giovedì 18 luglio 2013

Disney Love #5 - Le ispirazioni, quarta parte

Eccomi di ritorno con una delle mie rubriche preferite! Il nostro viaggio tra i classici Disney prosegue :)

Robin Hood (1973) è basato sull'omonimo personaggio in parte storico e in parte leggendario che sarebbe vissuto nel XII/XIII secolo. Il suo nome appare svariate volte in manoscritti del '300 e del '400 ma solo nel '500 con l'avvento della stampa appaiono le prime versioni scritte delle ballate a lui dedicate. Tra le opere più famose che parlano di lui ci sono Robin Hood di Dumas e Ivanhoe di Scott. Fu il primo classico Disney la cui produzione iniziò senza la supervisione di Walt Disney, morto nel 1966.

Le avventure di Winnie The Pooh (1977) è basato sui libri Winnie Puh e La strada di Puh, scritti da Alan Alexander Milne e usciti rispettivamente nel 1926 e nel 1928. Ogni capitolo è un racconto breve autoconclusivo e il film prende ispirazione da alcuni di essi dando vita a tre cortometraggi. Dopo la morte dell'autore i diritti sull'orsacchiotto passarono prima a sua moglie e poi a Walt Disney che ne fece uno dei personaggi più amati. In realtà i tre cortometraggi erano già usciti singolarmente prima di essere raccolti così!

Le avventure di Bianca e Bernie (1977) è basato su alcuni brevi romanzi di Margery Sharp, in particolare su Miss Bianca al Castello Nero, il primo di una serie che in tutto conta nove volumi, pubblicati tra il 1959 e il 1978. Il film portò molti problemi in casa Disney a causa di un fotogramma inserito forse per scherzo o in un tentativo di sabotaggio: per alcuni secondi appariva infatti una donna in topless con una maschera satanica. Per evitare qualsiasi accusa tutte le VHS furono ritirate e sostituite causando danni per oltre 70 milioni di dollari.  

Red & Toby - Nemiciamici (1981) è basato sul romanzo The Fox and the Hound di Daniel P. Mannix del 1967. In realtà c'è molto poco del libro nel film Disney: la storia originale è molto più cruda, i due protagonisti non sono mai stati amici neppure da cuccioli ed alla fine entrambi muoiono. La stessa sorte tocca a Fiuto, che sarebbe dovuto morire nella scena del treno, mentre la Disney gli ha dato una seconda chance. Una curiosità? Tra gli animatori che hanno lavorato al progetto c'era anche un Tim Burton poco più che ventenne al suo esordio!

Taron e la pentola magica (1985) è basato su Il Libro dei Tre e Il Calderone Nero, i primi due libri della serie Le cronache di Prydain di Lloyd Alexander, usciti rispettivamente nel 1964 e 1965. La serie è composta da cinque libri ma per il film sono stati presi in considerazione principalmente i primi due, semplificando la storia. Una curiosità? Sebbene in Italia fosse classificato come un film per tutti, nei paesi anglofoni era segnalato con il 'bollino giallo', ovvero vietato ai bambini non accompagnati!

10 commenti:

  1. Adoro Robin Hood! E' uno dei miei film Disney preferiti... La gallina che gioca a rugby con le guardie rinoceronte mi fa morire dal ridere tutte le volte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spassoso! Non sarebbe stata la stessa cosa se ci fossero stati umani al posto degli animali :) Troppo divertente!

      Elimina
  2. Oh *-* Tranne Winnie Pooh, che per quanto tenero, non mi ha mai fatto impazzire, gli altri sono tra i miei cartoni preferiti! Che belli questi post :D A proposito di favole, mi è appena arrivato "La terra delle storie", del Chris Colfer di Glee: che meraviglia! In questi momenti, retrocedo all'età mentale di 8 anni :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco perfettamente ahaha xD Anche io retrocedo spesso a quell'età, si sta così bene xD

      Elimina
  3. Robin Hood, Bianca e Bernie, Red e Toby *-* meravigliosiii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Red e Toby è stata una delle prime VHS che mi hanno comprato da piccola. L'ho vista più o meno un milione di volte ahaha Leggenda narra che quando ero una piccola fanciulla e compresi che con il nuovo videoregistratore potevo vedermi un film tutte le volte che volevo, presi molto alla lettera la cosa lol

      Elimina
  4. Non sapevo che Taron fosse tratto da una serie di libri *___*
    DEVO assolutamente averli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto che blog pieno di cultura che è il mio?u.u Ahahaha xD

      Elimina
  5. Uao, è un post bellissimo!
    Davvero non immaginavo che tutti questi cartoni siano legati a queste letture!
    In ogni caso sono una tua nuova follower, passa da me se ti va. Abbiamo indetto un concorso letterario con la nostra associazione culturale, potrebbe forse interessarti!
    Mag

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo visto il concorso, infatti ci stavo facendo un pensierino :)

      Elimina