lunedì 15 dicembre 2014

Clock Rewinders #76

Torno con la rubrica ideata da On a book bender e 25 hour books: un riepilogo della settimana appena trascorsa con le novità più interessanti!

I libri sono un antidoto alla tristezza
Anteprima libri stranieri: The Archived, The Darkest Minds e..
Recensioni: Bianco e Nero, Il legame dei draghi (4) 






Le mie letture della settimana
Questa settimana ho finalmente letto Starcrossed di Josephine Angelini, primo capitolo di una trilogia paranormal romance che riprende elementi della mitologia greca. Ne ho sentito parlare bene, ne ho sentito parlare male. Io dopo la lettura mi colloco un po' a metà strada. Niente di eccezionale. Con una base mitologica poteva venire fuori qualcosa di molto meglio. Tre stelline. Mi è piaciuto invece molto La piramide perduta di Nacho Ares, un ottimo romanzo storico che segue in parallelo la storia di Tutankhamon e quella del famoso archeologo Howard Carter, che ne scoprì la tomba. Romanzato, arricchito di qualche mistero e di elementi di fantasia, ma basato sui fatti reali e accuratamente costruito. Quattro stelline! Infine, mi sono dedicata ad una lettura leggera leggera, il primo libro della serie Giovani, carine e bugiarde, ovvero Le bugie hanno gambe bellissime (fustigate chi ha tradotto questo titolo) di Sara Shepard. Finora con i libri-da-cui-sono-stati-tratti-telefilm ho avuto solo brutte esperienze (rabbrividisco ancora, quando penso ai libri di Gossip Girl) ma devo dire che questo non è il caso. E' piuttosto ben scritto, e i capitoli, ognuno di poche pagine, si alternano tra quattro punti di vista delle protagoniste mostrandoci una panoramica su ognuna di loro. Mi ha sopreso che il primo libro praticamente coprisse solo la prima puntata del telefilm, sono curiosa di proseguire. E' solo uno di dodici libri. Arriverò mai in fondo? Chissà, ma non è male. Tre stelline e mezzo.

Le citazioni della settimana
"Il cavallo non è mai esistito. Bella favoletta, ma altro non è. Ulisse è rimasto coinvolto, vero, ma tutto quello che ha fatto è stato convincere Elena a sfruttare il suo fascino per sedurre le sentinelle e spingerle ad aprire i cancelli di notte. Non ci fu bisogno d’altro. Ecco perché noi Discendenti non chiamiamo mai i nostri figli come lei. Per noi chiamare una figlia Elena sarebbe come per un cristiano chiamare il proprio figlio Giuda"
— Starcrossed, Josephine Angelini

"Sono ancora qui, brutte troie. E so tutto. -A" 
— Le bugie hanno gambe bellissime, Sara Shepard
 
"Avrà anche a disposizione una guida, potrà conoscerne l'esatta ubicazione, ma c'è una cosa che ignora e che solo un archeologo dalla vasta esperienza come me può sapere: una tomba è un essere vivente. Se sarà lei a volerlo, allora la troverete. In caso contrario, l'entrata sprofonderà sempre di più tra la sebbia sfuggendole per sempre."
— La priramide perduta, Nacho Ares

La scoperta della settimana
Micheal è un giocatore. E, come la maggior parte dei giocatori, trascorre quasi più tempo nel VirtNet che nel mondo reale. Il VirtNet offre l'immersione di mente e corpo, e crea dipendenza. Grazie alla tecnologia, chiunque possieda abbastanza denaro può sperimentare una serie di mondi fantastici, rischiare la vita senza reali rischi di morte, oppure uscire semplicemente con degli amici virtuali. E' più abilità da hacker possiedi, maggiore sarà il divertimento. Perché preoccuparsi di seguire le regole, quando la maggior parte sono stupidaggini, comunque? Ma alcune regole sono lì per una ragione. Alcune tecnologie sono troppo pericolose per giocarci. E secondo ad alcuni rapporti recenti, un giocatore si sta spingendo oltre i limiti di ciò che chiunque altro abbia mai provato prima di lui: sta tenendo dei giocatori in ostaggio dentro il Virtnet. Le conseguenze sono terribili—tutti gli ostaggi sono stati dichiarati celebrarlmente morti. E le motivazioni del giocatore sono ancora avvolte nel mistero. Il governo sa che per catturare un hacker, serve un hacker. E hanno tenuto d'occhio Michael. Lo vogliono nella loro squadra. Ma il rischio è enorme. Se accetta la loro sfida, Michael dovrà entrare nella rete di VirtNet. Ci sono vicoli e angoli nel sistema che gli occhi umani non hanno mai visto e predatori che non può nemmeno immaginare—e c'è la possibilità che la linea sottile tra gioco e realtà si fonda per sempre.                                                                                             Arriverà prossimamente grazie alla Fanucci

La canzone della settimana

Nessun commento:

Posta un commento