giovedì 4 luglio 2013

RECENSIONE: Happy Birthday To Me - Brian Rowe

Titolo: Happy Birthday To Me (Happy Birthday #1)
Autore: Brian Rowe 
Editore: CreateSpace 
Pagine: 314  
Prezzo: 11,99 $  
Anno: 2011

Trama: Il diciassettenne Cameron Martin ha un enorme problema: sta invecchiando di un intero anno ogni giorno che passa!  La scuola è già abbastanza difficile così, immaginate di invecchiare rapidamente nel giro di qualche settimana, senza alcuna spiegazione logica, con il ballo di fine anno, il diploma e il campionato di basket all'orizzonte. Questo è quello che succede a Cameron, un ragazzo bello e popolare che non ha mai dovuto affrontare una giornata senza sembrare meno che perfetto. Tutto ciò che Cameron vuole è tornare alla normalità, ma nessuno, neppure i migliori medici, riesce a diagnosticare la sua malattia. Quando trova l'amore in una misteriosa ragazza, tuttavia, realizza che la sua unica speranza di sopravvivenza potrebbe essere al fianco della persona che gli ha causato tutto questo..

 Recensione
Cameron è bello e popolare, ha una famiglia tranquilla e benestante, una fidanzata bellissima, è la star della squadra di basket e sogna un futuro come architetto. Cameron è perfetto. O forse no. In realtà sotto sotto è superficiale, egoista ed arrogante, non proprio cattivo, ma nemmeno perfetto come tutti credono. Ha anche una pessima abitudine: entra nei locali e facendo credere al personale che è il suo compleanno scrocca continuamente succulente fette di torta al cioccolato. Adora sentirsi al centro dell'attenzione e venire coccolato con regali e dolci. Cameron vorrebbe che ogni giorno fosse il suo compleanno. Incredibilmente viene accontentato. Da quel giorno inizia ad invecchiare di un anno ogni giorno. All'inizio tutto si riduce ad una barba troppo cresciuta e a qualche rotolino di ciccia apparso dal nulla, ma poi tutto il suo corpo inizia ad invecchiare e giorno dopo giorno Cameron vede apparire le prime rughe e i primi capelli bianchi con la consapevolezza di avere ancora poco tempo prima di giungere al capolinea. Nessun medico ha mai visto un caso simile. Non c'è cura. Non c'è speranza. O forse sì? Una storia davvero adorabile che mi ha fatto sorridere e mi ha commosso allo stesso tempo. Mentre Cameron scivola inesorabilmente verso la fine dei suoi giorni capisce i suoi errori, capisce ciò che ha sbagliato nella vita e inizia ad apprezzare ciò che invece ha dato per scontato. Anche se dentro rimane lo stesso adolescente di sempre, tutto questo lo cambia, non solo esteriormente, ma anche interiormente. Matura, capisce ciò che è davvero importante e si lascia alle spalle il ragazzino superficiale che era all'inizio. E' stato interessante anche vedere le reazioni delle persone intorno a lui perchè questo gli ha fatto capire chi gli vuole bene davvero e chi invece no. Di questa seconda categoria fa parte la sua fidanzata, Charisma, e sinceramente non ne sono rimasta affatto sorpesa. Cosa c'è di più superficiale di una fidanzata che vi vieta di fare l'amore con lei finchè non vi sarà cresciuta una virile barba da uomo? Sì, l'avrei presa a schiaffi fin dalla sua prima apparizione. Charisma è superficiale, arrogante, volubile ed egoista e non fa che pensare a se stessa e alla sua carriera di attrice ancora inesistente. Quasi non si accorge di Cameron, tranne quando si tratta di vantarsi di lui e di farlo surriscaldare con qualche focosa coccola solo per poi chiudergli la porta in faccia. Charisma è la prima ad abbandonarlo, tornando di corsa tra le braccia del suo ex, Ryan. Che fidanzata esemplare eh? Chi invece lo sorprende è Wesley, l'amico di sempre, che si dimostra più affezionato a lui di quanto avrebbe mai immaginato, rimanendogli accanto e dando vita ad alcune scene davvero toccanti. Quale amico ti rimane accanto anche dopo che gli hai distrutto per ben due volte la telecamera che ama come una figlia? Lui lo fa, e ciò che ho apprezzato di questo personaggio è il fatto che abbia continuato a trattare Cameron come il ragazzino di sempre, come l'amico che era sempre stato, scherzando e ridendo con lui anche nella drammaticità della situazione. Mi è piaciuta molto anche Kimber, la sorellina minore di Cameron. E' la classica ragazzina timida e silenziosa che venera il fratello maggiore e che spera sempre che lui abbia tempo per lei, per aiutarla o ascoltarla, che aspetta i suoi complimenti o il suo incoraggiamento, ma alla fine si ritrova sempre delusa perchè lui non fa altro che dimenticare le promesse e gli impegni. Il loro rapporto all'inizio è piuttosto superficiale perchè Cameron è troppo preso da se stesso e dalla sua vita per accorgersi di lei, ma l'esperienza che vive gli fa capire quanto sia legato a lei perchè una delle cose che rimpiangerebbe di più se morisse sarebbe non vederla crescere e non poterle stare accanto. Ci sono un paio di scene davvero toccanti che riguardano il loro rapporto in cui mi sono ritrovata con gli occhi pieni di lacrime. Anche i genitori sono dei personaggi molto positivi. All'inizio è difficile per loro vedere il figlio così, soprattutto per il padre che fa il chirurgo plastico e che quindi da molta importanza all'apparenza, ma poi riescono a concentrarsi sulle cose importanti della vita cercando di passare con lui più tempo in caso l'epilogo sia tragico. Non importa come appaia, lui è loro figlio e niente gli impedirà mai di amarlo. Chiudiamo il cerchio con Liesel, di cui non dirò molto perchè è molto importante ai fini della trama. Liesel è un'adorabile studentessa dalla chioma rossa che lavora come cameriera nel locale preferito di Cameron. Si sono incontrati lì molte volte, ma lui nella sua superficialità non l'ha mai degnata neppure di uno sguardo. Si avvicineranno solo più tardi, quando non sarà più un bel diciassettenne. Liesel è l'esatto opposto di Charisma: è dolce e adorabile come una piccola fata e la sua cotta segreta per Cameron non è scomparsa neppure dopo che il suo aspetto è cambiato. Liesel va olte l'aspetto fisico perchè lo guarda con gli occhi del cuore. Una storia davvero adorabile, piena di speranza e di dolcezza, il trionfo delle seconde possibilità. L'autore riesce a farci provare tristezza, rabbia, allegria, divertimento, orgoglio, amore attraverso sorrisi e lacrime e riesce anche a farci riflettere: mai dare per scontata la vita e le persone che ne fanno parte. Il finale è autoconclusivo, ma la storia proseguirà con altri due capitoli e da quello che ho sentito si prospetta una serie davvero adorabile e simpatica. Di sicuro proseguirò. Ve lo consiglio!                                                                 Valutazione: Bellissimo!

 Se potessi, festeggerei il mio compleanno ogni singolo giorno dell'anno!

Nessun commento:

Posta un commento