sabato 14 marzo 2015

RECENSIONE: I Love Shopping a Hollywood - Sophie Kinsella

Titolo: I Love Shopping a Hollywood (I Love Shopping #7)
Autore: Sophie Kinsella
Editore: Mondadori
Pagine: 383    
Prezzo: 20 Euro  
Anno: 2014


Trama: Becky è tornata! Becky Bloomwood non sta più nella pelle, si è appena trasferita con la piccola Minnie nientemeno che a Hollywood, per stare al fianco del marito Luke che ha una nuova importante cliente, Sage Seymour, l'attrice del momento, di cui lui curerà carriera e immagine. Per Becky è un sogno che si trasforma in realtà, ed è più che comprensibile che sia molto gasata: è convinta infatti che d'ora in poi potrà dare una svolta decisiva al suo lavoro di personal shopper per diventare invece la personal stylist di Sage e perché no, la stilista più acclamata e ricercata da tutte le star E poi ci sono così tante cose da fare e da vedere! Per fortuna arriva a darle una mano Suze, la sua fedele amica di sempre, che decide di raggiungerla con il marito. Tra location alla moda, red carpet, centri di meditazione e yoga per multimilionari e set cinematografici, Becky non vuole perdersi niente, d'altra parte non esiste solo lo shopping, ma spinta da troppo entusiasmo finisce per complicarsi la vita alleandosi con la grande rivale di Sage. Luke non lo sa, naturalmente, e Hollywood non perdona. Ben presto Becky scopre che le cose non sono affatto come sembrano. Riuscirà ancora una volta a tirarsi fuori dai guai grossi nei quali si è cacciata? 

Recensione 
Becky è tornata! E stavolta dovrà vedersela con il luccicante mondo del cinema! Suo marito Luke è stato assunto da Sage Seymour, una delle attrici più famose sulla piazza, che gli ha affidato il compito di curare la sua immagine e la sua carriera. Moglie e figlia lo seguono pronte a godersi ogni secondo di questa esperienza, agghindate solo come le ragazze Brandon sanno fare! Ma conoscete Becky, non riesce a stare con le mani in mano! Dopo che il lavoro di personal shopper che sperava di ottenere le viene rifiutato, tra una lezione di yoga e una seduta di Consapevolezza nel centro più glamour della città, un'idea baldanzosa si fa largo nella sua mente: diventare la stylist delle star. Per raggiungere il suo obbiettivo è pronta a tutto: con la sua consueta faccia tosta, si caccia in situazioni esilaranti finendo dritta dritta in una grande, immensa, montagna di guai. La vedremo fare la comparsa in un film di pirati, intrufolarsi nella sartoria degli studi cinematografici, prendere d'assolto il red carpet e, ovviamente, fare shopping. Ogni scusa è buona, soprattutto ora che può dire che ciò che acquista è un investimento per la sua nuova 'carriera'. Ma fino a che punto è disposta a spingersi per il successo?

I Love Shopping è la serie chick-lit più longeva che ho letto, una perla, in un genere che si presta difficilmente a serie così lunghe e allo stesso tempo piacevoli. Insomma, per quanto puoi andare avanti a parlare di scarpe e intrighi romantici senza diventare noiosa? Nessuno ci riesce, a parte Sophie Kinsella. La sua serie, che ormai conta sette libri, negli anni non ha mai perso smalto, portando solo divertimento e tante risate. Becky ha allietato le ore spensierate di tante lettrici, divertite dalle sue follie, e ormai affezionate a lei come lo si può essere ad un'amica di lunga data. Ora però l'incantesimo si sta spezzando. Devo ammetterlo. Lo temevo. Amo Becky Bloomwood e amo Sophie Kinsella, ma è innegabile che ormai questa serie va avanti 'tanto per' e che sarebbe ora di darle una degna conclusione. Abbiamo visto Becky innamorarsi, sposarsi, diventare madre, l'abbiamo vista alle prese con la sua famiglia, con il lavoro, con gli amici, l'abbiamo vista combinarne di tutti i colori e comprare più scarpe di quelle che servirebbero ad una sola persona per una vita intera. Questo libro non aggiunge niente di più. Anzi, toglie qualcosa. Becky non è mai stata così insopportabile. Ha combinato un sacco di guai, ha fatto tante stupidaggini, a volte non si è comportata nel migliore dei modi, ma sempre con quella sua adorabile ironia per cui le perdonavi qualsiasi cosa. Ora è davvero palese che l'autrice non sa più cosa inventarsi per proseguire. Lei ci prova, e grazie alla sua ironia e alla sua bravura un po' ci riesce anche, visto che tutto sommato l'ho divorando in un lampo, ma questo libro lascia poco. Dopo sette capitoli, mi sono per la prima volta trovata a provare un po' di insofferenza verso questa serie. C'è una cosa in particolar modo che inizia a disturbarmi: Becky ormai è una donna adulta, è una moglie, una madre, non è più una ragazzina, e ancora sperpera soldi come una scriteriata! Senza nessun senso di colpa, senza nessun controllo. Dov'è la crescita? Dov'è il buon senso che dovrebbe avere una donna della sua età? E' ancora la stessa shopping-dipendente che era all'inizio. L'unica differenza è che all'inizio aveva un budget limitato e si ritrovava sempre sepolta dai debiti, mentre ora ha un marito ricco e compra tutto senza neanche batter ciglio. All'inizio era divertente, ora, dopo sette libri, questa cosa inizia ad infastidirmi. Vorrei vedere un cambiamento vero, una crescita, una consapevolezza maggiore. Vorrei vederla maturare. Non fraintendetemi, questo non è un libro brutto, e nemmeno noioso. La Kinsella è sempre la Kinsella. Il suo stile è fresco, divertente, irresistibile. La sua maestria nel creare situazioni tragicomiche è leggendaria. Mi sono divertita come sempre nel leggere le avventure di Becky, che si mette nei guai e in un modo o nell'altro riesce sempre a cavarsela. Ma questo libro è chiaramente un gradino sotto agli altri, il meno riuscito della serie. Una cosa che però mi ha colpito molto è stato il finale, un finale per la prima volta aperto. Non me lo aspettavo. E' chiaro che ci sarà un seguito, spero l'ultimo, e devo dire che, nonostante sia rimasta un po' delusa da questo libro, sono carica di aspettative per il prossimo! Le basi che sono state gettate in vista del proseguimento sono davvero intriganti, tant'è che quando ho concluso la lettura un po' l'ho maledetta, la Kinsella, perchè ero davvero curiosa! Se se la gioca bene, l'ottavo libro può essere una bomba, quindi spero che questo sia solo uno scivolone, e confido in un finale con il botto. Che sia l'ultimo però. Dopo quindici anni in compagnia di Becky, è ora di salutarsi. Lei direbbe che anche un paio di Louboutin, indossate tutti i giorni, alla fine annoiano e perdono la loro magia. Meglio comparne un nuovo modello. E sono sicura che Sophie Kinsella ha ancora molte storie in serbo per noi.          Valutazione: ½ Non male!    

"Forse.." deglutisco. "Forse avevi ragione tu. Forse mi sono un po' persa."
Per un attimo Luke tace. Mi guarda con i suoi occhi scuri e intensi ed è come se non ci fosse neppure bisogno di parlare. Lui riesce a percepire tutto. "Ci ho rimuginato sopra per tutto il viaggio a New York." dice con voce roca e profonda. "E poi ho capito. Sono tuo marito. Se ti sei persa, spetta a me venirti a cercare." 

5 commenti:

  1. Concordo, e la scelta del finale aperto è stato un altro nonsense. Speriamo bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io spero solo che sia l'ultimo e poi chiuda. Con tuto l'amore, ma basta xD

      Elimina
  2. Ho apprezzato moltissimo Becky nelle serie precedenti, combinava un sacco di pasticci, mi faceva ridere ma alla fine c'era sempre una morale, un qualcosa che la faceva maturare. Non so se mi spiego, ad esempio in I love shopping con mia sorella quando affronta quella scalata sulla montagna per raggiungerla e scusarsi. Questa è la Becky che amo, folle e istintiva.
    In questo ultimo libro invece, proprio come te, ho notato che l'incantesimo si sta spezzando. Becky appare davvero sciocca e superficiale e io non riuscivo a sopportarla. Tra l'altro devo dire che non ho finito di leggerlo, ero più o meno a metà e poi l'ho abbandonato. Lo finirò, in un periodo un po' più tranquillo per me. E spero di ritrovare la Becky che ho tanto amato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verso la fine migliora, perchè lei come sempre capisce che si sta comportando da cretina e cerca di rimediare :) Però davvero, basta. Ormai la sta tirando troppo per le lunghe ç_ç

      Elimina
  3. Sono d'accordissimo con la tua recensione! Questo libro è decisamente un gradino sotto agli altri della serie. L'ho aspettato davvero tantissimo, l'ho desiderato follemente e, forse per le aspettative troppo alte, ne sono rimasta delusissima. Ho trovato una Becky veramente insulsa, ne sono troppo dispiaciuta! :(

    RispondiElimina