venerdì 31 ottobre 2014

Cover Details #32

Oggi ritorno dopo un sacco di tempo con la rubrica Cover Details, la cui idea è stata ispirata dal blog Sugar & Snark.Vi mostrerò quattro cover accumunate da uno stesso particolare, ogni volta diverso. Tra le quattro segnalerò la mia preferita a livello puramente estetico e presenterò in seguito il libro! Oggi ho scelto di spulciare tra i libri della mia infinita wishlist in lingua :)

  il particolare di oggi: stelle
  These Broken Stars di Amie Kaufman e Meagan Spooner
For Darkness Shows the Stars di Diana Peterfreund
The Chaos of Starts di Kiersten White
The Art of Wishing di Lindsay Ribar

Titolo: These Broken Stars (Starbound #1)
Autore:
Amie Kaufman e Meagan Spooner
Editore:
Disney Hyperion
Pagine:
374
Prezzo:
17,99 $
Anno:
2013 


Trama: E' una notte come le altre a bordo dell'Icarus. Poi, la catastrofe: l'enorme e lussuosa nave è spinta fuori dall'iperspazio e precipita sul pianeta più vicino. Lilac LaRoux e Tarver Merendsen sopravivono. E sembra siano i soli. Lilac è la figlia dell'uomo più ricco dell'universo. Tarver viene dal nulla, un giovane eroe di guerra che ha imparato molto tempo prima che le ragazze come Lilac danno più problemi di quanto valgano. Ma costretti a contrare solo l'uno sull'altra, Lilac e Tarver devono lavorare insieme, in cerca di aiuto in un tortuoso viaggio attraverso l'inquietante e deserto luogo in cui sono finiti. Poi, contro ogni previsione, trovano la fortuna nella tragedia che li ha spinti l’uno nelle braccia dell’altra.  Senza la speranza di un futuro insieme nel loro mondo, iniziano a domandarsi–non sarebbe meglio rimanere qui per sempre? Tutto cambia quando scoprono la verità dietro i bisbigli che li hanno seguiti ad ogni passo. Lilac e Tarver potrebbero trovare un modo per lasciare il pianeta. Ma non sarebbero mai più stati le stesse persone che ci sono atterrate.

Anteprima #29: Ti regalo l'amore - Alessandra Paoloni

Ciao a tutti e buon Halloween! Perdonatemi se non dedicherò particolare attenzione a questa festa, ma non la sento un granchè lol E' una cosa divertente, ma le mie colleghe hanno già dedicato all'occasione un sacco di post di ogni genere, con libri e film da vedere e leggere, quindi non voglio essere ripetitiva ahah Però sono curiosa, fate qualcosa di particolare stasera? Io parteciperò ad una festa a tema cartoni animati e io e le mie amiche abbiamo deciso di vestirci da principesse Disney 'moderne'. Un modo carino per dire che non avevamo soldi da spendere per costumi veri e così abbiamo adattato qualche vestito dei nostri guardaroba per ricordare gli outfit delle principesse LOL Io sarò Belle, se ve lo state chiedendo ahah xD Ma parliamo di cose serie! Oggi vi scrivo per segnalarvi un nuovo libro di un'autrice che sicuramente conoscete già, Alessandra Paoloni, un libro dalla copertina splendida che si prospetta una lettura molto romantica! Vi incuriosice? Intanto vi segnalo il blog e la pagina facebook dell'autrice! :)

Titolo: Ti regalo l'amore  
Autore: Alessandra Paoloni 
Editore: autopubblicato    
Pagine: 247    
Prezzo: 0,99 Euro (ebook)  

Trama: “Ti hanno regalato molto di più e ancora non te ne accorgi.” Single da non molto, disoccupata, Clelia trascorre le sue giornate tra serie tv in streaming e lunghe sedute di relax sul divano. Ma la sua vita monotona cambierà quando, per il suo trentunesimo compleanno, le verrà regalato un viaggio organizzato dalla Doppio di Cuori, un'agenzia italiana di meetings & holidays. Ad accompagnarla nel suo viaggio ci sarà Dante, un ragazzo bello, gentile e a tratti misterioso. Tra i due scoppierà subito un forte legame, destinato a tramutarsi in qualcosa di più profondo. Nell'assolata campagna umbra, tra i monumenti della città di Perugia, la loro storia si snoda tra scene bizzarre e tenero romanticismo. Clelia crede di vivere la sua favola personale ma la realtà, da sempre in agguato, busserà ben presto alla porta dei suoi sogni.

L'autrice: Alessandra Paoloni è nata a Tivoli, l'11 marzo del 1983. Coltiva fin da bambina una passione quasi viscerale per la scrittura e la lettura, pubblicando fin da giovanissima poesie e racconti su riviste e giornali locali. Esordisce come scrittrice con la raccolta poetica “Brevi monologhi in una sala da ballo di fine Ottocento” con la casa editrice Il Filo (2008), cui seguono i due romanzi fantasy “Un solo destino” e “Heliaca la pietra di luce” entrambi editi con la 0111 Edizioni. Si ripresenta al pubblico nell'aprile del 2012 con il nuovo romanzo “La Stirpe di Agortos” (pubblicato con lo pseudonimo di Elisabeth Gravestone e ora fuori commercio).Arriva seconda, col racconto “La Prova”, al concorso indetto dal blog “Club Urban Fantasy”, la cui antologia è disponibile sia in edizione cartacea che digitale.Esce nel novembre 2012 per la Butterfly Edizioni il suo primo paranormal fantasy “La discendente di Tiepole”, che sta riscontrando un notevole entusiasmo da parte dei lettori. Il suo racconto "In fuga per ricominciare" è stato selezionato dal Writer Magazine di Franco Forte e comparirà nell'antologia "365 Storie d'Amore".E' tra i vincitori del concorso “On the Road: diari di viaggio” indetto dalla Libro Aperto Edizioni con il racconto “Sulla strada per la fine”. E' tra i finalisti del concorso “Impronte d'amore” indetto dalla Butterfly Edizioni con il racconto “Come il vento su Top Withens”.Pubblica con la Libro Aperto Edizioni il lungo racconto paranormal romance "Oltre l'oscurità" in edizione digitale.Il suo racconto "La cura" viene inserito nella raccolta antologica digitale "La prima volta" edita dalla Triskell Edizioni ed è disponibile gratuitamente sul sito della casa editrice stessa.Dal maggio 2013 è possibile scaricare da amazon la nuova versione dei “Brevi monologhi in una sala da ballo di fine Ottocento” al prezzo irrisorio di 0,89 €.Nel settembre del 2013 pubblica in ebook la prima parte della saga romance/erotica dei Wendell, “L'esilio del Re” a cui seguirà “Il tempo di Luther”, uscito nel dicembre 2013 (disponibili attualmente solo su amazon in versione digitale).Il breve racconto “L'estate del Professore” farà parte della raccolta antologica “365 giorni d'estate” della Delos Books.Nel marzo del 2014 pubblica su amazon il lungo racconto erotico “È te che aspettavo”, opera arrivata seconda al concorso della Sperling Privè, balzato quasi subito in testa alla classifica di letteratura erotica. Il 17 Giugno dello stesso anno, per la collana “Senza Sfumature” della Delos Books, è uscito il breve racconto erotico “L'amante del boia”.

giovedì 30 ottobre 2014

RECENSIONE: Love Game - Rossella Leone

Titolo: Love Game
Autore: Rossella Leone
Editore: Alcheringa
Pagine: 366    
Prezzo: 12,60 Euro (cartaceo ) 3,71 Euro (ebook) 
Anno: 2014

Trama: Katia non ha ancora superato la storia finita male con il proprio ex, Andrea. Per tirarla su di morale, la migliore amica Ylaria, la convince ad andare con lei ad uno chalet, in Svizzera. Una volta lì, la ragazza fa la conoscenza di un gruppo di ragazzi un po’ bizzarri, che gli rivelano di ritrovarsi all’interno di una sorta di gioco di ruolo, chiamato Love Game. Così, fra le trame del gioco e i sentimenti veri, Katia si ritroverà in tutta una serie di situazioni romantiche, imbarazzanti, comiche, mentre continua a sfuggirle la risposta più importante di tutte: perché il Love Game?

Recensione
Katia sta cercando di lasciarsi alle spalle una storia dolorosa fatta di bugie e tradimenti. Per evadere dalla routine e fuggire dal dolore decide di accettare l'invito della sua amica Ylaria a passare una settimana in una suggestiva baita in montagna. Cosa c'è di meglio di un po' di divertimento e di una buona dose di relax per curare un cuore spezzato? Quello che non sa è che quella baita sarà il teatro di Love Game, un gioco basato sulla recitazione e l'improvvisazione che vedrà gli otto partecipanti alle prese con prove di ogni tipo. In palio? Un viaggio in America! Anche se è presa alla sprovvista Katia si impegna a fare del suo meglio, decisa più che mai a realizzare il suo sogno più grande e a dare una nuova svolta alla sua vita. Tra litigi, attrazioni ed inganni, dovrà vedersela con situazioni di ogni tipo, ma sarà difficile ricordare a sè stessa che è tutto un gioco e che tutti, compresa la sua migliore amica, stanno recitanto, soprattutto quando il suo cuore inizierà a battere per uno dei concorrenti.. Cosa è reale e cosa no? E soprattutto è davvero solo un gioco?

A prima vista questo può sembrare il classico romanzetto rosa, soprattutto per via della copertina in pieno stile chick-lit, tutta abiti da sposa, cuori e sfumature di rosa, ma non lasciatevi ingannare! L'amore la fa da padrone, ma non è l'unico protagonista: misteri e segreti sono dei degni compagni, e rendono questo libro decisamente diverso dal solitoUna lettura piacevole e un po' bizzarra, ma con parecchi difetti.  La prima parte è sicuramente la più riuscita, simpatica ed intrigante. Mi ha entusiasmato parecchio e l'ho divorata tutta d'un fiato. La protagonista si ritrova coinvolta suo malgrado in un gioco di ruolo che mette alla prova le doti recitative, l'audacia e l'astuzia dei suoi concorrenti. Le prove individuali che devono affrontare infatti prevedono seduzione, baci, provocazioni.. Così i personaggi iniziano ad avvicinarsi l'uno all'altro e si creano complicità, ma mentre alcuni di loro tengono in mano le redini del gioco, recitando secondo un canovaccio, gli altri devono seguire le indicazioni senza sapere chi sta recitando e chi no. Questa prima parte è incentrata sui sentimenti, ma non è sdolcinata o stucchevole, anzi, è molto vera perchè Katia sta uscendo da una grande delusione amorosa ed è piena di rancore, dolore, rabbia, ma anche voglia di rimettersi in gioco e di essere felice con qualcuno che tenga davvero a lei. Ho trovato l'idea del gioco di ruolo davvero carina e originale, mi ha divertito e intrigato. Questa prima parte ha il difetto di essere forse un po' lenta ad ingranare e un po' confusionaria nel presentare i personaggi, più che altro per via dei 'nomi d'arte' che vengono assegnati loro per il gioco subito dopo che sono stati introdotti. Una volta inquadrati i personaggi però, la lettura procede speditamente e si fa sempre più interessante. Nella seconda parte però la musica cambia, la trama si complica tantissimo, con l'entrata in scena di altri personaggi, con tante sottotrame e colpi di scena. Ho apprezzato meno questa parte, che mi ha anzi un po' annoiata, perchè l'ho trovata letteralmente troppo. Troppi personaggi, troppe storie diverse, troppi punti di vista nella narrazione.. e poi situazioni troppo esagerate, lontane dalla realtà, troppi colpi di scena poco credibili.. Ma il problema maggiore a mio parere è il fatto che la storia si allontana completamente dal tema Love Game, lasciandolo solo sullo sfondo. Il Love Game avrebbe dovuto essere centrale, avrebbe dovuto essere il filo conduttore principale, invece nella seconda parte quasi ce lo dimentichiamo. Le prove collettive a cui partecipano tutti sono poche e non occupano molto tempo nè impegno ai concorrenti. Lo stesso vale per le prove individuali. All'inizio Katia prova a portarne a termine qualcuna, ma poi pare proprio ignorarle totalmente. I punti di vista sono molteplici, quindi abbiamo una visione d'insieme piuttosto completa, ma mai davvero chiara: misteri e segreti si affollano intorno ai personaggi di questa storia, e tutti sembrano avere qualcosa da nascondere. Il segreto più grande però è sicuramente legato al Love Game, perchè mentre Katia è ignara di tutto e pensa sia solo un gioco, noi lettori intuiamo che sotto c'è qualcosa di più. Durante la lettura è soprattutto la curiosità di scoprire la verità dietro al gioco a trascinare il lettore verso la fine. Però la spiegazione finale, lo scioglimento di tutto il mistero, è debole, e un po' assurda. La sensazione che da il finale di questo libro è quella di essere stato un po' improvvisato e arrangiato per mettere insieme tutti gli elementi. Insomma, un po' forzato. Una bella arrampicata sugli specchi. Molti elementi tirati in ballo nel corso della storia si perdono senza avere un reale senso o legame con il resto. Probabilmente perchè le sotto trame e i personaggi secondari erano tanti, troppi, e la trama troppo complessa e ampia. C'è da riconoscere però che l'originalità e l'immaginazione non mancano a questa autrice, che colpisce anche per le belle descrizioni degli ambienti, così dettagliate e suggestive. In conclusione, anche se avrei preferito di gran lunga una trama più semplice incentrata solo sul Love Game, le sue prove e i suoi partecipanti, è stata una lettura piacevole e particolare, l'ideale se cercate qualcosa di leggero e non troppo impegnativo!                                           Valutazione: Non male  

Benvenuti alla seconda edizione del ”Love Game”

lunedì 27 ottobre 2014

Novità della settimana (27ottobre/2novembre)

Ciao a tutti! Come al solito, nuova settimana, nuovi libri! E che settimana! Dico solo una cosa: Cronache del Mondo Emerso! So che non tutti amano questa serie e in generale quest'autrice, ma io sono una delle sue fedeli sostenitrici fin dagli inizi. Non ho amato tutti i suoi libri, ma una buona parte, e tra i miei preferiti c'è la trilogia Cronache del Mondo Emerso, quindi sono felicissima di quest'uscita (nonostante la copertina sia ben lontana dagli standard a cui ero abituata, da quando l'idillio con l'illustratore Paolo Barbieri è finito, sigh!) e non vedo l'ora di leggere questa chicca in uscita per il decimo anniversario della serie! Un'altra novità di cui sono entusiasta è il quarto libro di The Familiars, una serie deliziosa che mi sta piacendo davvero tanto. Unico libro su cui ancora sono titubante è Waterfall, e la serie in generale, che devo ancora iniziare. Me la consigliate? E soprattutto quali libri non vedete l'ora di leggere? :)

Titolo: Le storie perdute (Cronache del Mondo Emerso #4)
Autore: Licia Troisi
 

Editore: Mondadori
Prezzo:
17 Euro            
Data d'uscita:
28 Ottobre 2014
 


Trama: La storia di Nihal è ancora viva nel cuore e nella mente degli abitanti della Terra del Vento e di padre in figlio le gesta eroiche che furono compiute vengono ancora narrate ai bambini. Così una notte d’inverno si presenta in una locanda appena fuori dal regno un cantastorie misterioso e incappucciato con tre storie da raccontare, finora tenute segrete e sconosciute a tutti. Le storie parlano di Nihal e della sconfitta del Tiranno, un evento così epocale per quelle terre da essere giunto molto lontano nel tempo e nello spazio alle orecchie di gnomi e uomini. Ma chi è davvero il cantastorie e quali racconti e segreti sta per svelare? 
 
Titolo: Missing New York
Autore: Don Winslow
 

Editore: Einaudi 
Prezzo: 18 Euro              
Data d'uscita: 28 Ottobre 2014 

Trama: Per Frank Decker, la vita sembra finalmente in discesa. A Lincoln, Nebraska, lo conoscono tutti: è un detective tenace, abile, con un curriculum di tutto rispetto, e molti pensano a lui come prossimo capo della polizia. Finché da una casa in un tranquillo sobborgo della città scompare una bambina. Le indagini sembrano non portare a niente, e le statistiche sono spietate. Quando una persona svanisce nel nulla e non viene ritrovata nel giro di quarantotto ore, le possibilità che sia già stata uccisa arrivano ben oltre il novanta per cento. Ma Frank ha promesso alla madre di Hailey che le riporterà sua figlia. E pur di mantenere la parola data è disposto a tutto: anche a dimettersi, a rinunciare alla sua carriera e a partire per un viaggio che lo spingerà ad attraversare l'America, agganciato a una traccia esile che conduce a verità più scomode. 

Titolo: Lo straordinario mondo di Ava Lavender
Autore: Leslye Walton
 

Editore: Sperling & Kupfer 
Prezzo: 15,90 Euro              
Data d'uscita: 28 Ottobre 2014

Trama: Ava Lavender è nata con le ali, ma non può volare. Non può nemmeno vivere come le coetanee, perché sua madre la tiene chiusa in casa, al riparo da occhi indiscreti. Ma ha sedici anni e non si rassegna a essere diversa. In cerca di un perché, scava allora nel passato della sua famiglia, e scopre il destino infausto delle sue antenate: ognuna segnata da una peculiare stranezza, ognuna condannata a un amore infelice. E se fosse proprio l'amore la forza in grado di spezzare quell'antica maledizione? Un amore vero, capace di vedere oltre le apparenze. Per trovarlo, Ava dovrà affrontare il mondo fuori, gli sguardi di chi la crede un mostro o un angelo. Fino alla notte del solstizio d'estate, quando sarà lei a scrivere un nuovo, forse decisivo capitolo nella storia straordinaria della sua famiglia. 

Titolo: Waterfall (Teardrop #2)
Autore: Lauren Kate
 

Editore: Rizzoli 
Prezzo: 18,50 Euro              
Data d'uscita: 29 Ottobre 2014

Trama: Le lacrime di Eureka hanno invaso la terra e ora Atlantide avanza, portando con sé Atlas, il suo malvagio re. Solo Eureka può fermarlo, grazie all'affascinante e misterioso Ander, ma prima deve imparare a combattere. Quando Solon, l'enigmatico Guardiano che sa come sconfiggere Atlante, si lascia però sfuggire che l'amore è una debolezza per Ander, e che l'affetto che prova per lei lo fa invecchiare più rapidamente, Eureka si sente perduta. Lì ha un'intuizione sorprendente: forse il suo cuore spezzato è proprio quello di cui Atlas ha bisogno per alimentare il suo nascente regno oscuro. Eureka capisce che la sua forza è l'unica arma per ostacolare il male anche se questo può voler dire rinunciare ad amare.

Titolo: Il palazzo dei sogni (The Familiars #4)
Autore: Adam Jay Epstein e Andrew Jacobson
 

Editore: Newton Compton
Prezzo:
9,90 Euro            
Data d'uscita:
30 Ottobre 2014


Trama: Finalmente nel regno di Vastia è tornata la pace. I famigli Aldwyn, Skylar e Gilbert hanno sconfitto la malvagia lepre Paksahara e il Consiglio, per celebrare la vittoria, sta organizzando una festa di compleanno per la regina Loranella. Ma quando la regina cade vittima di una terribile maledizione, i famigli si ritrovano improvvisamente al centro dei sospetti di tutti e rischiano di finire imprigionati nelle segrete del palazzo. Sfuggiti alla cattura, il gatto, la ghiandaia e la raganella si imbarcano in una missione disperata per dimostrare la loro innocenza e scoprire una cura per la regina. Nel lungo viaggio che li porterà dai confini di Vastia al magico Mondo dei Sogni, i famigli rincontreranno vecchi amici e nemici, ma nulla può prepararli agli enigmi e ai pericoli che si troveranno ad affrontare una volta giunti a destinazione..

Clock Rewinders #69

Torno con la rubrica ideata da On a book bender e 25 hour books: un riepilogo della settimana appena trascorsa con le novità più interessanti!

I libri sono un antidoto alla tristezza
• Novità della settimana: dal 20 al 26 ottobre
• Cover Reveal: Fated di Jessica Spotswood
• Dal libro al film: The Giver

Le mie letture della settimana
Questa settimana in fatto di letture è stata un po' così così, da un estremo all'altro. Ho iniziando cancellando un altro libro dal mio Self-Publishing 10 Books Project (che sto portando avanti alternando le letture self con altri libri): Onislayer di Barbara Schaer. Di questa autrice avevo già letto e apprezzato Alis Grave Nil e avevo quindi buone aspettative e un'ottima fiducia in lei, ma non mi aspettavo di amare questo libro in modo così profondo! Me ne sono perdutamente innamorata, tanto che è riuscita a strapparmi una promozione a pieni voti: cinque stelline! Poi mi sono buttata su un libro che mi incuriosiva da tempo: Che fine ha fatto Mr Y? di Scarlett Thomas. Un libro complicato, filosofico, forse troppo per me. Una storia davvero strana in cui realtà e fantasia si mescolano e ruotano intorno ad uno strano libro maledetto. Per quanto la storia fosse intrigante, pagine e pagine di riflessione su svariati argomenti filosofici e una complessità troppo lontana da me non me l'hanno fatto apprezzare. L'ho mio malgrado abbandonato circa a metà. Infine ho letto Antidoto per cuori solitari di Emily Giffin, seguito di Piccole confusioni di letto. All'epoca avevo molto apprezzato il primo libro, probabilmente perchè il narratore era Rachel, dolce e un po' sfigata, ma questo seguito è scarso: una fiera di luoghi comuni, situazioni banali e una narratrice insopportabile. Due stelline.   

Le citazioni della settimana
"Prima che me ne vada, sappi che ti amo. Non so se te l'ho già detto, Alex, ma ti amo. Tanto. Troppo. E se mi chiedi di uscire da quella porta io lo farò e non mi vedrai più, ma non ti potrò mai dimenticare e non potrò mai amare un'altra come amo te. Affetto, forse. Intimità. Ma non amore. E se vuoi sapere perché provo quello che provo non so risponderti, non ho motivi che ti possano convincere che quello che ti dico è vero. Ti amo e basta, come se fosse una cosa naturale, come bere, come mangiare, e non posso farci niente. Potrei dirti che mi completi, che senza di te mi manca qualcosa, ma non renderebbe l'idea. Ti amo perché devo, perché non ho alternative, non ne ho mai avute, e senza di te mi manca tutto. Mi manca la mia vita, perché la mia vita sei tu. Anche se non siamo mai stati davvero insieme, anche se abbiamo passato più tempo separati che vicini. Ma è così, e se mi mandi via di nuovo mi condanni a un esistenza di niente. Un'esistenza mutilata. E, Dio, forse non dovrei dirti queste cose... non voglio costringerti a stare con me o farti pena... io... volevo solo spiegarti quello che provo."
— Onislayer, Barbara Schaer

"Sì, ero bellissima e fortunata in amore, ma credevo sul serio di essere anche una brava persona, che meritava la sua buona sorte, e proprio non vedevo perchè il resto della mia vita non avrebbe dovuto essere altrettanto incantevole come lo erano stati i miei primi trent'anni. A quel punto però accade una cosa che mi fece rimettere in discussione tutto ciò che pensavo di sapere del mondo: Rachel, la mia premurosa, poco appariscente damigella d'onore dai capelli crespi color topo, calò in picchiata e mi rubò il fidanzato."
— Antidoto per cuori solitari, Emily Giffin 

La scoperta della settimana
Quando il volo 121 della Freedom Airlines precipita sopra l'Oceano Pacifico, nessuno si sarebbe mai aspettato di trovare sopravvissuti. Questo è il motivo per cui la notizia della sedicenne trovata a galleggiare tra i rottami - viva - sta facendo il giro del mondo. Ancora più strano è il fatto che il suo corpo sia miracolosamente illeso e che lei non ricordi di essere salita a bordo dell'aereo. Non ha nessun ricordo della sua vita prima dell'incidente. Nessuno sa come sia sopravvissuta. Nessuno sa perché non fosse sulla lista dei passeggeri. E nessuno riesce a spiegare perché il suo DNA e le impronte digitali non appaiano in nessun database. Paralizzata in un mondo che non conosce, afflitta da abilità che non capisce, e ossessionata da una minaccia incombente non riesce a ricordare, Seraphina fatica a mettere insieme i pezzi del suo passato e a scoprire chi è. Con ogni indizio arrivano solo altre domande. E lei non ha abbastanza tempo per rispondere a tutte. La sua unica speranza è un ragazzo che afferma di conoscerla da prima dello schianto. Che afferma che erano innamorati. Ma può davvero fidarsi di lui? E sarà capace di proteggerla della persone che hanno voluto che lei dimenticasse tutto?                                     Uscirà a febbraio grazie alla Fanucci 

La canzone della settimana 

Disney Love #13: Collezioni da sogno, parte quarta

Ciao a tutti! Oggi torno a parlarvi di una delle mie grandi passioni: la Disney! In particolare delle bambole da collezione. Si lo so, ve ne ho già parlato, ma ultimamente sono usciti parecchi nuovi pezzi, quindi questo sarà un po' un post integrativo con le ultime novità. Purtroppo, da povera squattrinata, non sono riuscita neppure stavolta ad acquistarne neppure una. Sigh. Ma non buttiamoci giù, arriverà il mio tempo! Passo a presentarvi le nuove arrivate! Ditemi, cosa ne pensate?:)

Mentre il 2013 è stato l'anno di Ariel, con tre limited a lei dedicate, il 2014 è quello di Aurora! All'inizio di questo mese, per la precisione il 7 ottobre, sono state messe in vendita nei Disney Store di tutto il mondo (solo online per l'Italia purtroppo!) queste nuove limited edition! La prima annunciata è stata ovviamente lei, la bella Aurora, con il classico abito rosa d'ordinanza. La tiratura è di 5000 pezzi, l'altezza circa 45 cm! Per una volta però alla Disney hanno ascoltato anche chi da anni implorava per un'Aurora in abito blu, facendo felici tutti quelli che alla vista del solito vestito rosa confetto avevano rimesso in tasca il portafoglio: la gemella di azzurro vestita ha una tiratura di 4000 pezzi. Entrambe sono andate in sold out molto velocemente, tanto che i prezzi sono saliti subito alle stelle. Dagli 84 euro di listino, sono salite oltre i 300 euro, e c'è chi le ha già messe in vendita a cifre davvero da capogiro! 


A far compagnia alle due fanciulle abbiamo anche il Principe Filippo e Malefica! 4000 pezzi per lei, 3500 per lui.  Hanno riscosso un po' meno successo delle belle addormentate di cui sopra, forse perchè non hanno ben ripagato le aspettative dei fan e dei collezionisti, rimanendo online per molte ore e mantenendo dei prezzi un po' più umani dopo il sold out. Partendo anche loro da un prezzo di 84 euro, ora, con un po' di fortuna, li si può trovare intorno ai 160/180 euro. Dispiace dire che questo giro Disney Store ha un po' deluso. La Bella Addormentata nel Bosco è uno dei miei film preferiti ed avevo già preparato il portafoglio per Aurora e soprattutto per Filippo. Ma se per Aurora sono stata davvero tentata e ho rinunciato solo all'ultimo, Filippo non ha proprio niente di Filippo, così ho risparmiato per altre follie lol 


Sempre in questo periodo, precisamente tra il 26 settembre e il 21 ottobre, Disney Store ha sfornato la seconda serie della Designer Fairytale Collection, la raffinata serie dedicata alle principesse e ai loro amati principi. Dopo Ariel, Belle, Rapunzel, Biancaneve e Jasmine, uscite l'anno scorso (e per cui mi mangio ancora le mani dalla disperazione), quest'anno è stato il turno di Tiana, Pocahontas, Mulan, Cenerentola e Aurora. Ognuna delle coppie, alte circa 30 cm, come le normali bambole, ha una tiratura di 6000 copie e un prezzo di listino di 120 euro. Sono state messe in vendita una alla settimana per cinque settimane, per la gioia dei collezionisti che per averle tutte hanno sborsato ben 600 euro in un mese (sempre se non hanno preso anche quelle di Aurora, uscite lo stesso giorno di Cenerentola!). Un bel salasso! Ma sono state più semplici da reperire perchè tra i prezzo più alto, la tiratura più elevata e il fatto che alcune di loro sono poco popolari, non sono ancora tutte sold out.  Le uniche ad aver fatto il botto sono state Aurora e Cenerentola, il cui valore è già raddoppiato. Andandole ad ammirare da vicino, possiamo notare che i maschietti sono tutti piuttosto sobri e ben poco differenti dalle semplici bambole classiche che troviamo in tutti i negozi, se non per qualche dettaglio un po' più elaborato dell'abbigliamento, al contrario le nostre fanciulle sono tutte super elaborate: ciglia vere, gonne vaporose, tanti ricami e luccichini, capelli acconciati in modi particolari e bellissimi vestiti, che richiamano i loro abiti classici reinterpretandoli un po'. Nel caso di Aurora per esempio, hanno per una volta lasciato perdere l'eterna diatriba tra rosa e blu, vestendola con una versione di lusso del suo abito da contadina. Adorabile la posa, che ricorda la celebre scena del primo incontro con Filippo. Anche per Cenerentola, impegnata in un valzer con il suo principe, si sono sbizzariti, con un'acconciatura inedita tutta riccioli e un vestito super vaporoso di cui possiamo godere solo il retro, con una scollatura sexy sulla schiena. Mulan sembra appena uscita dalle mani della mezzana, con un vestito davvero sfarzoso che le copre le mani. Le meno appariscenti sono sicuramente Tiana e Pochahontas, che sfoggiano un vestito non molto diverso da quello con cui le vediamo di solito, se non per qualche brillantino e frappina in più.

giovedì 23 ottobre 2014

Tascabile è bello #21

Ciao a tutti! Oggi vi propongo alcuni titoli in uscita in questo periodo in una nuova edizione tascabile! Questo giro li ho letti tutti, e mi sono piaciuti tutti, quindi ve li presento all'urlo di 'COMPRATELI!' In particolare, approfittate del malloppone di The Familiars che contiene i primi tre libri della serie e, se non l'avete ancora fatto, leggete Eroi dell'Olimpo, non mi stancherò mai di dire quanto sia bella! :)

Titolo: Il figlio di Nettuno (Eroi dell'Olimpo #2)  
Autore: Rick Riordan
Nuova edizione Mondadori a 13 euro
 
Trama: Percy si risveglia da un lungo sonno e non ricorda nulla di sé, a parte il proprio nome. Perfino il Campo Mezzosangue gli sembra un luogo estraneo, e l'unica traccia che riesce a evocare dal passato è una ragazza: Annabeth. Hazel dovrebbe essere morta, ma è più viva che mai. Ora, a causa di un terribile errore commesso nella sua vita precedente, il futuro del mondo è in pericolo. Frank discende da un dio, secondo i racconti di sua madre, eppure lui non ne è affatto convinto: quando si guarda allo specchio vede un ragazzo goffo e paffuto. Ma ora che si ritroverà coinvolto nella nuova missione di Percy Jackson e dovrà spingersi fino ai ghiacci dell'Alaska per salvare il mondo dall'ira della divina Gea, dovrà credere in se stesso più che mai. Percy Jackson torna con una nuova avventura, in cui i semidei della mitologia greca e romana dovranno unirsi per difendere la Terra e risolvere la misteriosa Profezia dei Sette.  
 
Titolo: The Familiars #1 #2 #3
Autore: Adam Jay Epsten e Andrew Jacobson
Nuova edizione Newton Compton a 8,90 euro
 
Trama: Aldwyn è un gatto randagio che vive alla giornata nella terra di Vastia. Mentre sta scappando dalle grinfie di un accalappiagatti, finisce in un negozio che vende famigli, animali con poteri magici che da sempre accompagnano maghi e streghe nelle loro avventure. Tra tanti animali, il maghetto Jack sceglie proprio lui e lo conduce a Stone Runlet, dove il potente mago Kalstaff guida una famosa scuola di stregoneria. Tra i suoi apprendisti ci sono anche una rana pasticciona, Gilbert, e una ghiandaia blu, Skylar, saccente e altezzosa. Vastia è in pericolo e solo i tre giovani eroi potranno salvarla. Quando i maghi verranno rapiti dalla perfida lepre Paksahara e privati dei loro poteri toccherà ai tre famigli partire per un'incredibile avventura. Dovranno trovare la leggendaria Corona del Leopardo Bianco, un'antica reliquia perduta da tempo immemorabile e mettersi sulle tracce del padre di Aldwyn, scomparso anni prima proprio mentre cercava la Corona. Tra mille insidie, pericolosi nemici e un'inquietante pergamena l'ex gatto randagio si troverà così di fronte al suo misterioso passato... 
 
Titolo: 22/11/'63
Autore: Stephen King
Nuova edizione Pickwick a 12,90 euro
 
Trama: Jake Epping ha trentacinque anni, è professore di inglese al liceo di Lisbon Falls, nel Maine, e arrotonda lo stipendio insegnando anche alla scuola serale. Vive solo, ma ha parecchi amici sui quali contare, e il migliore è Al, che gestisce la tavola calda. E proprio lui a rivelare a Jake il segreto che cambierà il suo destino: il negozio in realtà è un passaggio spaziotemporale che conduce al 1958. Al coinvolge Jake in una missione folle - e follemente possibile: impedire l'assassinio di Kennedy. Comincia così la nuova esistenza di Jake nel mondo di Elvis, James Dean e JFK, delle automobili interminabili e del twist, dove convivono un'anima inquieta di nome Lee Harvey Oswald e la bella bibliotecaria Sadie Dunhill. Che diventa per Jake l'amore della vita. Una vita che sovverte tutte le regole del tempo conosciute. E forse anche quelle della Storia.
 
Titolo: Una ragazza da sposare
Autore: Madeleine Wickham
Nuova edizione Mondadori a 9,90 euro
 
Trama: A diciotto anni, Milly è una ragazza allegra e spensierata che ha tanta voglia di divertirsi e nessuna fretta di diventare adulta. Così quando Allan, un suo conoscente gay, durante una vacanza studio a Cambridge le chiede di sposarlo per permettergli di rimanere in Inghilterra con Rupert, il ragazzo di cui è innamorato, lei accetta senza esitazioni. Come se fosse un gioco Milly si veste da sposa, pronuncia le promesse di matrimonio e posa con Allan per le foto di rito. Ora è la signora Kepinski. Dieci anni dopo quell'episodio ormai lontano e dimenticato, Milly è una ragazza molto diversa. Si è fidanzata con Simon, che la adora, e i due hanno deciso di sposarsi con una cerimonia da sogno voluta soprattutto dall'insopportabile madre di lei. Milly è felice e lascia fare. E poi nessuno sa del suo precedente matrimonio, quindi è come se non fosse mai accaduto, no? Peccato che, a soli quattro giorni dal fatidico "sì", il passato ritorni con prepotenza rischiando di rovinare la sua bella favola. Come fare con Simon? E, soprattutto, come tenere a bada sua madre? Ma la futura sposa non è certo l'unica in famiglia ad avere un segreto... Madeleine Wickham va dritto al cuore dei rapporti affettivi, dando vita al ritratto pungente di un mondo in cui le apparenze rischiano di prendere il sopravvento su ciò che conta realmente nella vita. Tra rivelazioni inattese, amare scoperte e riconciliazioni insperate, i protagonisti si rendono conto della forza dei sentimenti e di quanto sia importante essere se stessi.

mercoledì 22 ottobre 2014

Dal libro al film #14: The Giver

Ciao a tutti! Oggi vi parlo di The Giver, il film tratto dall'omonimo romanzo di Lois Lowry, un film che attendevo con ansia perchè ho amato alla follia il libro. Purtroppo, anche se la visione è stata piacevole e a tratti commovente, in generale il film non è stato all'altezza delle mie aspettatative e mi ha un po' deluso. Voi l'avete visto? Cosa ne pensate? Sono stata troppo severa? lol


Titolo: The Giver - Il mondo di Jonas
Titolo originale: The Giver
Regista: Philip Noyce
Anno: 2014 
Prodotto da: As Is Productions, Tonik Productions, 
Durata: 97 min     
Budget: 25 milioni di dollari
Incasso totale: 62 milioni di dollari (ancora in sala)
Cast:   Brenton Thwaites, Jeff Bridges, Meryl Streep
Tratto da: The Giver di Lois Lowry


Trama: In una società futuristica dove tutte differenze tra individui sono state annullate e non esiste possibilità di scelta, come ogni anno, sta per svolgersi la “Cerimonia dei 12”. In un mondo in cui non si ha il ricordo dei mali e delle sofferenze, solo ad uno sarà assegnato il compito di Custode delle Memorie dell’Umanità. Jonas, sedici anni, inizierà a provare sulla propria pelle tutte quelle sensazioni che a nessun altro membro della comunità sono concesse: i colori, il significato dell'amore, del dolore, della frustrazione, ed il terribile segreto della Società in cui vive. Si rende conto, quindi, che la strada verso la conoscenza è un cammino molto pericoloso.

Dal libro al film: similitudini e differenze
The Giver è una serie distopica dalla pubblicazione molto travagliata che ho avuto modo di conoscere un paio di anni fa, quando è uscito in libreria il suo ultimo capitolo insieme ad una ristampa dell'intera serie. Tra la pubblicazione del primo e dell'ultimo volume sono trascorsi vent'anni. Roba da far impallidire quelli che dopo un anno o due di attesa iniziano a protestare lol Quando l'ho scoperto sono stata incredibilmente grata di  potermela godere tutta d'un fiato, perchè l'ho davvero adorata e mi ha iniziata, insieme ad Hunger Games, al genere distopico, che ora è uno dei miei preferiti. Le mie aspettative per questo film, basato sul primo capitolo della quadrilogia, erano quindi davvero molto alte e purtroppo sono state in parte deluse, soprattutto per via delle tante modifiche apportate alla versione cinematografica. Non è un brutto film, la visione è piacevole, non annoia, e alcune modifiche mi sono piaciute molto, ma in generale non si è dimostrato all'altezza del libro. Come sempre iniziamo parlando del cast. Jonas, il protagonista, è interpretato da Brenton Thwaites, un attore che non conoscevo e la cui scelta inizialmente mi ha lasciata perplessa. Sì perchè nonostante l'età del personaggio sia stata aumentata da dodici a sedici anni, scelta che ho capito e approvato, la parte è stata data ad un attore che ne ha ben venticinque. E si vede. Forse non li dimostra tutti, ma si vede che è adulto e non un ragazzino. Avrei preferito qualcuno un po' più vicino alla giusta età del personaggio, ma tutto sommato non mi è dispiaciuto. Il giovane protagonista però è stato messo in ombra dal fenomenale Jeff Bridges, nel ruolo del Donatore: era proprio come me lo immaginavo e le scene che lo riguardano sono sicuramente quelle che mi hanno più emozionato e colpito. E' stato il migliore. I genitori di Jonas sono interpretati da Alexander Skarsgård e da Katie Holmes e nessuno dei due mi ha fatto particolarmente impazzire. Per lei ho ancora una forte antipatia dai tempi di Dawson's Creek, e lui l'ho trovato un po' insulso, anche se belloccio. L'unica della famiglia che si salva è la sorellina, Lily, interpretata dall'adorabile Emma Tremblay, vivace e solare come la immaginavo.  Poi ci sono Fiona e Asher, gli amici di Jonas, interpretati da Odeya Rush e Cameron Monaghan. I loro personaggi sono stati completamente stravolti e ve ne parlerò meglio tra poco, ma, concentrandomi solo sulla loro performance e ignorando le modifiche con cui hanno dovuto avere a che fare, non mi sono dispiaciuti, ho trovato Odeya molto carina. Un personaggio che proprio non mi è piaciuto è il Capo degli Anziani interpretato da Meryl Streep: nel romanzo è un'entità non ben definita e marginale, assolutamente non rilevante, mentre nel film l'hanno fatta diventare un vero e proprio cattivo. C'era davvero bisogno dell'ennesimo antagonista banale quando il vero villain di questa storia è l'intera società? Meryl Streep comunque ha fatto un buon lavoro, costruendo un personaggio assolutamente detestabile, per quanto inutile. Ultimo appunto sul cast: Taylor Swift. Ora, sapevo che il suo era un ruolo piccolo, ma il suo viso appare sui cartelloni del cinema insieme a quelli dei protagonisti, quindi pensavo avesse un ruolo relativamente importante per quanto secondario. Il suo personaggio, Rosemary, mi piace tantissimo e avrebbe meritato più spazio. Invece appare come ologramma offuscato un paio di volte. Fine. Mia cugina a fine proiezione mi ha detto 'Ma non doveva esserci Taylor Swift?' Ecco, per farvi capire. Praticamente l'hanno usata come specchietto per le allodole. Un peccato, perchè la adoro e avrei voluto vederla un pochino di più. Insomma, il cast mi è piaciuto così così, chi più chi meno, ma non sono loro ad avermi davvero deluso: il vero problema sono le troppe modifiche fatte rispetto al libro. Innanzitutto, i personaggi di Fiona e Asher sono stati completamente stravolti. Per quanto riguarda Fiona, il cambiamento è stato soprattutto nel suo ruolo: da personaggio di contorno piuttosto inutile e marginale di nessuna importanza è diventata coprotagonista e interesse amoroso di Jonas. Questa è una delle poche modifiche che ho approvato, perchè adoro le storie d'amore, specie se con un pizzico di dramma.  Rendere il rapporto tra Jonas e Fiona più complesso è stata un'idea che mi è piaciuta davvero molto e i due attori hanno dimostrato una buona chimica. Ma se per Fiona i cambiamenti hanno funzionato non posso dire lo stesso di Asher, che invece è stato stravolto profondamente. Il ragazzino burlone, scherzoso e sempre in mezzo ai guai conosciuto tra le pagine del libro è stato sostituito da un soldatino ligio alle regole tutto sissignore qui e rispetta le regole là. Ne sono rimasta davvero delusa perchè era un personaggio adorabile che amavo molto e l'hanno trasformato in un'insopportabile rompipalle. Ci sono stati molti altri cambiamenti, piccoli dettagli: nel film si parla di un'inizione, del libro di una pillola, nel romanzo Fiona è scelta come assistente degli anziani, nel film come puericultrice, insomma, piccole cose, su cui si può sorvolare, ma la parte che mi ha più deluso di più è stato sicuramente il finale. Nel film la fuga di Jonas è improvvisata, è tutto un corri corri, pugni che volano, guardie che lo inseguono, urla e lui a bordo di questa motocicletta futuristica con il povero bimbo nel portapacchi. Non parliamo poi della parte in cui Asher lo insegue sulla navicella e dovrebbe catturarlo per eliminarlo. No, non ci siamo. Nel libro la fuga di Jonas è un piano calcolato nei dettagli, pianificato da settimane insieme al Donatore. Si accorgono sì della sua assenza, ma solo quando ormai è lontano, mandano qualche navicella a cercarlo ma nessuno riesce a trovarlo. Nel film hanno voluto strafare come al solito con salti antigravitazionali e inseguimenti. E' stato tutto troppo esagerato. Una cosa però mi è piaciuta del finale: nel libro non ci viene raccontato cosa succede nella Comunità dopo la fuga di Jonas, mentre nel film vediamo le memorie tornare tra la gente: una scena davvero bella ed emozionante. Un'altra cosa che mi è tanto piaciuta è stata la scelta di iniziare il film in bianco e nero e renderlo via via colorato mano a mano che Jonas inizia a vedere il mondo a colori. Davvero bello e d'effetto. Insomma, questo film ha tanti difetti, ma anche molti pregi. E' un film che si fa guardare volentieri, che fa riflettere ed emozionare, che fa scendere qualche lacrima, ma non è assolutamente allo stesso livello del meraviglioso libro da cui è tratto.

Curiosità
- Jeff Bridges ha comprato i diritti del libro oltre vent'anni fa e inizialmente il ruolo del Donatore doveva essere di suo padre Lloyd Bridges, morto nel 1998. L'attore ha rivelato anche che esiste una versione casalinga del film girato per divertimento con suo padre e la sua famiglia molti anni fa.
- I produttori del film sono andati a parlare a Taylor Swift della sua partecipazione al progetto direttamente nel backstage di un suo concerto a Los Angeles
- Il film è stato girato a Cape Town e Johannesburg (Sud Africa) e nello Utah (USA).
- Capitava spesso che il cast improvvisasse uno spettacolo musicale nell'hotel dove alloggiavano a Cape Town: Jeff Bridges suonava la chitarra, Taylor Swift il piano e.. Alexander Skarsgård cantava con una birra in mano.