domenica 4 giugno 2017

Clock Rewinders #117 // Aprile + Maggio

Ciao a tutti! Ho una confessione da fare: ad aprile mi sono scordata di fare il recap mensile. Mi sembrava di essermi dimenticata qualcosa (anche una Ricordella avrebbe confermato!), ma non ricordavo proprio cosa, poi è arrivata la fine di maggio e insieme ad essa l'amara consapevolezza. Non volevo saltare un mese, anche perchè questa rubrica mi è molto utile (più a me che a voi probabilmente) così mi sono rimboccata le maniche e ho riassunto l'intesa attività di questi due mesi, anche se questo significa che la puntata è particolarmente lunga. Praticamente infinita. Lo so, non serve che la leggete tutta tranquilli ahah Ma se vi andasse di dare un'occhiata alle mie letture, troverete un sacco di bei libri ;)

I post di aprile e maggio
- Novità della settimana: 3/9aprile, 10/16aprile, 17/23aprile, 24/30aprile, 1/7maggio, 8/14maggio, 15/21maggio, 22/28maggio, 29maggio/4giugno.
- Top Ten Tuesday: #12, #13, #14, #15.
- Cover Details: mongolfiere, abiti rossi, cielo notturno.
- Chi ben comincia: The Glittering Court di Richelle Mead, The Love That Split The World di Emily Henry.
- I sogni son desideri: #40.
- Cover Battle: La corsa delle onde, Tredici, Sette minuti dopo la mezzanotte.
- Italians do it BETTER: #13, #14, #15, #16, #17.
- Subscription Box: Born to Read Box (marzo 2017).
- Random: Sette motivi per cui ho amato La bella e la Bestia (e tre cose che proprio non mi sono piaciute).
- Cover Reveal: Renegades e Gone Rogue di Marissa Meyer
- I Love Shopping #26.
Blogtour: Niven Week / Le nostre reazioni a L'universo nei tuoi occhi, Amalia / Ricetta perfetta, The Midnight Sea / Release Party. 

RECENSIONI: Distorted Fables di Deborah Simeone, Equazione di un amore di Simona Sparaco, Madame Claudel è in un mare di gaui di Aurèlie Valognes, Belle's Tale + Beast's Tale di Mallory Reaves (manga), The Tower di Katharine McGee, Destiny di Lindsey Summers.
SHADOW MAGIC WEEK: #1 Benvenuti a Geenna, #2 Lily e Thorn, #3 Le illustrazioni, #4 L'incipit di Dream magic, #5 Citazioni, #6 Dietro le quinte, #7 Intervista a Joshua Khan.

La foto del mese

Le mie letture
Iniziamo questa luuuunga carrellata con un libro che purtroppo non ho amato: Madame Claudel è in un mare di guai di Aurèlie Valognes. Una storia piuttosto noiosa, molto irritante, che non mi la lasciato molto. Per fortuna è molto breve. Due stelline. Molto diverso invece è il mio giudizio su Birthdate di Lance Rubin, che conclude la duologia iniziata con Birthdate. Non mi ha fatto impazzire tanto quanto il primo, le aspettative erano davvero troppo alte, ma mi è comunque piaciuto moltissimo. Una serie fantastica, molto originale e piena di emozioni! Quattro stelline.  

"Si dice che si diventa adulti quando emerge la consapevolezza che un giorno moriremo.Per me è successo a sei anni,a un'età in cui s'impara a leggere e scrivere,non a contare le persone che mancano."
Madame Claudel è in un mare di guai, Aurèlie Valognes 

"È buffo che non ricordiamo il giorno in cui siamo nati. È un momento cruciale, l’inizio della nostra vita, ma per sapere cos’è successo dobbiamo affidarci a fotografie e racconti altrui. Insomma, in un certo senso entrare nel mondo è un po’ come prendersi una sbornia colossale."
Birthdate, Lance Rubin

Passiamo poi ad un libro che probabilmente sarà nella mia top ten del 2017: Distorted Fables di Deborah Simeone. Un libro iniziato per caso senza particolari aspettative che mi ha stupito e sconvolto con la sua bellezza e la sua intensità. L'ho amato follemente. Quattro stelline e mezzo. Invece per la prima volta sono rimasta delusa da Simona Sparaco, dal suo Equazione di un amore. La storia di un amore ossessivo, che accompagna la protagonista per tutta la vita, fino ad uno dei finali più frustranti e insensati che io abbia letto. Non ce l'ho fatta a farmelo piacere, nonostante lei scriva divinamente. Due stelline e mezzo

"Pensai che in fondo ognuna delle storie d'amore a cui avevo assistito era stata una fiaba, ciascuna a modo suo. Certo, molto differente dalle fiabe che ci hanno raccontato da bambini, dove tutto finisce sempre bene: le mie erano fiabe distorte, imperfette. Ma uniche e speciali, ed era questo ciò che importava."
Distorted Fables, Deborah Simeone

“Ci sono amori che aprono spazi e altri che quegli spazi li riempiono. Amori che spalancano finestre, facendo entrare il vento, la pioggia, la neve; e altri che si preoccupano solo di proteggere, di tenere al riparo dalla intemperie. Giacomo era stato uno di quegli amori dolorosi, da porte aperte e mai richiuse. Era colato negli interstizi delle mattonelle, nelle crepe dei muri, non con l’intento di colmare o livellare, piuttosto con la voracità di un’infiltrazione. Eppure, il loro era stato un legame indissolubile, di quelli che si nutrono nell’oscurità dei ricordi.” 
Equazione di un amore, Simona Sparaco 

Finalmente mi sono decisa a leggere Sette minuti dopo la mezzanotte di Patrick Ness. Ne ho sentito parlare talmente tanto e sempre così bene, che alla fine non ho potuto rifiutare, soprattutto ora che è uscito il film. Un libro per ragazzi che sarebbe da far leggere anche agli adulti. Affronta il tema della malattia e della perdita in un modo meraviglioso, toccante e delicato. Quattro stelline. Su Ogni cosa è illuminata di Jonathan Safran Foer non voglio sprecare molte parole. Una lettura faticosa, frustrante. Un libro brutto, senza tanti giri di parole. Non capisco davvero come possa piacere, ma il mondo è bello perchè è vario. Una stellina.

"Come fa una regina a essere al contempo una strega buona e una cattiva? Come fa un principe ad essere un assassino e un liberatore? Come fa un antico semplicista a essere avido ma anche saggio? Come fa un curato a essere irragionevole e anche generoso? Come fanno gli uomini invisibili a diventare più soli rendendosi visibili? La risposta è che non conta quello che pensi, perché la tua mente si contraddirà cento volte al giorno."
Sette minuti dopo la mezzanotte, Patrick Ness  

"Questo è amore -pensava lei- sì o no? Quando noti l'assenza di qualcuno, e detesti quell'assenza più di ogni altra cosa. Ancora più di quanto ami la sua presenza."
Ogni cosa è illuminata, Jonathan Safran Foer  

L'anno che non caddero le foglie di Paola Mastroccola è un libretto molto carino, delicato, poetico. Una favola dedicata alla natura che mi è piaciuta tanto. Lo consiglierei subito ai lettori giovanissimi. Peccato per le illustrazioni 'artigianali' opera dell'autrice, che ho trovato, senza offesa, abbastanza bruttarelle, a partire dalla copertina. Tre stelline. Ho riletto Un amore oltre le stelle di Melissa Landers perchè voglio proseguire la serie e mi serviva un ripassino. Come l'altra volta, l'ho adorato. É una storia davvero coinvolgente e non vedo l'ora di scoprire come prosegue! Ho già il secondo libro pronto! Quattro stelline.

"Ecco come mi sento ogni volta che sono con te."
 Non era preparata a ciò che successe in seguito. In una frazione di secondo, il desiderio le arrivò al petto, gonfiandole i polmoni, sollevando la sua gabbia toracica fino a che non sentì il suo corpo fuso a quello di lui. Una sensazione di devozione e dolcezza la attraversò per un istante, costringendola a espirare. Ogni centimetro della sua pelle divenne caldo e iniziò a formicolare mentre il suo cuore cominciò a battere veloce come le ali di un colibrì. Le sue membra si alleggerirono, e afferrò a piene mani la maglietta di lui per restare a terra.  Era allo stesso tempo terrificante e magnifico nella sua intensità. Era amore."
Un amore oltre le stelle, Melissa Landers 

"Era uno strano anno quell'anno: le foglie non cadevano.
Cadevano i piatti dallo scolapiatti, i fazzoletti dallo stendino, i capelli ai signori anziani, le lacrime ai coccodrilli e le stelle nel mese di agosto. Ma le foglie no. Non ne volevano sapere, se ne stavano lassù appese ai rami, gialle, rossastre, marronicce o ancora mezze verdi. Se ne staccava giusto ogni tanto una, ma era ben poca cosa."
L'anno che non caddero le foglie, Paola Mastrocola

O mio dio. Parliamone, vi prego! Ho letto Wires and Nerve di Marissa Meyer, la prima delle due graphic novel legata al mondo delle Cronache Lunari. Storia appassionante, disegni molto carini e tutti i miei amati personaggi. Per me può continuare tutta la vita e non mi stancherò mai di questo mondo! Voglio il secondo! Cinque stelline! Invece purtroppo Cose che non voglio dimenticare di Lara Avery non mi è piaciuto purtroppo. Nonostante abbia una media molto alta su Goodreads e nonostante la storia molto triste che racconta, non mi particolarmente preso nè emozionato. Due stelline e mezzo.

"Questo non è necessario. Sto facendo solo quello che qualsiasi buona amica farebbe, senza contare la lealtà e il patriottismo Lunare e..''
''Ti comprerò un nuovo paio di scarpe.''
''Affare fatto.''
Wires and Nerve, Marissa Meyer

"Siamo fortunati a vivere qui. Forse è perchè le montagne sono più grandi di tutto il resto e rimettono tutto in prospettiva. Ascolta, puoi andare dove vuoi, puoi conquistare il mondo, potevi andare a New York e avere un grandissimo successo, e so che ci saresti riuscita. Ma più ottieni, più gente devi superare, o magari lasciarti alle spalle, e il tuo mondo diventa sempre più piccolo."
Cose che non voglio dimenticare, Lara Avery 

Con la Reading Chain organizzata dalle Belle di La Bella e il Cavaliere, ho letto La prima cosa bella di Bianca Marconero, ed è stata una lettura davvero piacevole. Romantico, carino, delizioso. Quattro stelline. Molto più complicata è stata invece la lettura di Derioma di Antonio Polosa, che mi ha piacevolmente sconvolta. Un libro camaleontico, che accompagna il lettore attraverso i generi, dal fantasy, alla fantascienza, al distopico, al post apocalittico, con una storia incredibilmente intensa e complessa. Incredibile. Ogni volta che leggo i suoi libri ne rimango incantata. Leggetelo tutti! Cinque stelline. 

“Aveva il ritmo di un caffè americano, il tempo delle pagine di un fumetto che sfogli sul tuo letto, la malinconica poesia di una missione lunare che alla Luna non ci arriva ma non importa. Perché il premio del viaggio è ciò che il viaggio ti lascia addosso.” 
La prima cosa bella, Bianca Marconero 

''La felicità è una conseguenza. Si può diventare felici, non essere felici. Quando qualcosa è, lo è per sempre. Il sole sarà per sempre il sole, l'aria per sempre l'aria, le stelle saranno sempre delle stelle ma nessuno può essere felice per l'eternità. Anzi, esserlo davvero renderebbe vana la mia possibilità di diventare la spalla su cui potresti piangere quando sei triste, o la mano che potrebbe aiutarti dopo una caduta.''
Derioma, Antonio Polosa  

Proseguiamo (no, non è ancora finita) con The Tower di Katharine McGee, che ho adorato! Uno scintillante Gossip Girl futuristico con una storia corale davvero appassionante. Ho bisogno del seguito subito! Quattro stelline.  Ho adorato anche Le strane logiche dell'amore di Tania Paxia. Forse perchè la protagonista è una bookblogger? *w* Ecco, questo è il tipo di romance che mi piace! Una storia romantica e molto dolce con protagonisti interessanti e ben caratterizzati. Sono molto felice che quest'autrice, che ho segnalato varie volte in passato, sia riuscita a fare il grande passo dal self publishing. Merita davvero! Quattro stelline. 

"Dicono che tutta la vita ti passi davanti agli occhi prima di morire. Ma mentre il terreno si avvicinava sempre più velocemente, la ragazza non riusciva a pensare ad altro che alle ultime ore, alla strada che aveva percorso e che l'aveva condotta lì. Se solo non gli avesse parlato. Se solo non fosse stata così sciocca. Se solo non fosse andata lassù..."  
The Tower, Katharine McGee  

''Una volta una persona mi ha detto che è colpa delle strane logiche dell'amore, perchè è un sentimento che ti sorprende, anche nel momento meno opportunuo o quando ormai pensi di non avere più possibilità di incontrare la persona giusta. E credo che non ci sia una teoria più esatta di questa.''
Le strane logiche dell'amore, Tania Paxia 

La vedete la copertina di Tutto l'amore che mi manca di Emily Henry? Ecco ignoratela, bruciatela, incollateci sopra un foglio bianco, qualsiasi cosa, ma LEGGETELO. Questo libro è davvero una gemma. Una storia incredibilmente originale e appassionante, tra leggende, viaggi nel tempo, dimensioni parallele. Puro amore. Cinque stelline. Tanto amore anche per The Dark Prophecy di Rick Riordan, che ho adorato come sempre. Un pochino meno del libro precedente (forse mi è mancato Percy!), ma credo che ci aspettino grandi cose dal prossimo. E come sempre sarò qui ad aspettare! Quattro stelline e mezzo.

"Non conosci tutto. Non ancora, almeno. E quando vedrai le cose belle - e ti assicuro che ne vedrai, perchè ce ne sono tantissime - ti sembreranno molto più luminose di quanto appaiano al resto della gente, esattamente come l'abisso ti appare più scuro e più profondo, quando ci guardi dentro. Se resisti, se non ti dai per vinta, alla fine ti renderai conto che ne è valsa la pena. Tutti gli attimi che vivrai, tutte le tenebre che dovrai oltrepassare, ti torneranno utili, quando finalmente guarderai la luce."
Tutto l'amore che mi manca, Emily Henry

''Tu, adorabile Lester, devi infilatrarti al palazzo per salvare Georgina e gli altri prigionieri. Senza di loro, la Waystation è condannata, e così la tua possibilità di fermare il Triumvirato. In più, il Trono della Memoria. Se non riesci a recuperarlo, il tuo viaggio alle Cave di Trophonius ti ucciderà. Non salverai mai gli altri Oracoli. Non tornerai mai sul Monte Olimpo."
Mi voltai verso Leo. "Sono nuovo di questa faccenda delle missioni eroiche. Non dovrebbe esserci una ricompensa alla fine? Invece di altre missioni mortali?"
"No," disse Leo. "Questo è lo standard."

The Dark Prophecy, Rick Riordan

Se avete già letto le mie ultime recensioni sapete che purtroppo Destiny di Lindsey Summers non mi ha fato impazzire. Io e i fenomeni Wattpad non andiamo molto d'accordo. Una storia carina, godibile, ma solo sei un'adolescente o un'amante delle storie leggere adolescenziali Io l'ho trovato molto noioso e pieno di clichè. Due stelline e mezzo. Di Nerve di Jeanne Ryan invece ho amato moltissimo l'idea, ma non l'esecuzione. Una premessa davvero interessante che purtroppo non è stata valorizzata quanto meritava. Clichè a valange, tanta noia. Sono molto speranzosa nei confronti del film però! Tre stelline. 

"Siamo sull'orlo di un precipizio, Talon. O facciamo un salto nel buio e proviamo a raggiungere l'altra parte, o ci allontaniamo a perdiamo quello che abbiamo."

"Non hai sentito dire che pi arrivi in alto, più ti fai male quando cadi?"
"E' un rischio che sono disposta a correre. Non so che altro fare o dire per convincerti che stavolta sono pronta a dare il cento per cento, Talon."
Destiny, Lindsey Summers

''Tu mi trovi coraggiosa?'' Lui fa un passo indietro. ''Coraggiosa? Non saprei. Però hai molto carisma. Ti ricordi quella volta al primo anno, quando hai inventato le nuove parole per l'inno della scuola?''
É questo il meglio per cui sarò ricordata? Dei versi volgari che rimavano a malapena? Faccio una smorfia e gli mostro il display del cellulare. ''Tu ti iscriveresti a questo gioco?''
Tommy riflette. ''Non credo. É troppo rischioso.'' ''Non fa per me, vero?'' ''Non è quello che ho detto.'' 
Nerve, Jeanne Ryan  

L'ultimo libro di cui vi parlo è anche uno dei più belli che ho scoperto in questo periodo: The Midnight Sea di Kat Ross. In Italia è uscito un po' in sordina con una piccola casa editrice, ma in america è molto conosciuto e apprezzato! Non dovete assolutamente perdervelo! Avevo delle buone aspettative, ma non credevo che mi sarebbe piaciuto così tanto, che mi avrebbe rapito e incantato in poche pagine. Questo libro ha TUTTO! Magia, colpi di scena, personaggi fantastici, un worldbuiling fenomenale, una trama complessa e ricca di azione, un amore tormentato, tradimenti, lotte, dolore. Mi ha conquistato il cuore.   Cinque stelline! 

"Il mondo è in una battaglia eterna tra il bene e il male" mi diceva."Ma la guerra più importante si combatte qui." Ilyas si toccava il petto. "Non sono i barbari e neanche i Druj che dobbiamo temere di più, Nazafareen. E' il nemico che abbiamo dentro."
The Midnight Sea, Kat Ross

2 commenti: