sabato 2 aprile 2016

RECENSIONE: Percy Jackson racconta gli eroi greci - Rick Riordan

Titolo: Percy Jackson racconta gli eroi greci
Titolo originale: Percy Jackson's Greek Heroes
Autore: Rick Riordan
Editore: Mondadori 
Pagine: 326       
Prezzo: 17 Euro
Anno: 2016

Trama: Afferrate la lancia sputafuoco, mettetevi la pelle di leone, lucidate lo scudo e controllate di avere frecce a sufficienza nella faretra. Torneremo indietro di circa 4000 anni per decapitare mostri, salvare un paio di regni, fare un blitz nel mondo degli Inferi e rubare il bottino a qualche farabutto. E infine, per dessert, moriremo di morte violenta e dolorosa. Pronti? Bravi. Si parte!
 
Recensione 
Dopo averci raccontato tutti i segreti degli dei dell'Olimpo, Percy torna con una nuova raccolta di racconti per svelarci quelli dei suoi colleghi eroi. Da super star come Ercole, semidio figlio di Zeus che affrontò dodici imprese rimaste nella storia (assurdo quanti maiali/cinghiali/tori giganti inferociti scorrazzino per la Grecia) e come Giasone, che guidò gli Argonauti fino nella Colchide per recuperare il famoso Vello d'oro, fino a Perseo, figlio di Zeus (di nuovo sì, lo sapete com'è Zeus) che sconfisse Medusa. E non dimentichiamo le ragazze! Avete avuto il piacere di conoscere Atalanta? Meglio per voi. La principessa è stata allevata da un'orsa ed è cresciuta nella foresta dopo essere stata abbandonata. E Otrera? Bè lei ha addestrato alle armi tutte le donne infelici del circondario, insieme hanno ucciso i loro mariti e sono fuggite per creare un nuovo regno (avete sentito parlare delle Amazzoni?). Insomma, avete capito. Sangue, incesti e morti dolorose vi attendono!

Vi dico la verità: se fosse una serie qualsiasi, un autore qualsiasi, a questo punto sarei annoiata e sbufferei che è ora di finirla, e ironizzerei sul fatto che ci manca solo che pubblichino un elenco telefonico a tema e poi siamo a posto. Ma no. Di Riordan leggerei anche un elenco telefonico. Accolgo ogni nuovo titolo con grande gioia, non importa cosa esso sia: novelle, racconti, nuove serie. Datemene sempre di nuovi e sarò felice! C'è qualcosa di davvero speciale in questa serie, nei personaggi che l'autore ha creato, nel suo modo di scrivere, così ironico, divertente, mai banale.. non mi stanca mai! Rick Riordan è sempre la lettura perfetta, qualsiasi situazione tu viva. E' perfetto per i momenti tristi, perchè riesce a a risollevarti il morale e regalarti qualche risata, ma anche per quelli felici, perchè li rende ancora più belli, ancorando a quelle pagine bei ricordi che ti torneranno in mente ogni volta che le riprendi in mano. E' ottimo se sei turbato, se sei confuso, se sei preoccupato, se hai la testa tra le nuvole, se sei eccitato, ansioso, annoiato, pieno di voglia di fare e di spaccare il mondo. Va bene se inizi qualcosa e se la finisci. Semplicemente è sempre la scelta giusta. E quando ti sembra che tutti ce l'abbiano con te, consolati, almeno non hai dei e mostri alle calcagna! Tutto questo per spiegarvi quanto adoro questo autore. Sì, forse come premessa è un po' inutile, perchè chiunque mi conosca almeno un po' sa di questa mia adorazione (e martedì lo incontrerò!!!!!!), e voi di  certo non vi stupirete se vi dico che questo libro mi ha conquistato! E non poteva essere altrimenti! Non vedo come mai al mondo potrebbe non essere così. Il giorno in cui un libro di Rick Riordan mi deluderà andrò direttamente a casa sua per assicurarmi che stia bene, perchè l'unica possibilità che mi viene in mente è che l'abbiano rapito e legato in cantina e che stiano facendo scrivere qualcun altro al posto suo u_u Dunque, ora che l'ho adorato un po' come merita, passiamo nel dettaglio a parlare del libro. Dopo Percy Jackson racconta gli dei greci, stavolta si parla di eroi, con le storie di alcuni dei più valorosi della mitologia greca. La voce di Percy resta uno dei punti forti dei libri di questo tipo, ormai è familiare come quella di un amico, e le risate sono sempre assicurate. La sua ironia è irresistibile. Esilarante il prologo, due pagine e stavo già morendo dal ridere! Adoro anche il fatto che qui e là vengano fatti riferimenti alla serie principale, con commenti che riguardano le avventure passate e gli incontri con dei ed eroi. Percy sa farci sentire come se fossimo amici di vecchia data che ricordano le avventure vissute insieme *abbraccia Percy*. I capitoli sono dodici, ognuno dedicato ad un eroe, la cui storia è narrata con dovizia di particolari e attenzione. Riordan non da niente per scontato e sviscera interi alberi genealogici, spesso partendo da parecchie generazioni prima di quelle dell'eroe, per darci un quadro più completo possibile. Le storie prescelte tra le tantissime della mitologia sono molto varie, con protagonisti molto diversi tra di loro. Alcuni sono famosissimi, come Giasone ed Ercole, che non hanno certo bisogno di presentazioneDi altri invece non sapevo molto, come Bellerofonte e Fetonte. Ma la cosa che più ho apprezzato è il fatto che Riordan abbia dato ampio spazio anche alle donzelle, scegliendo quattro eroine tostissime, capaci di far tremare anche gli uomini più forti e robusti. Una vera rivincita tutta al femminile per chi pensa che nell'antica grecia le ragazze rimanessero tutte a casa a cucinare (e a farsi ingravidare da Zeus lol). Insomma, Riordan non delude mai! Io di difetti non riesco a trovarne. Promosso su tutta la linea! Non mi resta che dire che ora voglio Jason che racconta i miti e gli eroi romani e Magnus che racconta quelli norreni e i fratelli Kane che raccontano quelli egizi. Di materiale ce n'è. Al lavoro Rick!                                                                          
½ Bellissimo!

Nessuno dovrebbe conoscere fino in fondo il proprio destino. È troppo pericoloso e troppo deprimente. Limitati ad andare avanti, fai del tuo meglio, e spera che il meglio sia abbastanza. È tutto quello che ognuno di noi può fare.    

Nessun commento:

Posta un commento