giovedì 25 luglio 2013

RECENSIONE: Tre racconti inediti di Lissa Price

Oggi vi parlo di tre brevi racconti che Lissa Price ha pubblicato in ebook e che sono disponibili gratuitamente. Si collegano tutti alla bellissima dualogia composta da Starters e Enders.  Vi consiglio sia la serie che queste tre piccole chicche! Una serie originale e imperdibile!

Titolo: Breve storia di uno Starters
Titolo originale: Portrait of a Starters  
Autore: Lissa Price 
Editore: Sperling & Kupfer

Trama: Los Angeles, tra qualche anno. Immagina di vivere in un mondo devastato dalla guerra e dalla fame. Un mondo in cui una terribile pandemia globale ha decimato la popolazione adulta tra i venti e i sessant'anni, lasciando in vita solo i giovani e i vecchi. Immagina di avere sedici anni, essere solo, senza una casa e senza un soldo. Immagina di poter contare solo su un'amica, un'amica speciale. Callie. E immagina che lei un giorno scompaia, all'improvviso.. 

Recensione
In questo primo breve racconto incontriamo Michael, che abbiamo già conosciuto in Starters. E' amico di Callie, la protagonista, e con lei e il suo fratellino cerca di cavarsela come può nel mondo devastato da una terribile guerra batteriologica che si è portato via tutti gli adulti, lasciando vivi solo i giovani e gli anziani. Il racconto segue il suo punto di vista con una narrazione in prima persona. Quando Callie gli chiede di badare al suo fratellino lui accetta, ma poi decide di seguirla insospettito dal suo atteggiamento. Noi sappiamo che è diretta alla Prime Destination, ma lui no. Mentre la segue, attento a non farsi vedere, si imbatte in alcuni Starters ben vestiti e tirati a lucido, Starters che fino a pochi mesi prima erano nelle sue stesse condizioni, ma che ora sono ricchissimi e non lo degnano neppure di uno sguardo. Inizia così a sospettare che siamo coinvolti in qualcosa di grosso e che tutto abbia a che fare con la Prime Destination. In realtà non accade nulla di particolare, questo è forse il meno riuscito dei tre a livello narrativo perchè si limita a riprendere un breve stralcio di Starters e a rivederlo da un'altra prospettiva, ma questa operazione si è rivelata interessante. Non solo abbiamo avuto un nuovo punto di vista ma abbiamo anche potuto conoscere un po' meglio Michael e vedere l'affetto sincero che lo lega a Callie.                                                          Valutazione: Non male 

Titolo: Breve storia di un Ender
Titolo originale: Portrait of a Marshal
Autore: Lissa Price 
Editore: Sperling & Kupfer 

Trama: Los Angeles, tra qualche anno. Immagina un mondo devastato da una pandemia che ha ucciso l'intera popolazione tra i venti e i sessant'anni. Immagina una città abitata solo da giovani, gli Starters, e da vecchi, gli Enders. E immagina poi che gli Enders siano persone senza scrupoli capaci di affittare il corpo degli Starters soltanto per rivivere emozioni ormai dimenticate. Ma tutti gli Enders sono cattivi? Non proprio. Trace Walsh, cento anni e una vita difficile alle spalle, un uomo buono, generoso, gentile. Ed disposto a tutto pur di trovare l'assassino della nipote, scomparsa dopo aver messo in affitto il proprio corpo... Un racconto inedito dal ritmo mozzafiato. Imperdibile per chi gi entrato nello straordinario mondo post-apocalittico di Lissa Price e per chi non vede l'ora di conoscerlo. 

Recensione
Leggendo questa serie abbiamo imparato a conoscere gli Ender, a conoscere gli sceriffi e il terrore che incutono ai giovani Starters, ma Trace Walsh è diverso. E' ossessionato dall'omicidio di sua nipote Jenny. Per questo, quando diverse ragazze molto giovani vengono trovate brutalmente uccise, decide che non può stare fermo a guardare. Trova un indizio, un biglietto da visita della Prime Destination, addosso ad una delle ragazze uccise, e decide di indagare per conto suo. Quando scopre di cosa si occupa la Prime Destination affitta lui stesso il giovane corpo di uno Starter per indagare dall'interno e scopre che tutte le ragazze assassinate sono state affittate dalla stessa donna: è lei l'assassina che sta cercando? La storia si svolge in parallelo a quella di Callie, senza mai incrociarla. Per la prima volta abbiamo il punto di vista di un Ender, Trace però non è come gli altri, a lui importa davvero della sicurezza degli Starters e vuole aiutarli ad ogni costo, soprattutto visto che non ha potuto aiutare sua nipote a rimanere in vita. Anche lei è vittima dello stesso assassino che sta uccidendo metodicamente una serie di ragazze giovani e carine, tutte donatrici della Prime. Mi è piaciuto molto questo personaggio e il fatto che abbiamo finalmente avuto anche il punto di vista di un Ender. Finora sono stati descritti come personaggi senza scrupoli, egoisti e crudeli, ma come sempre non si può fare di tutta l'erba un fascio. Trace è generoso e gentile, in ogni ragazza vede la sua Jenny, vede i suoi occhi e la sua bellezza in ognuna di loro, ed è pronto a rischiare anche la vita per scoprire chi le ha uccise. Una storia davvero travolgente, con un protagonista anziano, ma carismatico, che non può che conquistarvi.                                                                     Valutazione: Imperdibile!
  
Titolo: Breve storia della fine del mondo
Titolo originale: Portrait of a Spore
Autore: Lissa Price 
Editore: Sperling & Kupfer 

Trama: Los Angeles, tra qualche anno. Immagina che il mondo come l'hai sempre conosciuto non esista più. Immagina fame, miseria, distruzione ovunque. E immagina poi che una terribile pandemia si stia per abbattere sul nostro pianeta. Che cosa faresti? Barbara Woodland è disposta a tutto pur di salvare i propri figli, Callie e Tyler. Anche a immischiarsi in affari illegali per comprare il vaccino sul mercato nero.. 

Recensione
Quest'ultimo breve racconto è ambientato prima dell'arrivo delle spore, quando Callie e Tyler vivono ancora con i loro genitori. Le cose non stanno andando bene, la gente è disperata e senza cibo, molti negozi sono chiusi, non puoi fidarti di nessuno. La famiglia di Callie sta cercando di andare avanti. Tyler va con un amico in visita al museo di storia naturale. E' solo una breve gita, ma sua madre Barbara non può evitare di pensare che quella sia l'ultima volta che lo vede. I suoi figli sono stati vaccinati, sono al sicuro, ma cosa farebbero da soli? Barbara non esiterebbe ad approfittare del mercato nero per procurare un vaccino anche per se stessa e il marito, ma lui  rifiuta, la sua etica glielo impedisce. Tutti sanno che un'attacco batteriologico potrebbe essere imminente, ma in fondo sperano non accada nulla e che tutto si sistemi. Purtroppo non sarà così. Stavolta abbiamo un doppio punto di vista: da una parte quello di Barbara dall'altro quello delle spore. La scelta è molto particolare. Finalmente abbiamo la possibilità di conoscere un po' meglio la madre di Callie e di vedere la loro famiglia vivere una vita quasi normale. Abbiamo modo di vedere il suo affetto per i figli, l'amore di una madre che farebbe di tutto per tenerli al sicuro. Scene di quotidianità, come madre e figlia tra le corsie di un supermercato, sono alternate da altre surreali, tra la paura delle spore e quella per i disperati pronti a tutto pur di trovare un po' di soldi o di cibo. I capitoli dedicati alle spore alla fine si intrecciano con quelli di Barbara per portarci al triste prologo che ormai conosciamo: quello di una famiglia distrutta.                                                                       Valutazione: Bellissimo!

7 commenti:

  1. Ho Enders, ma devo prendere il primo romanzo, Starters... Chi sa come li troverò! I racconti sembrano belli (:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I pareri sono contrastanti, ma a me è piaciuta molto come serie, anche se il secondo purtroppo non è stato all'altezza del primo. Tutto sommato una bella serie, originale :)

      Elimina
  2. Io invece finora ho letto, in inglese, "Starters", e poi anche il raccontino su Micheal! :) Mi sono piaciuti molto entrambi, ma forse avrei fatto meglio a leggere prima il racconto breve: sapere già tutto quello che sarebbe accaduto, in anticipo, mi ha un po' rovinato il gusto della lettura! ;(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì hai ragione, avrei dovuto farlo anche io, per questo l'ho trovato un po' meno interessante degli altri. Mi pare che il primo sia uscito prima di Starters, quindi il suo compito era incuriosire :)

      Elimina
  3. Ciao, ho appena scoperto il tuo blog, ti ho amica su goodreads :)
    Molto carino!!
    Comunque io ho letto solo Starters, credo che leggerò al più presto gli altri due racconti :)
    COmunque ti rubo il banner, spero non ti dispiaccia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio :) Certo fai pure! Ricambio volentieri :)

      Elimina