lunedì 28 dicembre 2015

Presentazione a Bologna e intervista con Glenn Cooper + Giveaway Dannati autografato

Ciao a tutti! Come sono andate le feste di natale? Spero sia andato tutto bene e abbiate passato delle belle giornate (e magari ricevuto qualche libro!). Io ho passato un bellissimo natale e sono molto contenta :3 Ho ricevuto perfino qualche libro, ve li mostrerò presto! Ma torniamo al motivo del post. E' da diverse settimane ormai che vorrei pubblicarlo, ma ho pensato di tenerlo in serbo per il periodo natalizio, anche perchè in fondo troverete una sorpresa, un bel regalo di natale *_* A fine novembre Glenn Cooper è stato in Italia a presentare il suo nuovo libro, L'invasione delle tenebre, ultimo capitolo della trilogia Dannati. Io lo seguo ormai da molti anni, dal suo esordio, ed è sicuramente uno dei miei autori preferiti. Anche se viene spesso a trovarci e organizza un tour italiano per quasi tutte le sue uscite, non era ancora capitato in una città abbastanza vicina da permettermi di incontrarlo. Stavolta la fortuna mi ha assistito, perchè tra le tappe c'era Bologna, e non potevo assolutamente lasciarmelo sfuggire!

La presentazione si è svolta in una bella libreria del centro in cui non ero mai stata, molto grande, a più piani, molto caratteristica. E' stato creato un ampio spazio per il pubblico, con un palco leggermente sopraelevato rispetto alla platea. C'era molta gente, tutti con i loro libri in mano, chi il nuovo uscito, chi le vecchie glorie, pronti da far autografare alla fine della presentazione. Glenn Cooper è arrivato con qualche elegante minuto di ritardo ed è subito stato affiancato dalla traduttrice (bravissima, rimango sempre affascinata dal lavoro che fanno) e dalla scrittrice Marilù Oliva, che ha moderato l'incontro trovando un sacco di bei spunti e portando avanti la conversazione con una chiacchiera inarrestabile. L'incontro è andato avanti per oltre un'ora e gli argomenti toccati sono stati moltissimi. Si è parlato di come questo autore sia un uomo davvero versatile e colto: medico, archeologo, produttore e sceneggiatore, e ovviamente scrittore. C'è qualcosa che non sappia fare? lol Le sue passioni e le sue conoscenze traspaiono nei suoi libri e nei suoi protagonisti e in particolare in questa serie, Dannati, la fanno da padrone storia e scienza. Si è parlato molto della serie ovviamente, della trama, della struttura del mondo creato dall'autore, il suo personale e inquietantissimo Inferno, dei personaggi storici reali che appaiono e di come si sia documentato su di loro, e in particolar modo si è parlato dei suoi protagonisti, Emily e John, la scienziata e il soldato, la mente e il braccio. Una coppia che ci ha conquistati tutti, con le debolezze e le imperfezioni di ogni coppia normale. I temi inerenti al libro che sono stati trattati durante la presentazione sono svariati, la famiglia, il potere, la crudeltà dell'uomo, e sono stati accompagnati da alcuni stralci del nuovo libro letti dalla moderatrice. Poi è stato dato spazio alle domande dei lettori, dalle quali sono scaturite molte curiosità interessanti sul modo in cui lavora, i suoi libri e la sua vita. In particolare una delle cose mi ha più colpito è il fatto che Glenn racconta che la sua casa, una vecchia villa, è infestata, e che spesso lui e la sua famiglia sentono strani rumori e vedono la sagoma di una donna. Inquietante eh? x.x Magari un giorno potrebbe ispirarsi a questa storia per un libro lol L'incontro si è concluso con una sessione di foto (che erano scattate dal figlio) e autografi. Non si è risparmiato e ha accontentato tutti :)

Io non ho fatto domande durante la presentazione, perchè ogni mia curiosità aveva già trovato risposta qualche ora prima, durante l'intervista che Glenn Cooper e la Nord mi hanno gentilmente concesso. Ero davvero emozionata e felicissima di questa possibilità! Ho raggiunto con anticipo l'hotel in cui Glenn alloggiava e la gentilissima Barbara mi ha accolto e mi ha portato in un salottino delizioso, con un grande tavolo tondo e diversi divanetti allineati lungo le pareti. Dopo qualche chiacchiera con lei e con la bravissima traduttrice, e dopo aver conosciuto anche il figlio di Glenn, finalmente mi sono ritrovata davanti ad uno dei miei autori preferiti! L'emozione è stata immensa! Purtroppo nella mia zona sono poche le presentazioni con gli autori, figuriamoci di questo calibro, quindi ero completamente impreparata e stavo morendo dall'imbarazzo e dalla felicità lol Lui si è dimostrato subito molto gentile e alla mano, mi ha chiesto di me del mio blog e poi è partita l'intervista. Eccola in esclusiva per voi!

Hai un rapporto speciale con l'italia. Nei tuoi libri usi spesso città italiane come ambientazione, possiamo leggere i tuoi lavori in anteprima mondiale, le vendite vanno benissimo, e sei addirittura cittadino onorario di Solofra, in Campania. Come è nata questa bella amicizia?  
Sì, è vero. Quando ho iniziato a scrivere non avrei mai immaginato che l'Italia sarebbe diventato il mio primo mercato. Sembra che i miei libri catturino l'attenzione dei lettori italiani più di altri nel mondo. Sono molto contento di tornare ogni volta in Italia, ho molti amici qui, tra cui anche gli amici di Solofra, quindi mi fa molto piacere. 

Nei libri, e in particolare nell'ultima trilogia, Dannati, utilizzi spesso personaggi storici reali, re, artisti, condottieri.. Quanta attenzione dedichi a documentarti su questi personaggi e il loro periodo storico, e quanto dei personaggi dei tuoi libri è basato su fatti reali, e quanto è invenzione fine alla trama?
Faccio tantissima ricerca sul contesto storico in cui hanno vissuto questi personaggi per poter essere molto preciso quando li descrivo nei miei libri. In particolare in questo libro la ricerca è stata un po' diversa, nel senso che ho cercato di capire quale fosse la loro personalità, così da poter avere spazio per immaginare come avrebbero reagito questi personaggi storici in un contesto diverso che è quello dell'Inferno. Quindi questo esercizio mi ha interessato molto e ho fatto molta ricerca leggendo soprattutto biografie storiche.

Qual è tra i tuoi libri quello a cui ti senti più legato? E quello che è stato il più difficile da scrivere?
Quale ti è piaciuto di più? (Glenn che ribatte alle domande con altre domande lol)
La biblioteca dei morti.
Tutti i libri hanno un significato diverso. La biblioteca dei morti è un libro che amo molto perchè è stato il mio primo e quindi quello che ha avviato la mia carriera di scrittore. Il libro che ho trovato più soddisfacente è La mappa del destino perchè parla al 100% di archeologia che è stata la mia materia di studio all'università e quindi quella che amo di più. Il libro più difficile invece Il calice della vita, perchè per questo libro ho dovuto fare moltissime ricerche, ho letto, completamente o in parte 300 libri, ed è ambientato in epoche temporali diverse quindi è stata una sfida.

Tra i tuoi protagonisti troviamo archeologi, soldati, scienziati, detective, perfino una suora, scelte che rispecchiano i tuoi interessi per l'archeologia, la spiritualità, la storia e la scienza. Ma qual'è il personaggio in cui hai messo più di te stesso? 
La maggior parte dei miei personaggi hanno molto di me. Will Piper, John Camp, anche se non sono uguali comunque sono simili tra loro e sono simili a me, c'è parte di me in loro. Sicuramente non ho proiettato le mie qualità nella suora. Ma loro sono molto più bravi nelle scene di combattimento di quanto non sia io. (lol)

Oggi sono moltissimi i libri che oltre ad arrivare al cinema approdano in tv. Ti piacerebbe un giorno vedere sul piccolo schermo il tuo Will Piper o qualche altro tuo personaggio con un telefilm tutto suo? O preferiresti il cinema?
Finora sono stati fatti dei tentativi con produttori hollywoodiani e europei di trasformare in particolare la trilogia de La biblioteca dei morti in un film o in una serie tv, ma per ora senza successo. Se succederà bene, sarò contento. Spero che l'esito sarà positivo, ma comunque è qualcosa che sfugge un po' al mio controllo. Bisogna stare anche molto attenti a quello che si desidera, ce lo insegna Clive Cussler con la sua esperienza. Dal suo libro è stato tratto un film con Matthew McConaughey (n.d.r. Sahara, 2005, di Breck Eisner) e in realtà lui ha ritenuto che lo sceneggiatore avesse violato il suo libro e quindi è iniziata una causa in tribunale che è durata dodici anni, quindi bisogna stare molto attenti.

Preferisci lavorare ai libri autoconclusivi o alle serie?
Finora ho scritto due serie. Con La biblioteca dei morti non avevo progettato inizialmente di scrivere una trilogia, lo è diventata accidalmente, invece con Dannati avevo intenzione di scrivere una trilogia. Poi ho scritto anche altri libri standalone. Scrivere una serie è molto impegnativo perchè se ad un certo punto non sei più soddisfatto della storia o dei personaggi ormai hai preso un impegno e quindi devi andare avanti e terminarla, ed è un grosso impegno. Infatti il mio prossimo progetto sarà un po' una sorta di ibrido, una via di mezzo, perchè il protagonista sarà lo stesso, ma i libri saranno scollegati tra loro.

Qual'è la tua giornata tipo?
Lavoro a tempo pieno. Sette giorni su sette. Soprattutto quando sto per terminare un libro, gli ultimi mesi scrivo molto più intensamente. Ma lavoro molto anche nella fase precedente, quando preparo un libro, nella fase di lettura, che è un momento molto importante e anche molto piacevole, perchè leggere è più facile che scrivere. 

Hai già accennato qualcosa sul tuo prossimo progetto, ma puoi anticipare di cosa tratterà il libro?
Il protagonista sarà un professore americano di storia della religione e dell'architettura, particolarmente interessato alla chiesa in europa, quindi poichè è un esperto ed è un personaggio conosciuto si trova coinvolto in una serie di misteri esoterici, uno per libro. Forse incontrerà anche alcuni personaggi dei libri precedenti.
Mi piace!
Ok, affare fatto. Ora devo farlo davvero.

Finita l'intervista Glenn ha gentilmente autografato tutti i miei libri (TUTTI! Ho girato tutto il giorno con un borsone con dentro 8 LIBRI). E mi ha lasciato questa bellissima dedica sul mio libro preferito *^* E' stata un'esperienza incredibile! Mi sono sentita una vera giornalista per un giorno. Grazie ancora a Glenn Cooper e a Barbara per questa opportunità! *_*

E ora, per concludere, una bella sorpresa per voi! Ho una copia di Dannati, il primo libro della nuova trilogia, AUTOGRAFATO da Glenn Cooper appositamente per voi! 

Come fare a vincerlo? Semplicissimo!
- Essere follower del blog
- Lasciare in un commento la vostra mail
- Raccontarmi qual è il vostro libro preferito tra quelli di Glenn Cooper, o in alternativa se non avete mai letto nulla di questo autore, qual è quello che più vi ispira
Facoltativo: condividere il banner, condividere sui social

 <a href="http://ilibrisonounantidotoallatristezza.blogspot.it/2015/12/presentazione-bologna-e-intervista-con.html" target="_blank"><img src="http://i68.tinypic.com/209t400.jpg" border="0" alt="Image and video hosting by TinyPic"></a>


Immagina di trovarti all’improvviso in un mondo simile al nostro, ma completamente diverso. Un mondo dove sono confinati tutti i malvagi vissuti sulla Terra dall’inizio dei tempi. Un mondo dove tu sei l’unico «vivo». Quel mondo è l’Inferno e tu hai un solo obiettivo: tornare a casa. Lo chiamano Oltre. Alcuni sono appena arrivati in quel mondo così simile al nostro eppure così diverso. Altri invece sono lì da secoli e sono ormai indifferenti alla perenne coltre di nubi che nasconde il sole e all’atmosfera cupa che li circonda. Ma ognuno di loro condivide lo stesso destino: dopo essere morti, sono stati condannati per l’eternità. Sia che abbiano scritto a caratteri di fuoco il loro nome nel grande libro della Storia – tiranni sanguinari, sovrani spietati, criminali di guerra – sia che nel corso della loro oscura esistenza si siano macchiati di colpe incancellabili, adesso sono tutti relegati in quel luogo maledetto. Tutti, tranne John Camp. Lui è «vivo», ed è lì per sua scelta. Perché ha giurato di salvare la donna che ama. Durante un audace esperimento di fisica delle particelle, la dottoressa Emily Loughty è scomparsa nel nulla e, quando si è deciso di ripetere il procedimento per capire cosa fosse successo, John si è posizionato nel punto esatto in cui lei era sparita e… in un attimo è stato catapultato all’Inferno. E ora deve affrontare un mondo sconosciuto e ostile per ritrovare Emily e riportarla indietro. Ma il tempo a sua disposizione è poco, e tutti e due rischiano di rimanere per sempre prigionieri nella terra dei Dannati…

Il giveaway chiederà il 31 gennaio! In bocca al lupo!

E il vincitore è... *rullo di tamburi*
Giovanni Pisciottano
 

9 commenti:

  1. Ciao Vanessa, che bella intervista e che fortuna aver incontrato uno scrittore tanto famoso. Ti seguo come "Alessia scrivere mi piace", e ho messo il banner nel mio blog, nella pagina "Giveaway.
    Non ho mai letto i libri di Glenn, ma ho "La biblioteca dei morti" in attesa in libreria. Mio suocero ne ha qualche altro. Me li farò prestare.
    Il libro che più mi ha attirato è quello che ho in libreria. Amo spaziare tra i generi, ma amo il mistery thriller, e la trama de "La biblioteca dei morti" mi ha sempre intrigato.

    RispondiElimina
  2. Vane, che opportunità incredibile *_*
    Capisco la tua emozione: a inizio Dicembre ho avuto l'opportunità di parlare un po' con Maurizio De Giovanni (che adoro) ed è stata una cosa meravigliosa *_*

    Grazie mille per l'opportunità! Non ho ancora letto niente di Glenn Cooper, ma mia madre lo adora e ha un paio di suoi libri a casa. Ho pensato di iniziare più volte La Mappa del Destino, perché la trama mi aveva ispirato da morire, ma alla fine ho finito sempre col rimandare XD
    Chissà che questa non sia la volta buona *___*
    Metto il banner nel blog! La mia email è mel.thebookshelf@gmail.com

    Grazie ancora!

    RispondiElimina
  3. Bellissima intervista! :)
    Di Glenn Cooper per ora ho letto solo 'la biblioteca dei morti' che mi era piaciuto parecchio, però mi ispira molto anche la serie di 'dannati'.
    Ho condiviso su Facebook https://www.facebook.com/sara.dalpasso.7/posts/10208313426582489?pnref=story
    La mia mail è saia.88@hotmail.it

    RispondiElimina
  4. Ciao, davvero interessante l'intervista, è stato piacevole leggerla. Di Glenn Cooper ho Il Marchio del Diavolo, un avvincente thriller che ho letto tutto di un fiato e sarebbe bello leggere altri suoi libri.
    La mia email gersus@libero.it
    Ho condiviso su fb https://www.facebook.com/gpisciottano/posts/10207249031538421

    RispondiElimina
  5. Salve. Ho letto voracemente tutti i precedenti libri di Cooper, con Meltzer tra i miei autori preferiti. Mi manca però l'intera trilogia de I Dannati: primo libro iniziato ieri, partito a spron battuto, mi sta lasciando un po' perplesso al momento....ma non capisco ancora l'esatto perché...
    Ad ogni modo voglio vedere la fine...soprattutto dell'intera trilogia!
    Il libro che mi é piaciuto di più è Il libro delle anime, veramente fantastico.
    La mail è lauro_fontana@alice.it

    In ogni caso...grazie Vanessa!

    RispondiElimina
  6. Oh mio dio che cosa bella!!! Sono quelle opportunità fantastiche che penso possano capitare anche solo una volta nella vita *___*
    Sai, ancora ad oggi non ho mai incontrato un autore, e se mi capitasse...non saprei nemmeno se riuscirei a spiccicare parola (*sempre stata un po' timida per quanto riguarda le interviste*) quindi capisco la tua emozione ma dalle domande e risposte sei stata grande!
    Di Gleen Cooper non ho ancora letto nulla, ma mi hanno sempre ispirato i suoi libri. Ho iniziato proprio ieri "La biblioteca dei morti", questo tuo GA mi capita a puntino!! E' da tempo che voglio leggere l'autore, e un libro autografato è un'opportunità fantastica :D Grazie!
    La mia mail: allascopertadilibri@hotmail.it
    Condivido il banner sul blog :3
    ah già ti seguivo come Cristina Shaylee!

    (non so come faccia ad abitare in una casa "infestata" ho una quasi fobia per i fantasmi... se scrivesse una storia su questo sarebbe assurdamente intrigante ma avrei paura di leggerlo)

    RispondiElimina
  7. Ciao Vanessa mi chiamo Carmela e sono una nuova iscritta al tuo blog.Il tuo ga mi ha portato a scoprire anche il tuo bellissimo blog! L intervista è davvero interessante e spero che un giorni avrò la fortuna di farmi autografare i suoi libri,non chiedo un intervista,sono molto timida e alla incontro con Alberto Angela per I Tre Giorni Di Pompei quando mi ha sorriso stavo x svenire*_* !!! Tornando a Gleen Cooper sto leggendo proprio in questo periodo i suoi libri ho già terminato La biblioteca dei Morti,adesso sto leggendo Il libro delle anime e li sto consigliando a chi ancora non li ha letti! Non ti nego la curiosità morbosa di sbirciare le pagine avanti per capire qualcosa in più*_*! Partecipo e incrocio le dita! Ti seguo come Carmela Barca la mia mail è carmelab1985@libero.it e grazie per quest opportunità!

    RispondiElimina
  8. Mi stavo per perdere questo giveaway? D: Non ci credo!
    Ti seguo come Ambra Mammoliti e la mia email è paranormalbookslover@outlook.it! Il mio libro preferito di Cooper? Difficile scegliere. Più che un libro ho amato l'intera trilogia de La Biblioteca dei Morti! Mi ci sono avvicinata per caso quando ancora la lettura non era la mia passione e l'ho preso in biblioteca. Ho divorato i tre libri in poco tempo e ne sono rimasta affascinata! Inutile dire che spero ancora in un altro libro della serie siccome il finale è decisamente aperto** Amo il suo stile di scrittura, amo che il libro si lascia leggere e ti prende pagina dopo pagina!

    RispondiElimina
  9. Grazie mille, non vedo l'ora di leggerlo, i libri di Cooper sono sempre avvincenti.

    RispondiElimina