domenica 26 marzo 2017

Italians do it BETTER #12

Ciao a tutti! Spero che abbiate passato un bel week end! Oggi qui è stata una giornatina assolate di quelle un po' infingarde, in cui il sole ti fa ciao ciao dalla finestra e appena esci arriva ad investirti una folata di vento che ti prende dritto dritto sulla trachea con mal di gola assicurato. Ma io sono più furba e me ne sono stata a casa a leggere ahah Sono alle prese con un libro veramente faticoso e non so davvero se riuscirò a venirne a capo :/ Ma torniamo a noi. Oggi sono qui per proporvi qualche autore di belle speranze tra i tanti talenti italiani! Dategli un'occhiata! C'è n'è per tutti i gusti! C'è qualcosa che vi potrebbe ispirare? ;)

Leggera come l'abisso di Roberto Pecoraro
Autoconclusivo
Edizioni Leucotea (2017) | 178 pagine
15,90 Euro (cartaceo)
Acquistabile su: Amazon | Contatti: pagina facebook, blog   
 
Mentre si trova al lavoro, Linda ha un mancamento; perde i sensi. Si ritrova in un mondo onirico; una grotta sotterranea, affascinante e misteriosa in cui non esistono né il tempo né le necessità primarie. Nella grotta vive le storie di persone che non conosce. Non è, però, l'unico ospite di questo luogo sospeso. Quando scopre che uno dei suoi compagni sta vivendo un episodio della sua vita che lei non ha mai vissuto, Linda scappa dalla grotta. È quello il momento in cui si risveglia al pronto soccorso; le dicono che ha semplicemente perso i sensi per qualche minuto. Riprenderà la sua routine di tutti i giorni, fino a che le storie della grotta e i suoi personaggi inizieranno a palesarsi nella vita reale. Entrerà in una spirale di domande e mistero, sino a trovare un modo nuovo di stare al mondo: il suo modo per viaggiare leggera. 

Pieve Cipolla di Gianpiero Pisso
Auconclusivo
Le mezzelane (2017) | 312 pagine
15,90 Euro (cartaceo) 5,99 Euro (ebook)
Acquistabile: Amazon | Contatti: casa editrice
  
Pieve Cipolla è un tipico paesino della Val Seriana, uno di quei piccoli paesi in cui la vita è un po’ rude, ma idilliaca, scandita dai tempi della natura e in cui non succede mai nulla. Gli anziani trascorrono il loro tempo giocando a carte, a bocce, bevendo qualche bicchiere di vino rosso in compagnia e raccontandosi le storie di tutti i giorni, perfino quelle che parlano di mostri orribili, creature terrificanti che giurano di aver visto tra i boschi e i pascoli della valle. I giovani invece attendono il momento propizio per lasciare il luogo natio, alla ricerca di fortuna e di opportunità concrete per le loro carriere e tutto ruota intorno alle autorità riconosciute: l’autorità religiosa, rappresentata dal parroco; quella sociale e politica, impersonata dal primo cittadino e quella legale, vale a dire dal maresciallo dei Carabinieri. Ma siamo davvero sicuri che la vita a Pieve Cipolla sia poi così noiosa? Leggendo questo libro non si direbbe proprio... 

The Family Business. La profezia di Roberta Trischitta
Auconclusivo
Autopubblicato (2016) | 371 pagine
11,44 Euro (cartaceo) 2,99 Euro (ebook)
Acquistabile: Amazon | Contatti: blog autrice 

Allison Marie Morgan ha un passato ingombrante ed un presente difficile. Al futuro nemmeno ci pensa perchè, a causa del suo "lavoro", dubita che ne avrà uno. Allison è infatti una cacciatrice del soprannaturale; una temuta ma giusta. Quando la felicità che credeva impossibile busserà alla sua porta, avrà il volto bello ed elegante del primo vampiro della storia; il millenario e potente Alpha Joseph Baxter. L'ombra di un'antica profezia però rischia di oscurare quel sentimento rendendolo più difficile di quanto già non sia. 

I giardini incantati di Stefano Labbia
Auconclusivo
Talos Edizioni (2017) | 74 pagine
10 Euro (cartaceo) 
Acquistabile: Casa Editrice | Contatti: Twitter

Seconda silloge poetica del giovane autore romano Stefano Labbia: i versi di questa nuova raccolta, più maturi ed importanti, rispetto ai precedenti, ci trascinano in un giardino incantato fatto di sfumature vivaci e tinte forti: l'autore ci mette di fronte ad un afflato piuttosto originale, tanto che sembra coraggiosamente poco curarsi della lezione ermetica e avanguardista del Novecento rifacendosi forse ai crepuscolari (Corazzini, Gozzano, Govoni, ecc.) e recuperando l’intimismo e la “semplicità” a fronte del modernismo a tutti i costi. Versi, quelli presenti ne “I Giardini Incantati”, che sono il frutto di varie esperienze di vita e di rapporti umani contrastanti, fra sentimenti e risentimenti, amarezze e dolcezze, comuni a tutti noi esseri umani, figli dei tempi antichi e moderni. Per cui la poesia del Labbia è, come ella stessa dice della vita, “severa e ilare al tempo stesso”. 

Nessun commento:

Posta un commento