mercoledì 26 giugno 2013

Disney Love #3 - Le ispirazioni, terza parte

Oggi torno indietro nel tempo e ripesco alcuni film che avevo lasciato indietro perchè non ero riuscita ancora a scoprire nulla sulle loro origini. Con un po' di pazienza e grazie ad internet, ce l'ho fatta!

Dumbo (1941) è basato sul'omonimo libro di Helen Aberson e Harold Pearl. La prima edizione risale al 1939 e fu pubblicata in formato Roll-A-Book, un'edizione molto particolare dotata di un box nel quale scorrevano le illustrazioni e caratterizzata da pochissimo testo. Solo più tardi fu pubblicato come un normale libro. Una curiosità?Durante la lavorazione del film gran parte del personale Disney entrò in sciopero. Per fortuna la cosa si concluse in fretta e tutto finì per il meglio!

Bongo e i tre avventurieri (1947) raccoglie due brevi film: il primo, Bongo, è ispirato a Little Bear Bongo, una storia di Sinclair Lewis pubblicata nel 1936, il secondo, Topolino e il fagiolo magico, è ispirato al celebre racconto popolare inglese Jack e il fagiolo magico. La Disney oltre a questo produsse altri cinque film collettivi negli anni '40, raccogliendo brevi storie meno sofisticate e prodotte a basso budget. In questo film Walt Disney doppiò Topolino per l'ultima volta.

Le avventure di Ichabod e Mr. Toad (1949) raccoglie due brevi film: il primo, Il vento tra i salici, è tratto dall'omonimo classico per l'infanzia scritto da Kenneth Grahame nel 1908, il secondo, La leggenda della valle addormentata, è tratto da La leggenda di Sleepy Hollow, un racconto di Washington Irving contenuto in una raccolta pubblicata nel 1819 e che nel 1999 riprese anche Tim Burton. Fu l'ultimo dei film collettivi prodotti e nel 1950 la Disney tornò ai lungometraggi con Cenerentola

Lilli e il vagabondo (1950) è nato dalla combinazione degli sketch disegnati da Joe Grant ispirati alla sua cagnolina Lady e alle sue reazioni all'arrivo del figlio neonato e dal racconto Happy Dan, The Whistling Dog di Ward Greene, pubblicato nel 1940 su una rivista. Più tardi lo stesso scrittore riscrisse la storia così come era stata pensata dalla Disney per dare modo al pubblico di conoscerla ed amarla prima dell'arrivo del film al cinema. Fu il primo lungometraggio animato girato in CinemaScope 


Gli Aristogatti (1970) ha origini misteriose. Harry Tytle e Tom McGowan nel '61 furono incaricati di scovare storie sugli animali e così si imbatterono in un libro per bambini di cui non sono riuscita a scoprire nulla, se non che era ambientato a New York. McGowan pagò uno scrittore di nome Tom Rowen che riscrisse la storia per la Disney con le dovute modifiche, prima fra tutte l'ambientazione. Dopo molte revisioni il progetto fu all'inizio rifiutato, ma alla fine fu approvato. Fu l'ultimo progetto approvato da Walt Disney prima della sua morte

11 commenti:

  1. È incredibile quanti dei film Disney siano tratti da libri °-°

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Praticamente tutti i film Disney fino al 1994 sono tratti da libri o favole o racconti! Il primo soggetto originale è stato Il re leone :)

      Elimina
    2. Fino ad ora ero convinta che si dividessero equamente in adattamenti e originali XD

      Elimina
  2. Gli aristogatti e lilli e il vagabondo *-* adoro *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissimi vero ** Ho un debole per i film sugli animali :)

      Elimina
  3. Gli aristogatti è e sarà sempre il mio preferito! *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai visto che l'hanno rimandato al cinema recentemente?** Io non me lo sono perso! E' davvero bello. Questi sono film che anche se gli anni passano rimangono indimenticabili :) Cioè gli Aristogatti hanno già 43 anni °°

      Elimina
  4. Sempre meravigliosa questa rubrica *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio ** E' una delle mie preferite **

      Elimina
  5. Le storie più o meno (molto meno che più) le conosco! Solo che non ho mai visto i film della Disney :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non hai mai visto i film Disney?:O Nooo ma devi assolutamente rimediare! :)

      Elimina