mercoledì 27 giugno 2018

Blogtour | Il labirinto di fuoco di Rick Riordan ~ Recensione

Il labirinto di fuoco di Rick Riordan
Le sfide di Apollo #3
Mondadori (2018) | 412 pagine | 18 euro

Non c'è pace per Apollo! Zeus non ha ancora intenzione di perdonarlo nè di ridargli i suoi poteri divini, quindi le sue imprese al fianco della semidea Meg continuano. Dopo aver liberato due oracoli, ora tocca al terzo, la sibilla di Eritrea, imprigionata in un luogo che i semidei conoscono molto bene: il labirinto di Dedalo. Sotto al deserto californiano, il labirinto è diventato la prigione perfetta: difeso da terribili guardie e grandi magie, presidiato dall'essenza di un'antica divinità e controllato da un nuovo temibile avversario, il terzo imperatore membro del Triunvirato, deciso a distruggere Apollo per diventare il nuovo dio del sole. Questa volta l'impresa sembra davvero disperata, ma Apollo e Meg ricevono degli aiuti preziosi: la guida di un satiro, la forza di due semidei ormai temprati da mille battaglie, i consigli e le cure delle driadi e la protezione di un luogo magico riemerso dal passato. Apollo ormai ha solo una certezza: non potrebbe mai farcela senza i suoi amici.

Recensione
Quando parlo di Rick Riordan inizio più o meno sempre nello stesso modo. Considero quest'uomo un mostro sacro della letteratura per ragazzi, una delle colonne portanti del genere, un esempio e un'ispirazione per chiunque voglia scrivere fantasy. Come autore ha tre grandi punti forti: la caratterizzazione dei personaggi, l'irresistibile ironia e la capacità di essere sempre incredibilmente originale. Nessuno come lui riesce a dare voce alla diversità. I suoi personaggi ne sono un vero inno. Oltre ad avere personalità estremamente diverse, appartengono ad etnie diverse, religioni diverse, hanno orientamenti sessuali diversi, ci sono perfino personaggi affetti da disabilità e i semidei in generale sono diventati i paladini di tutti i ragazzi dislessici. Non ho mai incontrato nessun altro autore che fosse riuscito ad inserire nei suoi libri una così ampia gamma di sfumature di esseri umani. E la cosa bella è che rende ogni diversità incredibilmente normale. Questo è uno dei motivi per cui i ragazzi lo amano, perchè tutti riescono a trovare almeno un personaggio in cui identificarsi. Che sia il suo aspetto, la sua personalità, i suoi sogni, ciò in cui crede o ciò che si ritrova ad affrontare. Di lui adoro anche il fatto che è uno dei pochissimi autori che riesce a rendere le sue storie sempre più appassionanti con il passare del tempo, senza mai cadere nel banale. Dopo ben 13 volumi e tre serie ambientati nel mondo degli dei greci un lettore che non conosce bene Rick Riordan potrebbe pensare che ormai la storia sia trita e ritrita, i colpi di scena scontati, i personaggi uno la copia dell'altro, i cattivi mosci. E invece no. Ha l'incredibile capacità di continuare a stupirci, rendendo le sue storie sempre più complesse. Se non avete ancora conosciuto Percy Jackson e i suoi amici, dovete davvero iniziare questa serie. Non ve ne pentirete! 

Ma entriamo nel vivo e parliamo di questo nuovo libro! Una delle cose che mi piace di più di questa serie è vedere come Riordan riesce a intrecciare la nuova storia e i suoi protagonisti, Apollo e Meg, con vecchie glorie che conosciamo bene e che siamo ansiosi di rincontrare per scoprire come è evoluta la loro storia dopo la fine di Eroi dell'Olimpo. Dopo Percy, Nico, Leo e Calipso (per citare qualcuno tra i più importanti) stavolta ad aiutare Apollo arrivano Grover, il satiro protagonista della prima serie e grande amico di Percy Jackson, e Piper e Jason, semidei protagonisti della seconda. Il loro ruolo sarà di grande importanza! Grover avrà il compito di guidarli nel labirinto, con cui, se ben ricordate, ha già avuto ampiamente a che fare nel corso delle sue avventure al fianco di Percy. Inoltre lo vedremo, da bravo satiro, coraggiosamente impegnato nella protezione delle terre californiane, tormentate da incendi e terremoti. In particolare difenderà le driadi di Aeithales, un luogo magico e potente che diventerà un po' la base dei nostri eroi per questa avventura. Ho adorato il rapporto che si è sviluppato tra lui e Meg. Essendo lei una figlia di Demetra sono entrati subito in grande sintonia. Tra amanti della natura ci si intende! Anche Piper e Jason, richiamati all'avventura, saranno essenziali per la vittoria. Vi ricordate di loro vero? Lei è figlia di Afrodite, potente maga dalla lingua ammaliatrice, capace di ammansire anche il più feroce guerriero con una parola, e altrettanto letale con il suo pugnale, lui è figlio di Giove, grande guerriero, sa volare e cavalca un cavallo di vento di nome Tempesta. Molte cose sono cambiate da quando li abbiamo incontrati l'ultima volta, ma non si tirano indietro neppure stavolta! Tra i personaggi che tornano a dare una mano ci sono anche Coach Hedge, il satiro protettore di Jason, Piper e Leo nella serie Eroi dell'Olimpo, e la sua signora, la ninfa Mellie, ora diventati amorevoli genitori. Ogni personaggio trova il suo posto , dando il suo contributo alla missione di Apollo. Non posso che adorare la scelta di Riordan di mixare il vecchio e il nuovo. Il risultato è ottimo e niente sembra mai forzato o fuori posto.

La nuova avventura ruota intorno a labirinto di Dedalo e a Erofile, la sibilla di Eritrea, appassionata di quiz e parole crociate. Trovarla sarà davvero difficile, perchè a farle la guardia ci sono una maga potentissima, l'essenza di un antico dio che infesta il labirinto e le terribili guardie mercenarie chiamate pandai, otto dita per mano, orecchie grandi come quelle di Dumbo e un addestramento militare di tutto rispetto. Ma l'ostacolo più grande è lui, l'imperatore. L'ultimo dei tre antichi imperatori romani che si sono uniti in un Triumvirato che sta dando problemi ai nostri amici da parecchio tempo ormai. A differenza della trama spoiler diffusa da Mondadori, io non vi svelerò la sua identità, ma posso dirvi che con lui c'è poco da stare sereni. Questo è forse il più temibile dei tre. State attenti a cosa dite, perchè se gli giurate fedeltà e gli offrite il vostro cuore, sarebbe capace di prendervi in parola. Un po' troppo in parola. Questi imperatori sono davvero dei cattivi terribili, forse peggiori di tutte le divinità e i mostri che abbiamo conosciuti nel corso degli anni. Sono diabolici, astuti, crudeli e sadici. Mentre leggevo sentivo un autentico terrore all'idea di incontrarli, avevo paura di ciò che avrebbero potuto fare, più di quanto mi sia capitato con certi mostri. Riordan è riuscito a creare dei superbi villain, ancora una volta.

Uno dei tanti talenti di questo autore è quello di creare luoghi ricchi di magia e fascino. Stavolta ci regala la suggestiva Aeithales. A prima vista sono solo vecchie serre e rovine distrutte da un incendio, ma in realtà è un luogo ricco di magia naturale ed è la casa di molte driadi, che hanno resistito al clima difficile del deserto. Tra loro ci sono l'adorabile Aloe Vera, sempre pronta a dispensare le sue cure efficaci, l'avventuroso Goisuè dalla pelle scura come la sua corteccia e la pungente India, per citarne qualcuna. Questo luogo diventerà il rifugio dei nostri eroi per questa missione e scopriremo anche che è collegato al passato di Meg per cui avremo modo di approfondire l'infanzia della giovane semidea e la figura del padre ormai scomparso. Ho amato la storia di Aeithales.   

Dovete sapere che questo libro segna una svolta importante. Non posso entrare nel dettaglio quanto vorrei per evitarvi spoiler, ma vi dico che Riordan stavolta si è spinto a fare una cosa per cui in passato non aveva mai trovato il coraggio, forse per via del suo pubblico giovane. Qualcosa di molto difficile da affrontare. E io l'ho un po' amato e un po' odiato per questo. Riordan fa soffrire, è un maestro dei cliffhanger, è bravissimo a tenere gli innamorati divisi e a farti credere che tutto è perduto, ma di solito alla fine tutto si risolve sempre per il meglio. Stavolta per certi aspetti va diversamente. Per questo è sicuramente uno dei libri più maturi ed adulti della serie. Le cose si stanno facendo davvero interessanti. Nel prossimo volume l'avventura proseguirà in direzione Campo Giove, come sospettavo, e spero potremo rincontrare Hazel e Frank. Quel che è certo è che al centro della prossima avventura ci sarà la semidea romana Reyna e non vedo davvero l'ora di scoprire cosa succederà!

Bellissimo!

"Ho notato che voi umani siete più della somma della vostra storia." dissi. "Potete scegliere quanta parte della vostra genealogia abbracciare. Potete andare oltre le aspettative della vostra famiglia e della vostra società. Quello che non potete fare, e non dovreste mai fare, è cercare di essere qualcuno di diverso da chi siete."
Piper mi fece un sorriso ironico. "Bello. Mi piace. Sei sicuro di non essere il dio della sapienza?"
"In effetti, ci ho provato. Ma hanno dato l'incarico ad un'altra." 



Non perdete il resto del nostro blogtour!

5 commenti:

  1. Ciao! Ogni volta che leggo blog parlare dei nuovi libri di Riordan mi piange sempre il cuore perché mi sono fermata dopo i primi cinque di PJ ma vorrei recuperarli tutti, solo che sono ottocento e mi scoraggio ç_ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti scoraggiare, piano piano puoi recuperarli! Ti dico solo che più va avanti e più migliora, infatti amo la seconda serie ancora più della prima e anche questa con Apollo mi sta piacendo moltissimo! *_*

      Elimina
    2. Non disprerare! Io fino a un paio di anni fa non sapevo neanche dell'esistenza di questa serie che ormai fa parte della mia vita 24h su 24, ho letto il primo libro l'anno scorso e poi ho smesso di leggerlo (no ma seriamente cosa avevo nel cervello?!) Ora ho riniziato la serie a maggio e, da quanto sin belli, me ne divoro uno al giorno (no seriamente i libri non fanno neanche in tempo ad arrivare che io li finisco) quindi...fidati e ricomincia la serie NON TE NE PENTIRAI!!!

      Elimina
  2. io ho letto i primi due libri delle sfide di apollo ( ho letto prima le altre due saghe) non leggendo la saga di Magnus Chase. Non ho incontrato problemi. Volevo chiederti se ritieni che per la comprensione del terzo libro delle sfide di apollo sia necessario leggere la saga di Magnus Chase.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi leggere tranquillamente la serie di Apollo senza aver letto quella di Magnus! Sono slegate tra di loro, ci sono giusto piccoli riferimenti e citazioni un paio di volte :) Ma ti consiglio di recuperare Magnus prima o poi, è una serie molto bella!

      Elimina