venerdì 10 maggio 2013

Dal libro al film #5: Noi siamo infinito

Mi sono accorta che finora ho parlato solo di film che mi sono piaciuti, ma in effetti è più piacevole parlare di qualcosa che abbiamo apprezzato. Vedrò di trovare un film da distruggere prossimamente lol Intanto oggi vi parlo di un film recente, di cui personalmente ho apprezzato sia la trasposizione cinematografica che il libro. Ve li consiglio entrambi :)
 
Titolo: Noi siamo infinito  
Titolo originale: The Perks of Being a Wallflower
Regista: Stephen Chbosky 
Anno: 2012
Prodotto da: 
Summit Entertainment 

Durata: 102 min  
Budget: 13 milioni di dollari
Incasso totale:
33 milioni di dollari
Cast:  Emma Watson, Logan Lerman, Ezra Miller 

Tratto da: Ragazzo da parete di Stephen Chbosky



Trama: È il 1991 e Charlie è un ragazzo molto intelligente, ma allo stesso tempo timido e insicuro, che osserva il mondo intorno a sé tenendosi in disparte. Un giorno due carismatici ragazzi dell'ultimo anno, la bella Sam e il suo impavido fratellastro Patrick, lo prendono sotto la loro ala protettrice accompagnandolo verso nuove amicizie, il primo amore, il primo bacio, le prime feste, le rappresentazioni del Rocky Horror Picture Show e la ricerca della colonna sonora perfetta della loro vita. Allo stesso tempo, il suo professore di inglese, il sig. Anderson lo introduce al mondo della letteratura, facendo nascere in lui il sogno di diventare scrittore. Tuttavia, nonostante la felicità raggiunta, il dolore del suo passato, segnato dal recente suicidio del migliore amico Michael e dall'accidentale morte di una sua cara zia, tormenta ancora Charlie. Quando i suoi amici più grandi si preparano a lasciare il liceo per il college, l'equilibrio precario del ragazzo inizia a sgretolarsi, fino a palesare una dolorosa verità. 


Dal libro al film: similitudini e differenze 
La particolarità del libro è sicuramente il fatto che si presenta in forma epistolare, con lettere indirizzate ad un misterioso personaggio indefinito. Un elemento come questo si perde facilmente nel passaggio dal libro al film, ma in questo caso è stato mantenuto con grande fedeltà. Per una volta l'autore del libro e il regista del film sono la stessa persona e questo ha sicuramento inciso molto sulla riuscita finale del film, che ho trovato davvero molto fedele, anche se in qualche modo il tutto è stato un po' alleggerito, forse per renderlo adatto anche ad un pubblico più giovane. Per esempio il sesso è molto meno presente rispetto al libro, e certe situazioni ricevono meno spazio mantenendo un tono meno drammatico, per dare alla storia un taglio adolescenziale, ma comunque profondo. La prima volta che ho visto il trailer ho pensato 'Wow Percy Jackson incontra Hermione Granger' lol Tra i protagonisti infatti ci sono Logan Lerman, aka Percy Jackson, nei panni di Charlie, e Emma Watson, aka Hermione della serie di Harry Potter, nel ruolo di Sam, ed era la prima volta che li vedevo fuori dalle rispettive serie. E' stato strano. Ma strano bello. Il cast è stato veramente ben studiato e sono stati tutti bravissimi, sopratutto Logan, che ha dato vita ad un Charlie incredibilmente vero. Ho notato davvero pochissime differenze col libro, più che differenze si può parlare di un ridimensionamento: molti aspetti sono stati infatti resi secondari rispetto al libro, come il rapporto di Charlie col professore e il tentativo dell'uomo di aiutarlo a migliorarsi non solo a scuola, ma nella vita, o il suo rapporto con la famiglia. Non sono emersi per esempio la grande ammirazione che ha per il fratello maggiore, il complesso rapporto con la sorella e i retroscena familiari riguandanti zia Helen. E' stato invece dato moltissimo spazio ai tre personaggi principali, alle loro storie, ai loro rapporti col gruppo di amici, ai loro sogni e ai loro drammi: Charlie è sconvolto per il suicidio del suo migliore amico e per la morte dell'amata zia, Patrick è imbarcato in una storia con un ragazzo che però non vuole ammettere la sua omosessualità e lo costringe a nascondersi e Sam ha un talento nel scegliere sempre gli uomini sbagliati. Sono tre protagonisti davvero interessanti e profondi che sono stati portati molto bene sul grande schermo. L'ambientazione anni '90 è stata ricreata alla perfezione anche grazie alla colonna sonora, un po' modificata rispetto a quella scelta da Charlie nel libro, ma pur sempre d'effetto! Le mie scene preferite?Quella del tunnel,scontato, la scena con i regali del Babbo Natale segreto e le messe in scena del The Rocky Horror Picture Show. E' una storia da leggere e da guardare, possibilmente senza far passare troppo tempo tra le due cose, perchè in qualche modo si completano e insieme danno emozioni ancora più grandi!

Curiosità 
- Il regista ha voluto Emma Watson nel cast dopo averla vista in Harry Potter e il calice di fuoco: a colpire il regista è stata soprattutto la scea in cui lei piange sulle scale dopo il ballo
Il film è stato girato nella periferia di Pittsburgh, dove l'autore e regista è cresciuto
- Per le scene del Rocky Horror Picture Show il regista è tornato al luogo storico dove vide il film da giovane, il Dormont Hollywood Theater
- La musica non sempre si fermavano dopo lo stop delle telecamere. Si è formata una band “da camera di albergo”, simpaticamente chiamata “Octopus Jam” composta da Ezra Miller alla batteria, Logan Lerman alla chitarra e Watson al microfono.
- Il costumista David Robinson ha usato vecchi annuari locali per assicurarsi dell’autenticità ed ha riadattato vestiti vintage di quei tempi per i costumi, tra cui anche il vestito per il ballo di Sam.
- Nella scena del tunnel sia Emma Watson che Logan Lerman sarebbero dovuti essere sostituiti da stuntman ma entrambi hanno insistito per farlo personalmente

 
In questo momento, te lo giuro, noi siamo infinito!

6 commenti:

  1. io sono una delle poche a non aver visto/letto ne l'uno ne l'altro..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda a me all'inizio ispirava ben poco.. Ma poi ho divorato il libro in un paio di giorni ,è molto scorrevole e veloce da leggere. E' sicuramente una bella lettura piacevole e anche se si parla di temi un po' pesanti come il suicidio e l'omofobia non si cade mai nel dramma. Il film mantiene lo stesso tono ed è molto emozionante :) Facci un pensierino :D

      Elimina
  2. Ne sento parlare ovunque...mi ispira più il film del libro, ma andrò con ordine e mi dedicherò prima alla lettura del romanzo e poi alla visione del film :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ho fatto così :) Devo dire che in generale non mi ispirava moltissimo la storia, invece mi sono piaicuti sia il libro che il film :)

      Elimina
  3. Ma che carini! Hanno insistito per farlo personalmente... e beh chi non l'avrebbe fatto? *A*
    Ho adorato sia film che libro e non vedo l'ora di avere il dvd :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono stati bravi, io avrei avuto paura ahaha xD

      Elimina