martedì 13 marzo 2018

Top Ten Tuesday #22: Ten Books That Surprised Me

Ciao a tutti! Oggi per Top Ten Tuesday parliamo di libri che ci hanno sorpreso! Spesso capita di iniziare a leggere un libro senza grandi aspettative, con pregiudizi verso l'autore o il genere, scoraggiati da una brutta copertina o una trama mal scritta, altre volte ne siamo intrigati e sinceramente interessati, ma non capiamo di avere davanti un grande libro fino a che non ci immergiano nelle sue pagine. E poi BUM! Finisce che ce ne innamoriamo. Questi sono dieci dei (tanti) libri con cui mi è successa una cosa simile. 

Il primo che devo inserire nella mia lista è Tutto l'amore che mi manca di Emily Henry. Avevo letto la trama e qualche recensione, ma non mi avevano assolutamente preparato a quello che mi sono trovata davanti. La copertina italiana poi, aveva decisamente spento il mio entusiamo. E invece mi sono ritrovata a leggere una storia complicata e intensa, fatta di realtà alternative e salti nel tempo, una storia che ho amato alla follia. Nonostante sia una paurosona, ogni tanto mi concedo una lettura horror, come per esempio Anna vestista di sangue di Kendare Blake. All'inizio Anna è un autentico spirito vendicativo e assetato di sangue e questo non me lo aspettavo per niente. Peccato che la serie sia stata interrotta. Un altro libro che mi ha sorpreso è stato La ragazza di carta di Guillaume Musso, e per ben due motivi: uno, non ho mai amato questo autore, lo classificherei come 'Carino ma meh', invece qui l'ho adorato, due, c'è un plot twist davvero inaspettato che fa prendere al libro una direzione completamente diversa da quella che credevo. Wolf di Ryan Graudin all'inizio non mi aveva trasmesso grandi speranze. Seconda guerra mondiale e gare motociclistiche? Che noia! Ma l'idea di un mondo in cui Hitler ha vinto la guerra e quel pizzico di fantascienza dato dalla protagonista mutaforma hanno avuto la meglio sulla mia curiosità. E per fortuna! Questa duologia è un'autentica gemma!  
The Midnight Sea di Kat Ross per me è stato il classico libro di cui tutti parlavano e parlavano, che mi intrigava, ma che ho avevo inizialmente preso sotto gamba, sbagliando alla grande, perchè invece è stato uno dei fantasy più belli letti negli ultimi anni. My Fair Godmother di Janette Rallison è stato un acquisto instintivo. Autrice inedita in italia, poco conosciuta anche in patria, ma di una bravura incredibile, capace di farmi ridere fino alle lacrime. Non posso non nominare The Giver di Lois Lowry, una serie vecchietta, inaugurata nei primi anni 90 ma conclusasi solo pochi anni fa. Non sapevo bene cosa pensare, la struttura della serie inizialmente mi aveva lasciato perplessa (ogni libro ha un protagonista diverso, ma la storia è tutta collegata) ma alla fine l'ho amato e onestamente non credo si possa dire altro di questa serie. Puoi solo amarla.
Devo assolutamente inserire Derioma di Antonio Polosa. In questo caso non mi ha sorpreso avere amato questo libro perchè l'autore per me è una garanzia ormai, invece a lasciarmi senza fiato è stata la complessità della storia e il mix di generi. Non ho mai letto niente di simile! Passando ad un genere completamente diverso vi lascio gli ultimi due titoli della mia lista: Distorted Fables di Deborah Simeone e L'orribile karma della formica di David Safier. Nel primo caso è stato un libro spuntato dal nulla, sfuggito al mio radar delle nuove uscite, che mi ha preso alla sprovvista e che alla fine si è rivelato una bomba. Nel secondo invece ero titubante perchè l'umorismo tedesco non è dei migliori di solito, invece David Safier è assolutamente folle e geniale e originalissimo in ogni storia e dopo questo libro sono diventata una sua accanita lettrice!
E voi? Ci sono dei libri che vi hanno sorpreso? :)

Nessun commento:

Posta un commento