sabato 8 febbraio 2014

RECENSIONE: La collezionista di voci - Kimberly Derting

Titolo: La collezionista di voci (The Body Finder #1)
Titolo originale: The Body Finder
Autore: Kimberly Derting
Editore: Mondadori
Pagine: 321
 
Prezzo: 17 Euro
Anno: 2011


Trama: Violet è una ragazza con uno strano potere: riesce a percepire le impalpabili tracce sensoriali che la morte dissemina sul proprio cammino. All’inizio sono solo animali del bosco vicino a casa, le creature di cui annusa l’agonia. Ma quando a otto anni trova il cadavere di una ragazza, Violet comprende che il suo dono avrà conseguenze inimmaginabili. E con il tempo intuisce che non solo le vittime, ma anche gli assassini emanano un’impercettibile scia che odora di sangue. A sedici anni sembrerebbe l’unica persona al mondo in grado di identificare un pericoloso serial killer che pone fine a giovani esistenze in fiore. E a conoscere il segreto di Violet è solo Jay, il suo migliore amico che piano piano si trasformerà in qualcosa di più.

Recensione 
Violet è sempre stata una bambina speciale, con una capacità particolare: è in grado di sentire le tracce sensoriali, gli echi, che lascia chi è morto in modo violento, e sa riconoscere la stessa traccia anche addosso agli assassini. Fortunatamente vive in una piccola comunità e solitamente ha a che fare solo con qualche animaletto e con gli echi che cacciatori e poliziotti portano con sè. Le poche persone a conoscenza di questa sua capacità hanno imparato a convivere con le sue bizzarie e se la vedono ciondolare per il bosco come se seguisse una melodia, la assecondano e non fanno domande. Quando però un crudele serial killer inizia a prendere di mira le ragazze della città, Violet sembra essere l'unica a poterlo smascherare. Sole, giovani e carine, è così che le vuole. E' un assassino crudele e calcoratore, attento a non lasciare indizi e tracce. Ma non sa che Violet può trovare tracce che lui non può cancellare..  

Avevo questo libro in libreria da moltissimo tempo, dove è finito soprattutto per la copertina meravigliosa. Non c'è un motivo valido per cui ho rimandato così tanto la lettura, in realtà aspettavo solo di vedere se la pubblicazione della serie continuava, ma al momento tutto tace. Siccome ultimamente mi sono giù bruciata un paio di serie che avevo tanto atteso, mi sono detta, leggilo e falla finita. Così mi sono buttata finalmente su questo libro che mi chiamava senza sosta ogni volta che passavo vicino alla libreria. E ho fatto bene, perchè ho scoperto una serie davvero promettente, un mix davvero ben riuscito di paranormal, romance e thriller. L'elemento paranormale è dato dal fatto che la protagonista, Violet, riesce a sentire un eco lasciata da chi è morto in modo violento o da chi ha ucciso. Non si tratta di spiriti o fantasmi, Violet sente una traccia che può toccare ogni volta un senso diverso, un suono, un odore, un gusto, un colore e questa traccia l'attira a sè come una calamita, reclamando pace e un'adeguata sepoltura. L'assassino di questa anima, porta addosso una traccia gemella. Non ce ne sono mai due uguali. Con il tempo questi echi si affievoliscono, ma non spariscono mai del tutto. A Violet capita spesso di avvertirli anche in situazioni di vita quotidiana, basti pensare al suo gatto, un killer di uccellini e topolini, un po' come tutti i gatti, o ai cacciatori, che con i loro fucili mettono fine a tante piccole vite, o a poliziotti e dottori, a cui può capitare, volenti o nolenti, di avere a che fare con una morte. Il suo è un dono che è sempre stato considerato più come una bizzaria, sia da lei stessa, che dalle poche persone che ne erano a conoscenza. E qui l'elemento paranormale si intreccia con il thriller, perchè in città iniziano a sparire molte ragazze, tutte giovani e carine, più o meno della sua età. Il primo cadavere è proprio lei a trovarlo, dando il via al caos e al panico che dilaga tra le coetanee delle vittime e le loro famiglie. Una cosa molto interessante di questo libro è che i capitoli incentrati su Violet sono inframmezzati da brevi capitoli scritti dal punto di vista del serial killer. In questo modo siamo resi partecipi dell'azione e veniamo a conoscenza di dettagli succulenti prima di qualunque altro personaggio, il che non fa che incrementare la suspense, soprattutto perchè ad un certo punto l'assassino prenderà di mira proprio Violet. Siamo totalmente coinvolti, tanto che verrebbe spontaneo urlare 'No, non andare là!' proprio come quando guardiamo un film! Il tutto è condito con un tocco di romance, che, come dico sempre, non guasta mai! Specifico che questo elemento non è solo di sfondo, ha molto spazio nella storia, ma senza essere eccessivo o smielato. La controparte maschile è Jay, un aitante giovanotto con cui Violet è legata da una solida amicizia fin da bambina. E' il suo migliore amico da sempre, l'unica persona al di fuori della sua famiglia a sapere del suo dono. Da qualche tempo però i suoi sentimenti per lui hanno iniziato a cambiare, anche se lei cerca di negarlo con tutte le sue forze. Lui è adorabile, molto dolce e simpatico, nonchè talmente affascinante da essere seguito da un autentico fanclub. Le cose tra loro evolvono in modo un po' buffo e impacciato, ma molto dolce: entrambi sanno che qualcosa sta cambiando, ma non hanno il coraggio di fare il primo passo e cercano di farsi ingelosire a vicenda, battibeccano, si tengono il muso, ma quando alla fine tutto viene fuori sono di una dolcezza infinita. Jay mi è piaciuto moltissimo perchè è quel tipo di ragazzo che non ha assolutamente coscenza delle sua bellezza e che quando riceve qualche attenzione da una ragazza quasi non capisce perchè. E' anche molto divertentente e buffo e grazie a lui mi sono ritrovata spesso a ridacchaiare tra me e me, ma anche a sospirare sognante. Intorno a Violet e Jay ci sono altri amici e nemici con un ruolo più o meno importante: da Lissy, la smorfiosa che cerca di mettere la mani su Jay, a Grady, che invita Violet al ballo, per poi passare al loro gruppetto di amici, composto da Chelsea, Claire e Julia, personaggi minori ma comunque ben caratterizzati. Tra gli adulti spiccano Stephen, lo zio di Violet, un tenace poliziotto che si occupa in prima persona del caso del serial killer, e ovviamente il terribile assassino. Di quest'ultimo sappiamo poco in realtà, l'attenzione non è puntata su chi sia o che lavoro faccia, gli indizi che ci vengono svelati sono pochissimi e non ci permettono di scoprire nulla della sua vita, come sia fisicamente o che lavoro faccia. Tutto è puntato sui suoi pensieri, sulle sue mosse, sulla sua mentalità scrupolosa e attenta, sulla sua freddezza. Ed è giusto così, perchè anche solo qualche vago accenno più personale avrebbe potuto farci intuire qualcosa sulla sua identità, invece il mistero viene risolto solo alla fine. La trama è ben costruita ed è arricchita di colpi di scena notevoli e da un finale davvero entusiasmante, pieno di suspense ed azione. I tre componenti, thriller, romance e paranormal, si intrecciano bene, in modo che l'attenzione sia equamente divisa, e che nessuno prevalga. Potrebbe benissimo essere un autoconclusivo, ma è solo l'inizio di una serie composta da quattro libri, conclusa in patria, ma pubblicata da noi solo fino al secondo volume, per ora. Un inizio davvero promettente!                               Valutazione: Bellissimo!  

Nello stesso istante in cui riconobbe quello che aveva scoperto udì il respiro del padre bloccarsi. Sentì le sue mani forti che la afferravano da dietro, la prendevano con decisione per le spalle e la allontanavano dalla terra smossa, per poi sollevarla fra le braccia forti e sicure … via dal suono che la chiamava … E via dal viso della ragazza che la fissava da sotto il terriccio.

10 commenti:

  1. Wow *-* lo aggiungo alla mia WL! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo consiglio :D Spero che il resto della serie sia all'altezza!

      Elimina
  2. bella recensione, mi ispira tantissimo peccato siano usciti solo i primi due in Italia (l'ultimo ovviamente ce lo perdiamo...) e questo mi frena un po' dal leggerlo :S

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era proprio quello che preoccupava anche me :/ Comunque ora mi sono procurata il secondo in italiano e il resto della serie in inglese, vediamo come prosegue :)

      Elimina
  3. Anche io ce l'ho in libreria che attende da un po' e non mi decido :/ il mio problema però è che più persone mi han riferito che il secondo in confronto al primo non è un gran che... e mi son persa d'animo ancora prima di iniziare D:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto leggendo il secondo, ti saprò dire presto :D Per ora prosegue bene comunque, ne ho già divorato metà :)

      Elimina
  4. Io ho l'ebook, devo ancora leggerlo.

    RispondiElimina
  5. Complimenti davvero una bellissima recensione mi hai incuriosito anche se il fatto che non si sappia se e quando uscirà il seguito un po' mi trattiene dal prenderlo ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' il solito problema delle serie purtroppo :/ Che angoscia!

      Elimina