domenica 14 dicembre 2014

RECENSIONE: Bianco e Nero, Il potere dei draghi - P.Marina Pieroni

Titolo: Bianco e Nero, Il potere dei draghi (Cronache dalle Terre di Arret #1)
Autore: P. Marina Pieroni
Editore: autopubblicato
Pagine: 348    
Prezzo:  10,90 Euro  
Anno: 2013


Trama: E se il principe non fosse azzurro? Ma nero come la notte? A questa domanda si troverà a dover rispondere Serenia, giovane principessa delle Terre di Arret. Arret è una terra fantastica dove la magia è scomparsa da venti lunghi anni, e con essa anche i draghi. Nessuno lo ricorda, ad eccezione di poche persone particolarmente dotate, che hanno tentato di celare tutti gli indizi e tutti i riferimenti. La principessa Serenia vive una vita abbastanza tranquilla, finché sarà costretta a fare i conti con il ruolo che ricopre. Gilbert il principe nero, bello e tenebroso, sceglierà proprio lei come sua sposa, nonostante lei tenti di evitare il matrimonio a tutti i costi. La prima notte di nozze con Gilbert non è certo di miele, il principe abusa di lei, nonostante la ragazza desideri accontentarlo, e le violenze aumenteranno il giorno successivo, portando Serenia in un abisso di disperazione. E’ chiaro alla ragazza che suo marito nasconde un terribile segreto ma impiegherà diverso tempo per scoprire di cosa si tratta. Il rapporto tra Gilbert e Serenia evolverà di giorno in giorno finché, durante una passeggiata a cavallo, lui sarà costretto a rivelare il suo segreto. Serenia si accorgerà con stupore di non provare alcuna repulsione, anzi, la scoperta l’attrarrà a lui ancora di più. Ma sarà proprio la loro unione così forte a liberare i poteri dei draghi rimasti assopiti. Da quel momento la scena cambia completamente. Serenia sarà costretta a fuggire dal castello e a vagare per le Terre di Arret per imparare ad usare il potere dei draghi. La magia si insinuerà nel mondo pian piano, fino a dirompere con grande forza.

Recensione
Le terre di Arret sono sempre state un regno fantastico, pieno di incanti e meraviglie, ma da ormai venti lunghi anni la magia ha abbandonato questo luogo e il suo ricordo è lentamente svanito dalla mente dei suoi abitanti, insieme al ricordo dei due potenti draghi che vi vivevano. Ora il potere è diviso tra due casate, i Bianchi e i Neri, sempre in conflitto. Ad unirle sarà un matrimonio, quello tra Gilbert, principe nero, e Serenia, principessa bianca. Anche se la ragazza cerca a tutti i costi di evitare le nozze, alla fine è costretta ad accettare il suo destino, spaventata e allo stesso tempo attratta dal bel tenebroso, che la condurrà nel suo oscuro castello, dove Serenia si sentirà tutt'altro che ben accetta. Nonostante cerchi con tutte le sue forze di compiacere il suo novello sposo, lui dimostra fin da subito una crudeltà e una violenza inspiegabili. Ma il loro rapporto, le cui regole inizialmente vengono dettate a suon di violenza e umiliazione, lentamente evolve in qualcosa di diverso, e Gilbert inizia ad aprirsi con la sua giovane moglie, mostrandole il lato migliore di sè e svelandole il suo segreto più grande. La loro unione, finalmente completa, appassionata e sincera, risveglia il potere assopito dei due draghi. Da quel momento però le cose precipitano, Serenia è costretta a fuggire e ad intraprendere un viaggio che l'aiuterà a capire se stessa e a sviluppare le sue increbibili capacità. Ma sa già che Gilbert non tarderà a ritrovarla. Come la luce e il buio, non possono esistere l'uno senza l'altro..

Questo libro inizia quasi come una favola, presentandoci un regno con una storia molto travagliata alle spalle, un regno che un tempo era abitato dalla magia, da cui però sparita ormai da molti anni: Arret. I Bianchi e i Neri si dividono la supremazia su queste terre, non senza una buona dose di guerre e dissapori di varia entità. L'atmosfera creata è meravigliosa. Non certo idilliaca, ma suggestiva, affascinante, e i racconti del passato del regno e della loro storia sono ben costruiti e intriganti. Mi hanno subito conquistato e affascinato. E' qui, tra battaglie e diatribe infinite, che entra in gioco Serenia, una delle tre principesse del Regno Bianco. A corte tutti sono in fermento per l'imminente matrimonio di una di loro con il rampollo del regno avversario, un gesto necessario per la pace tra le due fazioni, provate da secoli di guerre, battaglie e diatribe di ogni genere. Proprio come la loro madre, la Regina Bianca, prese in sposo l'erede del Regno Nero dopo l'ultima grande guerra, ora una delle tre sorelle deve prendere sulle spalle questo peso per presevare la pace. Serenia è il genere di principessa che piace a me: un po' selvaggia e poco ligia alle regole. Il tipo che non solo arriva in ritardo, ma arriva con i capelli scarmigliati, i vestiti in disordine e le scarpe sporche, dopo una cavalcata tra la natura. E' così poco principesca rispetto alle sue sorelle che neppure viene contata tra le candidate per il matrimonio, inizialmente. Morea e Sydia sono considerate decisamente più adatte, all'altezza della situazione: la prima è graziosa e leggiadra, bella come un angelo, piena di genuino entuasiamo e di energia, la seconda è più raffinata ed elegante, di una bellezza più posata. Vicino a loro, chi mai noterebbe Serenia? Lei, così impacciata, così poco avezza al galateo e ai protocolli reali, così poco propensa alle attività prettamente femminili, dall'animo così selvaggio ed indomabile. Lei sparisce oscurata dall'eleganza e dalla leggiadria delle sue belle sorelle. O almeno, è questo che lei e l'intera corte pensano. Non proprio tutti però. Il principe Gilbert sceglie come sua sposa proprio lei. Il rapporto tra loro è estremamente conflittuale e difficile fin da subito, ed evolve continuamente. Serenia, nonostante all'inizio sia assolutamente contraria al matrimonio, inizia ad essere affascinata dal suo promesso sposo, che in fin dei conti è un bel ragazzo dai modi ammaliatori, e cerca di compiacerlo, di farlo contento, ma lui inaspettatamente reagisce con estrema violenza e crudeltà, umiliandola fisicamente e psicologicamente fin dalla prima notte con un accanimento gratuito e inspiegabile. Neanche la famiglia dello sposo le lesina torture e umiliazioni, facendola cadere sempre di più in un incubo che sembra senza fine. Una fine però, arriva. Gilbert piano piano cambia, sembra diventare tutta un'altra persona, si dimostra dolce e innamorato, e la tratta con riguardo e attenzione. Come se avesse una doppia personalità. Non sai mai quali delle due nature ambivalenti emergerà. Il lato oscuro che è nel suo stesso sangue, o quello dolce e buono che emerge grazie all'amore e a Serenia? Inizialmente ho storto il naso, soprattutto per via della violenza e la crudezza di alcune parti, ma devo dire che l'evolversi del loro rapporto mi ha tenuto con il fiato sospeso e che il personaggio di Gilbert si è dimostrato molto interessante, anche se piuttosto inquietante. Serenia, dal canto suo, non tira fuori la grinta che sembrava avere all'inizio, il terrore la rende succube, arrendevole, subisce senza ribellarsi, e questo mi ha un po' deluso, perchè le premesse iniziali la ritraevano molto più decisa e tosta. Ma poi si fa perdonare e tira fuori le palle. Un punto per lei! Mentre la prima parte è incentrata soprattutto sul rapporto tra i due novelli sposi, la seconda è più avventurosa, e segue Serenia nel suo viaggio. Entrano in gioco nuovi personaggi, nuove rivelazioni, magia e poteri incredibili. Questa seconda parte mi è piaciuta moltissimo. La gamma di personaggi si ampia, viene introdotto un elemento classico dei fantasy, ovvero il viaggio, Serenia finalmente tira fuori la grinta..ma è soprattutto la magia a farla da padrona! Questa parte è sicuramente più ricca di eventi e colpi di scena, di rivelazioni e di emozioni, però ha due difetti. Uno, meno importante, è che alla lunga il continuo spostarsi da un posto all'altro per compiere questa o quella missione o per parlare con questa o quella persona, un po' finisce per stancare. Avrei preferito meno tappe, ma più significative. L'altro, è Fabian. Serenia anela il ricongiungimento con Gilbert, ma allo stesso tempo ne è spaventata. Continua a coltivare il suo amore, ad essergli fedele, ma poi avviene un incontro che le fa riconsiderare tutto. Non è il triangolo amoroso il problema. In realtà un vago accenno di triangolo c'era dall'inizio grazie alla presenza di Angher, classica vittima della friendzone: amico fidato di lunga data, guardia reale, sempre al fianco di Serenia in ogni avventura, il giovanotto prova per lei qualcosa di più che una semplice amicizia. Se proprio c'era da inserire un triangolo, perchè non usare lui, che, poveretto, non aspetta altro dall'inizio? Le cose tra loro sarebbero state più ponderate, si sarebbero evolute con calma. Al contrario Serenia e Fabian hanno uno di quei classici e irritanti colpi di fulmine istantanei, che nel giro di un paio di giorni portano gli sventurati a giurarsi amore eterno. Fabian sembra essere inserito nella storia soltanto per favorire una finale incazzatura di Gilbert. La loro storia non è costruita, non c'è evoluzione: semplicemente decidono che si amano e il tutto avviene nei capitoli finali, in poche pagine. La situazione è stata gestita male ed è sicuramente è il difetto più grosso del libro, che dopo l'introduzione di Fabian, personaggio piacevole in sè, ma fuori luogo, ha perso qualche punto. Comunque, i difetti segnalati non vanno a disturbare la lettura, che alla fine si rivela assolutamente soddisfacente. La trama è costruita molto bene, funziona, trascina il lettore verso il finale velocemente e senza mai un momento di noia. I personaggi principali sono ben caratterizzati e interessanti. Le descrizioni e l'ambientazione sono suggestive ed efficaci. Avvincente, appassionante. Magico! Lo consiglio assolutamente! Ora non mi resta che catapultarmi sul seguito!  Valutazione: Bellissimo!

Il potere è in te, devi solo imparare a gestirlo

5 commenti:

  1. Sembra troppo bello!
    W i draghi!**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto molto bello, l'ebook si trova a poco e mi pare faccia parte pure del progetto Amazon Unlimited, non può sfuggire :)

      Elimina
    2. Sì, confermo che la prima e la seconda parte fanno parte del progetto KU di Amazon :)

      Elimina
  2. Ti ringrazio tantissimo per la bellissima e accurata recensione. Fabian e 'il colpo di fulmine' nasconde più di quel che sembra mostrare. Ammetto di essere stata un po' cattivella e aver spiegato tutto nella seconda parte. Grazie ancora :)

    RispondiElimina