venerdì 10 maggio 2013

RECENSIONE: Stay - Tamara Ireland Stone

Titolo: Stay (Time Between Us #1)
Autore: Tamara Ireland Stone
Editore: Mondadori
Pagine: 366

Prezzo: 16,00 Euro
Anno: 2013
 


Trama: Anna e Bennett non avrebbero mai potuto incontrarsi: lei vive nel 1995 a Chicago, lui nel 2012 a San Francisco. Ma Bennett può viaggiare nel tempo, pur con il divieto di cambiare il corso degli eventi. Per cercare sua sorella che si è perduta in una dimensione temporale sbagliata, il ragazzo irrompe nella vita di Anna, recando con sé un nuovo universo, denso di avventure e possibilità. Ma se il battito d'ali di una farfalla può provocare un uragano all'altro capo del mondo, cosa scatenerà un sentimento potente come l'amore che nasce con diciassette anni di anticipo? Anna e Bennett si perdono e si ritrovano incrociando i loro destini paralleli, ma dovranno trovare il modo di fermare la corsa dell'orologio. Quanto saranno pronti a perdere pur di rimanere insieme? Quali conseguenze saranno disposti a sopportare, alterando la realtà, per proteggere il loro amore?

 Recensione
Questo è sicuramente uno dei libri che ho più atteso negli ultimi mesi, non vedevo l'ora di leggerlo, ma poi qualche recensione poco entusiasta mi ha fatto temporeggiare. Ora finalmente l'ho letto e devo dire che non ha deluso le mie aspettative. Mi aspettavo una storia dolce e un po' magica, che mi facesse emozionare e battere il cuore e l'ho trovata! Ma andiamo con ordine. Anna è una ragazza semplice, ama correre e sogna di viaggiare. Un giorno incontra Bennett, appena arrivato in città. All'inizio il ragazzo la tiene a distanza, ma fin da subito capiamo che tra loro ci sarà qualcosa di speciale. Piano piano Anna e Bennett si avvicinano, condividono i loro sogni e le loro passioni, scoprono ogni giorno qualcosa di nuovo dell'altro e alla fine inevitabilmente si innamorano. Bennett però ha un segreto che non ha mai condiviso con nessuno: viene dal futuro ed ha la capacità di viaggiare nel tempo. All'inizio Anna è entusiasta delle sue capacità, grazie alle quali possono fare bellissimi viaggi in località esotiche e vedere il mondo insieme, ma poi le cose iniziano a complicarsi mano a mano che la ragazza capisce il peso del dono di Bennett. Tornando indietro nel tempo si rischia di cambiare irrimediabilmente il futuro. E' davvero un dono o una maledizione?E cosa sarà di loro?Avranno un futuro insieme? Ho trovato questa storia molto dolce e romantica. Vediamo sbocciare un grande amore che va oltre al tempo e lo spazio. I personaggi sono tutti interessanti, a partire dai protagonisti. Anna è combattiva e testarda, un vero peperino, ma anche romantica e sognatrice e pronta a tutto per amore. Anche se all'inizio Bennet cerca di evitarla, lei gli si avvicina comunque, attirata come una calamita ,finendo per abbattere tutte le difese e le resistenze del ragazzo. D'altro canto lui inizialmente appare molto distaccato, misterioso, quasi annoito del mondo che lo circonda, ma più Anna sia avvicina a lui, più emerge il vero Bennett, un ragazzo benedetto (o maledetto?) da un potere che ha reso la sua vita diversa da quella di chiunque altro, con una madre che cerca insistentemente di portarlo da qualche medico, un padre che cerca di approfittare di lui per fare soldi, e una sorella, Brooke, che adora e che è l'unica che davvero lo capisce e con cui condivide volentieri i suoi poteri. Mi ha colpito molto il fatto che i due fratelli tornassero nel passato per stare con la nonna, che nel loro presente purtroppo è morta, e ho adorato i loro piccoli gesti verso di lei negli anni della vecchiaia e della malattia, la donna senza saperlo aveva due piccoli angeli custodi. Tornando a Brooke, è proprio lei il motivo per cui Bennett è nel passato: durante uno dei loro viaggi è rimasta intrappolata in un anno precedente alla sua nascita e ora non può tornare a prenderla. E' un personaggio molto interessante, ma purtroppo non la vediamo mai entrare in scena, tutto ciò che sappiamo di lei ci viene racconatato dal fratello. Spero di conoscerla meglio più avanti. Chiudiamo il quadro con Justin e Emma, i migliori amici di Anna: lei, alla moda,chiassosa e un po' frivola, lui, timido e impacciato, appassionato di musica e con una millenaria cotta segreta per Anna. Due personaggi davvero ben costruiti, anche se  secondari, senza i quali il libro non sarebbe stato lo stesso. Sebbene la trama sveli già una buona parte dei colpi di scena, il libro si è rivelato avvincente e mai noioso. Non è autoconclusivo, la storia proseguirà, ma nel frattempo il finale aperto e dolcissimo lascia appagati e sognanti, senza troppe domande o dubbi in sospeso, solo con la speranza di saperne di più, di conoscere meglio alcuni personaggi, di assistere ad altri incredibili viaggi e soprattutto di vivere ancora l'amore di Anna e Bennett, un amore così forte ma al tempo stesso così fragile. Anche se il tutto è incentrato soprattutto sulla loro storia, non mancano le scene buffe e divertenti e quelle più drammatiche, così come c'è anche spazio per alcuni spunti di riflessione molto profondi. Se sono la persona che sono, è perchè in passato ho fatto delle scelte, ho vissuto cose belle e brutte, e se ora tornassi indietro a cambiare anche una sola piccola cosa ora forse sarei un'altra persona. Ogni giorno con le mie scelte costruisco il mio futuro. Ogni mia sceltà mi porterà al mio destino. Se due persone sono destinate a stare insieme, non importa dove o quando, prima o poi succederà.                                                                        Valutazione: Bellissimo!

Puoi portarmi ovunque. Oppure da nessuna parte. 
Ma in qualunque posto sarai su questa terra, è lì che vorrei essere anche io. 

4 commenti:

  1. La prima recensione positiva che leggo su questo libro...io l'avevo messo da parte però magari durante l'estate lo leggerò...ogni tanto c'è bisogno anche di libri così, dolci e rilassanti ^-ì

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo, libri così fanno bene al cuore :) Magari non sarà da Oscar, ma è così piacevole e dolce che l'ho letto in un solo giorno!

      Elimina
  2. L'ho trovato molto scorrevole ma ho notato molta somiglianza con Tempest che tra l'altro non mi era piaciuto moltissimo anche se l'ho apprezzato sicuramente più di questo... Ho visto che lo stai leggendo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho già sentito del paragone con Tempest,infatti sto provvedendo a leggerlo per appurare questa cosa :D L'ho appena iniziato,poi vi dirò ;)

      Elimina