giovedì 1 ottobre 2015

RECENSIONE: Qualcosa di molto speciale - Sandy Hall

Titolo: Qualcosa di molto speciale
Titolo originale: A little something different
Autore: Sandy Hall
Editore:
Newton Compton  
Pagine: 256       
Prezzo: 12 Euro
Anno: 2014


Trama: L’insegnante di scrittura creativa, il ragazzo delle consegne, la barista di Starbucks, il migliore amico di lui, la compagna di stanza di lei, lo scoiattolo nel parco. Che cos’hanno in comune? A prima vista nulla, ma in effetti molto: sono, infatti, tutti convinti che Gabe e Lea dovrebbero stare insieme. Lea e Gabe frequentano lo stesso corso di scrittura creativa. Amano lo stesso tipo di cultura pop, ordinano lo stesso cibo cinese, e frequentano gli stessi posti. Purtroppo Lea è un po’ riservata, Gabe è molto timido, e nonostante la cotta che hanno preso l’una per l’altro, le cose non si sbloccano. Ma sta succedendo qualcosa tra di loro, e tutti se ne sono accorti. L’insegnante di scrittura creativa spinge perché si mettano insieme. I baristi di Starbucks li osservano come si guarda uno show in TV. L’autista dell’autobus che entrambi prendono parla di loro alla moglie. La cameriera fa in modo che si siedano vicini alla tavola calda. Anche lo scoiattolo che vive nel verde del college pensa che siano una coppia perfetta. Sicuramente Gabe e Lea capiranno di essere destinati a stare insieme…

Recensione 
A Lea piace Gabe. E a Gabe piace Lea. E tutti lo sanno, tranne i diretti interessati. Lo sa l'insegnante di scrittura creativa, che fa di tutto per farli lavorare insieme, lo sa la cameriera del loro locale preferito, che cerca di farli sedere vicini, lo sanno i ragazzi di Starbucks, che li osservano come se fossero una soap opera. Lo sanno amici, fratelli, compagni di classe. E' talmente palese che ogni sconosciuto incontrino li scambia per una coppia, anche quando sono semplicemente in fila alla cassa. Ma tra imbarazzo, timidezza ed incomprensioni le cose tra loro tardano ad ingranare e a volte sembra proprio che abbiano perso il treno, che abbiano perso il momento giusto e che le cose tra loro non inizieranno mai davvero. Si guardano, senza mai incrociare lo sguardo, si girano intorno, senza mai incrociare la loro traiettoria. Ma prima o poi finiranno insieme, non c'è alcun dubbio. Lo sanno perfino il piccolo scoiattolo che vive nel campus e la panchina su cui si siedono sempre. Due come loro sono destinati a stare insieme. Prima o poi.  

Adorabile. Non ci sono altri modi di definire questo libro. Durante la lettura non ho fatto altro che sospirare con gli occhi a forma di cuoricino. Questa è una di quelle letture da fare quando avete bisogno di molta dolcezza e tenerezza. Attraverso le sue pagine il mondo vi apparirà in rosa, e non stupitevi se sulle vostre teste vedrete sfrecciare due unicorni che corrono su un arcobaleno mangiando marshmallow. Ma andiamo con ordine. Questa è la storia di Gabe e Lea, due timidissimi compagni di corso attratti irresistibilmente l'uno verso l'altro. Niente di nuovo, direte voi. Cos'ha questo libro di diverso? Prima di tutto il grado di adorabilità di Gabe e Lea, che non è da tutti. Questi due sono talmente dolci e imbranati che è impossibile non amarli e non fare il tifo per loro. E' impossibile non gioire per ogni piccolo passo avanti, e al contrario brontolare pieni di disappunto quando uno dei due fa una mossa sbagliata che li riporta al punto di partenza. In secondo luogo, l'idea vincente di affidare la narrazione non ai protagonisti, ma a quattordici personaggi che incrociano quotidianamente le loro vite. Quattordici personaggi che hanno capito perfettamente che tra loro c'è qualcosa, prima ancora che lo facciano i diretti interessati, e che tifano per loro, danno loro una mano, cercano di avvicinarli, e a volte complottano perfino un po'. Alcuni di loro li odiano, altri li adorano, ma tutti concordano sul fatto che Lea e Gabe sono fatti per stare insieme e sperano che prima o poi lo capiscano. Ho trovato quest'idea davvero geniale e originale. Il risultato è piacevole, divertente e scorrevole. La narrazione prosegue fluida, con capitoli brevi, seguendo sempre Gabe e Lea, solo che il punto di vista si sposta a seconda dei personaggi che si alternano attorno a loro. Il rischio con quattordici personaggi, come sempre quando si parla di così tanti punti di vista diversi, era quello di mettere tutta l'attenzione sui due piccioncini, e di non fare un buon lavoro con tutti gli altri, ma l'autrice se l'è cavata benissimo: la caratterizzazione dei singoli è davvero ottima e ci si affeziona ad alcuni dei narratori tanto quanto ai protagonisti! C'è Inga, l'insegnante di scrittura creativa, una romanticona che, con la complicità del suo assistente, cerca in tutti i modi di farli avvicinare con i compiti assegnati e i lavori di coppia, c'è Charlotte, che lavora da Starbucks e insieme ai suoi colleghi spettegola su di loro in attesa di sviluppi. Ci sono Victor e Hillary, due compagni di classe che non sono proprio fan della coppia (lui li trova insopportabili e li chiama Giraffa e Big Foot, lei ha una cotta per Gabe non corrisposta). E poi ci sono Maribel, la compagna di stanza di Lea, con cui lei si sfoga alla ricerca di consigli, Danny, un suo compagno del liceo, gay, cotto di Gabe, tanto da sperare che anche lui appartenga al 'giro', Sam, il fratello di Gabe, tramite degli apprensivi messaggi della madre, e Casey, il suo migliore amico, con cui Gabe si sfoga e apre il suo cuore. I più particolari sono sicuramente uno scoiattolo, a cui Lea si ferma a dar da mangiare a volte, e una panchina, che adora il didietro di Gabe, così composto ed educato lol Insomma, i narratori sono tanti, tutti interessanti, ognuno con la sua personale visione delle cose. La trama è molto semplice, ci sono i classici fraintendimenti, incomprensioni e soprattutto parecchia imbranataggine su entrambi i fronti. Ma quel genere di imbranataggine carina, la stessa di un gattino che inciampa mentra fa fa i primi passi. Gabe e Lea mi hanno fatto sospirare e ridacchiare come una quindicenne, mi hanno fatto innamorare con loro e desiderare un amore così, un amore che si vede e si sente ovunque vai, chiunque incontri. Questo libro è sicuramente una delle mie letture preferite del 2015, e sono felicissima che sia arrivato anche da noi!    Valutazione: Imperdibile!

"Li shippo assolutamente," dice Tabby, appoggiando il mento alle mani e guardando la porta come se sperasse di vederli entrare insieme. 
"Non dovrei neppure chiedere." borbotto. 
"Dai, come quando vuoi che due personaggi di una serie tv si mettano insieme, vuoi che stiano insieme e vivano per sempre felici e contenti." 
"Pensavo che shippassi lui con te stessa." 
"Bè, ovviamente, in un mondo ideale. Ma a lui piace Lea, è ovvio. Quindi se non possiamo trovare la felicità insieme, voglio che la trovi con lei." 
"Okay, Tab, rispondi onestamente. Scrivi fanfiction sui clienti dello Starbucks?" 
"Forse dovrei," dice lei con un sorriso

10 commenti:

  1. Lo devo leggere assolutamente il prima possibile, la storia è così tenera *.*

    RispondiElimina
  2. Mi ispira un sacco questo libro *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrai che ti piacerà ** Non si può non amarlo **

      Elimina
  3. Risposte
    1. Hai fatto benissimo! L'ho visto in libreria e devo prenderlo assolutamente *w* Sono felicissima che la copertina sia rimasta la stessa :)

      Elimina
  4. Ciao!
    Anche noi abbiamo fatto una recensione di questo libro, se vuoi passa a leggerla ci farebbe molto piacere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono accorta di ora di non aver inserito il link alla nostra recensione http://bookishbrains.blogspot.it/2015/05/a-little-something-different-sandy-hall.html

      Comunque ho adorato la tua recensione :)

      Elimina