee, piuttosto che intrappolarmi perchè ho spiegato troppo, troppo presto. 

Lily è un personaggio davvero forte. É così giovane ma ha già dovuto affrontare così tanto dolore. Ha due lati: la principessa oscura, che è pronta a sacrificare se stessa e la sua felicità per il regno, che deve essere seria e responsabile, e la ragazzina, la ribelle che sogna di essere libera e fare qualsiasi cosa voglia, incluso usare la magia. Non è il genere di principessa che aspetta che il principe venga a salvarla. Può controllare gli zombie e combattere con i suoi poteri. É un'eroina! Abbiamo bisogno di ragazze come lei! É ispirata a qualcuno di reale? 
Oh, adoro Lily! E' basata su due personaggi reali. Malala Yousefzai, la giovane ragazza pakistana a cui i talebani hanno sparato. Ha combattuto per il diritto all'educazione delle ragazze e questo, tristemente, è una cosa pericolosa in molte parti del mondo. Lily affronta le stesse difficoltà. Perchè le ragazze non possono avere la stessa educazione dei ragazzi? La seconda è la regina Elisabetta I. Era una regina potente e influente, che ha governato l'Inghilterra per oltre 40 anni. Ma non ha mai preso in mano una spada o un'armatura. Era fantastica, senza essere una guerriera. C'è pieno di donne guerriere nei libri di questi tempi. Ma questo ti rende in automatico una persona forte? Volevo mostrare un diverso tipo di forza. L'ultima ispirazione per Lily sono state mia moglie e le mie figlie. Per così tante ragioni che non posso nemmeno iniziare a spiegare! 

Come sono nate le bellissime illustrazioni del libro? L'illustratore, Ben Hibon, ha avuto carta bianca con la sua arte? O gli hai dato delle idee da cui partire? 
Ben è un genio. L'ho incontrato una volta, prima che si trasferisse in america, e quella che doveva essere una chiacchierata di mezz'ora è diventata una discussione di due ore su praticamente qualsiasi cosa. Non aveva bisogno di una guida, ha solo letto il libro e l'ha amato. Sono molto fortunato che lavori alla mia serie.
Quanto sei coinvolto quando uno dei tuoi libri arriva in un paese straniero? 
Ti sei trovato bene con DeAgostini?
DeAgostini SPACCA! É assurdo, ma è fantastico avere dei lettori in Italia. Sono stato molto fortunato che mi abbiano voluto al Lucca Comics lo scorso novembre. Mi ha sorpreso. Riccardo, l'addetto stampa, è straordinario. Lui e il resto della squadra supportano completamente la serie e questo è piuttosto raro. Pensa a tutti i libri che pubblicano ogni anno! Il successo di Shadow Magic in Italia dipende tutto dall'amore della DeAgostini. 

So che sei stato in Italia varie volte! Hai qualche ricordo da condividere?
Sono stato in Italia sette volte mi pare. La amo. Ok, ho fatto latino a scuola e i libri erano tutti ambientati a Pompei, e parlavano della nota eruzione del AD79. Quando ho avuto il mio primo contratto mi sono premiato con un viaggio lì, nel 2008. Amo la Sicilia. Il panorama è da togliere il fiato, non avevo mai visto dei colori simili, e la storia è affascinante, con il suo antico passato, i Mori, i Normanni e così via. E come puoi paragonare qualsiasi luogo a Roma? Sono un grande fan della storia, quindi è stato meraviglioso camminare  e visitare il Colosseo, passeggiare per il Palatino e fare un giro al Circo Massimo. Mi sono fatto dei grandi amici attraverso la DeAgostini, quindi spero di tornare presto. 

Il seguito di Shadow Magic, Dream Magic, è appena uscito in Italia. Cosa ci possiamo aspettare questo libro? Puoi rivelarmi qualche dettaglio? 
NO! Leggilo e lo scoprirai! Ok, un piccolo indizio. É ambientato tre mesi dopo il primo libro, quindi Lily è più coinvolta dal suo ruolo di sovrana, e in tutti i problemi che derivano dal cercare di governare un paese che improvvisamente inondato da non morti. Thorn invece sta ancora cercando di acclimatarsi. Si sente ancora un forestiero e ci sono grandi domande su cosa Tyburn (il boia) voglia davvero da lui. E poi c'è Ade. Più vecchio, più grosso e più irascibile che mai! Ho ampliato la magia, un pochino, quindi scoprirai qualcosa della magia degli altri regni. Non posso dire di più, o rovino la trama!

Nel frattempo, stai lavorando al terzo libro della serie, Burning Magic. Sarà l'ultimo? Sei completamente concentrato su questa serie o stai già pensando a cosa scriverai dopo? Hai qualche progetto in mente?
Spero di scrivere ancora, ma questa dipende tutto dai lettori. So la trama (più o meno) e anche il titolo (no, non te lo dico). Ciò nonostante, ho un nuovo progetto a cui sto lavorando. É stato rinfrescante lavorare a qualcosa diverso da Shadow Magic. Ho quasi finito, quindi spero di annunciarlo verso la fine dell'anno. 

Ultima domanda. Ma non meno importante. Sei un tipo da cani, da gatti, o da pipistrello gigante? :P 
Tu cosa dici?

Vi invito a seguire l'autore su Facebook e Twitter! É uno dei più carini e gentili con cui ho avuto a che fare! Un motivo in più per leggere Shadow Magic! Vi lascio anche la mia recensione
E ora non mi resta che augurarvi buona lettura ;)

2 commenti:

  1. Oh ma che bella questa intervista.
    Il fantasy non è il mio genere preferito ma ho adorato Shadow Magic e leggerò quanto prima Dream Magic.
    In quest'intervista si conosce meglio chi si cela dietro le storie ed è sempre bello.

    p.s. mi sono unita ai tuoi lettori fissi.
    Se vuoi ricambiare mi trovi qui
    http://imieimagicimondi.blogspot.it/

    RispondiElimina
  2. Shadow Magic è una di quelle serie assolutamente da leggere, sono felice che ti sia piaciuto nonostante tu non sia un'appassionata del genere!
    Ps. Grazie, passo volentieri! :)

    RispondiElimina