sabato 31 ottobre 2015

RECENSIONE: Liv, forever - Amy Talkington

Titolo: Liv, forever  
Titolo originale: Liv, forever
Autore: Amy Talkington
Editore: DeAgostini  
Pagine: 300       
Prezzo: 14,90 Euro
Anno: 2015


Trama: La vita di Liv Bloom è sempre stata un disastro. Un continuo susseguirsi di famiglie affidatarie, delusioni e fallimenti. Ecco perché, quando Liv vince una borsa di studio per Wickham Hall, la più prestigiosa accademia d’arte dello stato, è al settimo cielo. L’arte non è solo la sua più grande passione, ma anche l’unica possibile via di fuga da una vita che detesta. E poco importa che l’atmosfera di Wickham Hall sia a dir poco spettrale, che gli antichi edifici abbiano un aspetto sinistro e che ogni angolo della scuola risuoni di misteri e premonizioni. Liv è troppo felice per farci caso. Tanto più che Malcolm, il ragazzo più bello e talentuoso dell’accademia, sembra essersi disperatamente innamorato di lei. Presto, però, l’idillio si infrange. Perché nemmeno l’amore di Liv e Malcolm può ignorare l’antica maledizione che si nasconde tra i corridoi di Wickham Hall. Una maledizione che porta con sé una lunga scia di sangue. E che ora vuole reclamare la felicità di Liv.

Recensione 
Liv è sempre stata una ragazza solitaria, chiusa nei suoi pensieri e nella sua arte, sballottata per anni da una famiglia affidataria all'altra, senza veri affetti. Quando vince una borsa di studio per la prestigiosa Wickham Hall, pare che finalmente qualcosa le vada per il verso giusto. Certo l'atmosfera è un po' lugubre, il complesso è antichissimo e spettrale, le regole ferree, i nuovi compagni sembrano solo una manica di ricchi snob viziati, ma finalmente può esprimere la sua arte senza limiti, in uno studio tutto suo, con a disposizione qualsiasi materiale che le venga in mente, con sfumature che prima poteva solo sognare. E non potrebbe essere più felice quando il bel Malcolm, con cui condivide la passione per l'arte, inizia a manifestare interesse verso di lei. Ma c'è qualcosa di oscuro che si nasconde a Wickham Hall, qualcosa di potente e secolare, che si è lasciato dietro una lunga scia di omicidi. Ragazze con il collo squarciato, il sangue che cola dagli occhi, dai polsi, i vestiti macchiati di sangue. E altro sangue verrà versato..

Avete in mente di passare la sera di Halloween tranquillamente a casa? Ecco la lettura perfetta per voi! Infilatevi sotto le coperte, fate partire la colonna sonora di 'Nightmare Before Christmas' per un sottofondo ad effetto, accendete qualche candela e spegnete la luce. Vedrete che brividi! Siamo a Wickham Hall, una scuola antichissima, molto ricca, frequentata dai rampolli delle famiglie più prestigiose. Edifici sinistri, corridoi lugubri, passaggi segreti, boschi fitti e oscuri. Il genere di ambientazione che adoro e mi affascina immediatamente. Sapete che adoro i libri ambientati in strane scuole misteriose. Harry Potter ha lasciato il segno lol Liv è la nuova arrivata. Non è ricca, come la maggior parte dei suoi compagni, ma è lì con una borsa di studio per studiare arte. E' una ragazza solitaria, ma non le pesa più di tanto stare da sola, immersa nei suoi pensieri e nella sua arte. E' stata ferita dalla vita, respinta fino allo sfinimento, rimbalzata da una famiglia all'altra talmente tante volte che ormai non ci prova neppure più. Nonostante questo, non è certo una di quelle musone che si autocommiserano di continuo. Ha un grande spirito e una grande forza, è tenace e non si arrende di fronte alla prima difficoltà. La sua forza è la sua arte. La sua arte è ciò per cui vive. Disegni fatti di immagini e parole che si intrecciano in armonia, come un tutt'uno, diventando una cosa sola. Sogni, pensieri, speranze, paure si alternano sulle sue tele. E' il suo modo di esprimersi e sfogarsi, di lasciare il suo segno nel mondo. Ho adorato la sua passione, il modo in cui ne parla, facendo appassionare chi l'ascolta. Ho adorato follemente le suggestive descrizioni dei suoi lavori, è sicuramente una delle cose che mi ha più colpito. Non è semplice creare delle opere d'arte solo con le parole, ma l'autrice ci riesce, ti rapisce e quasi ti sembra di essere parte di essa. Pagine poetiche, suggestive. I due personaggi con cui lega maggiormente al suo arrivo sono due ragazzi, Gabe e Malcolm. Ma tranquilli, niente triangolo amoroso, lo giuro. Gabe è un po' la pecora nera della scuola, quello strano, che tutti evitano. Lo considerano tutti un po' pazzo, e in effetti qualcosa di strano ce l'ha. Ma lo scoprirete da soli. Tra lui e Liv nasce subito un'amicizia fatta di rimbeccate e bisticci affettuosi, entrano in sintonia accumonati dallo stesso senso dell'umorismo e dal medesimo sentirsi fuori dal coro. Per contro, Malcolm è uno dei ragazzi più popolari, bello e ben voluto da tutti. Ma dietro a quella facciata di perfezione c'è molto altro, non è solo un bel faccino. Proprio come Liv, vorrebbe diventare un artista, ma non riesce ad opporsi alla sua famiglia, che lo spinge verso una strada già prefissata. Tra lui e Liv, il rapporto evolve molto velocemente in una storia romantica. Sono davvero molto dolci e teneri. Un po' affrettati forse (instalove allert!) ma mi sono piaciuti molto. Molto interessanti sono anche i fantasmi, le ragazze i cui spiriti vagano per la scuola. Ognuna ha la sua storia, la sua personalità, e sono caratterizzate molto bene. Le conosciamo nel corso della storia, ma ad ognuna di loro è dedicato anche un breve capitolo in cui in prima persona ci raccontano come sono morte. Questa scelta mi è piaciuta molto. Triste e inquietante. Ogni capitolo non fa che accrescere gli interrogativi. Cosa lega queste ragazze? Perchè sono morte? Chi le ha uccise? Il libro è trascinante e si divora in un soffio, complice anche l'ottimo colpo di scena iniziale su cui prende perno la vicenda. Non me lo aspettavo davvero. Ha mandato la storia in una direzione diversa da quella che pensavo. Finale da leggere tutto d'un fiato, appassionante, inquietante e davvero molto ben studiato. Qualche lacrimuccia non manca, ovviamente. E per una volta, è un autoconclusivo! Ve lo consiglio tantissimo, soprattutto in una sera come questa!                                 Valutazione: Bellissimo!
 
Io morirei per la libertà? Per amore? Mi piaceva pensare che ne fossi capace, 
ma come è possibile morire per amore se non l'hai mai provato? 
 

1 commento:

  1. Bella recensione Vanessa! Il libro mi aveva incuriosita e avevo già letto qualche recensione, le atmosfere che descrivi mi sono assolutamente congeniali ^^ Sarebbe stato un ottimo passatempo per Halloween... bene bene se mi capiterà sottomano non me lo lascerò scappare ;-)

    RispondiElimina