giovedì 10 luglio 2014

RECENSIONE: Wicked - Jessica Spotswood

Titolo: Wicked (I segreti delle sorelle Cahill #1)
Titolo originale: Born Wicked
Autore: Jessica Spotswood
Editore: Sperling & Kupfer
Pagine: 330    
Prezzo: 16,90 Euro   
Anno: 2013


Trama: New England, fine Ottocento. Cate Cahill ha sedici anni e una grande responsabilità: ha promesso alla madre morente di proteggere sempre le sorelle. Un compito tutt'altro che facile, visto che le donne della famiglia Cahill sono streghe. Se venissero scoperte dalla confraternita, rischierebbero la vita. Grazie al diario della madre, Cate entra in contatto con l'eccentrica libraia della cittadina e con suo figlio, l'affascinante Finn. Insieme leggono i Libri Proibiti, dove si parla di un'antica profezia che sembra riguardare proprio le sorelle Cahill. Un giorno Cate e Finn si scambiano un bacio appassionato. Ma il loro è un amore proibito, perché lei è già promessa a un altro. E sta per essere imprigionata con l'accusa di stregoneria... 

Recensione 
Cate Cahill ha sedici anni e troppe responsabilità sulle spalle per la sua giovane età: la madre in punto di morte le ha fatto promettere di proteggere sempre le sue sorelle minori. Sarebbe già di per sè un compito gravoso, ma Cate, Maura e Tess sono streghe e vivono in un'epoca in cui la caccia alle streghe è una realtà spaventosa, da cui Cate deve proteggere la famiglia a tutti i costi. Il potere è in mano alla Confraternita, che perseguita le poche streghe rimaste per paura:  basta un piccolo gesto fuori dall'ordinario o una malalingua di troppo per venire accusate di stregoneria ed essere rinchiuse in manicomio. A nessuno importa che ben poche delle ragazze rinchiuse laggiù siano davvero streghe. Le poche che davvero lo sono, se ancora in libertà, si nascondono, e così cerca di fare Cate, ma qualcosa di più grande di lei aleggia sulle teste delle tre sorelle: una profezia terribile e grandiosa che le vedrebbe al centro di un ribaltamento del potere e della fine della Confraternita. Ma a che prezzo? 

Ho iniziato questo libro incuriosita soprattutto dalla bellissima copertina, senza particolari aspettative, in un momento in cui ero alla ricerca di qualcosa di magico e non troppo impegnativo. Invece, un colpo di fulmine! Mi sono innamorata! Ho divorato questo libro in poche ore, senza quasi riuscire a staccarmi dalle sue pagine nemmeno per quei bisogni così noiosi ma necessari, come mangiare e dormire. Tra le pagine di questo libro ho fatto notte senza accorgermene e appena ho letto l'ultima parola mi sono buttata a capofitto sul seguito. Ma andiamo con ordine. La storia è ambientata in New England, in un ottocento alternativo in cui il potere è in mano alla Confraternita, un ordine religioso estremamente severo ed intransigente. Prima di loro, erano le Figlie di Persefone, le streghe, ad avere in mano il comando. La Confraternita è riuscita ad eliminarle tutte, bruciandole vive nei loro templi, e mettendo al rogo le poche superstiti. Ora che sono al potere, la loro campagna intimidatoria continua. Istruiscono le ragazze ad avere paura delle streghe, ad odiarle. Insegnano loro ad essere obbedienti e servizievoli, a non avere opinioni, a vivere con il solo obbiettivo di sposarsi e mettere al mondo un figlio. Basta un comportamento vagamente fuori dall'ordinario per attirare l'attenzione, per rischiare di essere additate come streghe ed essere portate via per essere rinchiuse per sempre in un terribile manicomio. Non importa quanto possano essere giovani o di buona famiglia, non importa quanto possano essere superficiali le prove raccolte a loro carico. Non c'è possibilità di provare la propria innocenza, nessuna è al sicuro. Tutte le ragazze vivono in un clima di terrore, consapevoli che il minimo gesto di ribellione o il minimo segnale di disobbedienza, potrebbero essere la loro fine. Se perfino le ragazze normali devono stare attente ad ogni mossa, per quelle che sono davvero streghe è ancora più dura. E' il caso della nostra protagonista, Cate, e delle sue sorelle, Maura e Tess. Rimaste senza madre da alcuni anni, con un padre assente e un segreto enorme da mantenere, le sorelle si sono isolate, cercando di tenersi lontane dagli occhi indagatori di vicini e coetanei. Cate è la più grande, e spesso per questo deve comportarsi come una piccola adulta, soprattutto con le sorelle. Ha preso molto sul serio la promessa fatta alla madre in punto di morte: per proteggere le sue sorelle sarebbe pronta a qualsiasi sacrificio. Maura, la sorella di mezzo, è ribelle, passionale e ha un certo caratterino. E' lei che da il via alla maggior parte dei litigi, incapace di accettare le regole imposte dalla sorella, desiderosa della sua libertà. Infine Tessa, la più piccola, è ancora una bambina, ma spesso è la più saggia delle tre. E' tranquilla, dolce, ma allo stesso tempo vivace e piena di voglia di imparare. I loro caratteri sono diversi, ma ciò che è innegabile è che la magia è potente in ognuna di loro. E' quindi comprensibile il fatto che Cate, dopo la morte della madre, abbia cercato a tutti i costi di tenere le sue sorelle al sicuro impedendo loro di praticarla, temendo che si facessero sorprendere o che qualche incantesimo sfuggisse loro di mano. Le sorelle non sono felici di queste restrizioni, e spesso trasgrediscono, ma che lo vogliano ammettere o no, è grazie alla sorella maggiore se sono riuscite a portare avanti una vita tranquilla, senza insospettire nessuno. Finora. Ma le cose stanno per cambiare. A rompere il loro equilibrio arriva Elena, una giovane e bella istitutrice che si stabilisce a casa loro raccogliendo pareri contrastanti tra le sorelle: mentre Maura la innalza a sua nuova divinità, copiandola nel look e stando sempre al suo fianco, Cate mantiene le distanze, vedendo in lei una spia. Dopo il suo arrivo la trama si articola seguendo principalmente due fili conduttori: quello magico e quello romantico. Il filone magico, quello principale, si concentra principalmente su una grande profezia che sembra riferirsi proprio alle tre sorelle, una profezia che Cate scopre leggendo il diario segreto della madre, rimasto nascosto per anni, e che potrebbe cambiare la loro vita e quella di molte altre persone. Intrigante e avvincente, non si sviluppa come ci si aspetterebbe all'inizio. In parallelo, ma un po' più in secondo piano, seguiamo anche il filone romantico, che vede Cate al centro di un combattuto triangolo. Io di solito odio i triangoli, ma questo è uno dei rari casi in cui è stato ben costruito e non mi ha infastidito particolarmente. Da una parte c'è Paul, amico d'infanzia da sempre destinato a diventare suo sposo, tornato in città dopo quattro anni di assenza durante i quali si è distinto nello studio mettendo le basi per un solido e luminoso futuro. Paul è la scelta della testa. Bello, divertente, di buona famiglia, con lui Cate avrebbe una vita comoda e tranquilla. Una vita normale. Dall'altra parte c'è Finn, umile tuttofare figlio di una libraia, giardiniere presso la sua famiglia, con cui Cate costruisce piano piano un rapporto fatto di complicità che le fa capire molte cose che prima ignorava. Finn è la scelta del cuore. Perfino una semplice amicizia con lui sarebbe vista di cattivo occhio, perchè la sua famiglia è povera, sua madre è una delle poche donne che lavora, tra i libri per di più, e spesso è stata sospettata di complicità con le streghe. Una vita con lui non sarebbe semplice, anzi, sarebbe piena di rischi. Ma al cuore non si comanda e Cate si allontana sempre più da ciò che dovrebbe fare, avvicinandosi a ciò che invece vorrebbe. I personaggi maschili sono entrambi molto intriganti, ma personalmente sono disperatamente Team Finn. La trama è ben costruita, sono molti gli elementi che si intrecciano tra colpi di scena ottimi e inaspettati. L'unica cosa che mi ha un po' deluso è stato il finale: Cate si è arresa con troppa facilità. Mi sarei aspettata di vederla lottare, per l'amore, per le sue sorelle, per ciò che è e ciò che vuole essere, invece si lascia mettere i piedi in testa senza neppure provarci. Ma si farà perdonare, vedrete! Un ottimo primo capitolo per questa serie piena di amore e magia!                      Valutazione: ½ Bellissimo!

Siamo streghe, Cate. Siamo nate così. La magia non è qualcosa di cui vergognarsi,
 malgrado quello che vorrebbero farci credere i Fratelli. E' un dono.

12 commenti:

  1. Mi piacerebbe leggerlo, è in wishlist da una vita. Ero scettica per via dell'ambientazione 800esca... E poi molte recensioni che ho letto davano tra le 2 e le 3 stelline. Poi leggo la tua e dici che ti sei innamorata! Ora lo voglio più di prima! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si i voti non sono altissimi, infatti anche io non avevo grandi aspettatative, invece mi è proprio piaciuto. Ho già divorato anche il seguito, che è anche meglio :)

      Elimina
  2. Bene bene mi hai convinto a leggerlo! È nella mia libreria da troppo tempo ma la tua recensione mi sprona ad andare a prenderlo subito!

    RispondiElimina
  3. Sei la prima a cui già il primo piace tanto *__* di solito ho visto in giro recensioni dubbiose sul primo e adoranti sul secondo... a questo punto sono ancora più curiosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io vedevo molte recensioni così così, invece l'ho amato alla follia, e ancor di più il secondo! Il secondo è *___* Ora sto in trepidante attesa dell'ultimo :)

      Elimina
  4. L'ho sempre snobbato! D: mi sa che devo aggiungerlo in lista!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dagli una possibilità, magari ti piace :D

      Elimina
  5. A me è piaciuto davvero tantissimo! Sono ansiosissima di leggere l'ultimo volume della serie :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aaw anche io! Quando ho finito il secondo e ho scoperto che il terzo non era ancora uscito neppure in lingua ho quasi pianto ç__ç Con il finale del secondo poi..oddio devo leggerlo ç_ç

      Elimina
  6. non lo conoscevo, ma adesso segno tutto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo consiglio un sacco, l'ho amato :)

      Elimina