venerdì 14 febbraio 2014

RECENSIONE: The Returned - Jason Mott

Titolo: The Returned
Titolo originale: The Returned
Autore:
Jason Mott
Editore: Harlequin Mondadori
Pagine: 336
  

Prezzo: 16 Euro
Anno: 2013


Trama: Per Harold e Lucille Hargrave la vita è stata felice e amara allo stesso tempo, da quando hanno perso il figlio Jacob il giorno del suo ottavo compleanno, nel 1966. In tutti questi anni, si sono adattati a una vita tranquilla, senza di lui, lasciando che il tempo alleviasse il dolore... Finché un giorno Jacob, il loro dolce, prezioso bambino, misteriosamente, ricompare alla loro porta, in carne e ossa. E ha ancora otto anni. Qualcosa di strano sta succedendo... i morti stanno tornando dall’aldilà. Mentre il caos rischia di travolgere il mondo intero, la famiglia Hargrave di nuovo riunita si ritrova al centro di una comunità sull'orlo del collasso, costretta a fare i conti con una realtà nuova quanto misteriosa e con un conflitto che minaccia di sovvertire il significato stesso di genere umano.

Recensione 
La vita di Harold e Lucille si è fermata in un giorno d'estate del 1966, il giorno in cui Jacob, il loro bambino di otto anni, è morto annegando nel fiume. Da allora niente più è stato lo stesso. Ormai sono vecchi, stanchi, pieni di dolore. Stanno solo aspettando la loro ora. Un giorno però un uomo si presenta alla loro porta. Non è solo. Insieme a lui c'è Jacob. E' ancora lo stesso bambino dolce e adorabile a cui hanno dovuto dire addio oltre mezzo secolo prima. Ha lo stesso visino, gli stesso occhi, lo stesso sorriso, parla e ride come se niente fosse cambiato, come se non fosse passato nemmeno un giorno. E non succede solo a loro. I morti stanno tornando in vita. In tutto il mondo avvengono scene di questo tipo. Nessuno sa spiegare perchè, ma questo straordinario evento rischia di far cadere il mondo nel caos..

L'idea di base di questo libro è davvero interessante: cosa succederebbe se i morti tornassero? E' un'ipotesi davvero surreale, ma affascinante. Nonostante questo però devo dire che la storia non mi ha completamente convinto. I protagonisti sono Harold e Lucille, una coppia di ultrasettantenni, e questo mi è piaciuto, perchè è piuttosto raro vedere una persona anziana protagonista di un libro, nel bel mezzo dell'azione. I due sono sposati da tantissimi anni ormai, e nonostante nella loro vita ci sia stata una tremenda tragedia, la morte di un figlio, a differenza di molte famiglie che nella loro stessa situazione si sfasciano, loro sono rimasti sempre insieme, uniti dal dolore e aggrapati l'uno all'altro per la sopravivenza. Sono due persone molto diverse l'uno dall'altra: Lucille è una donna tenace e attiva, estremamente religiosa, al contrario Harold è burbero e scontroso, senza un briciolo di fede. Proprio perchè sono così diversi, mi è piaciuto vedere la storia dai loro occhi: per Lucille il ritorno dei morti è un vero e proprio miracolo, tratta suo figlio con grande dolcezza e fa di tutto per aiutare lui e gli altri come lui, mentre Harold li considera dei demoni, qualcosa di contronatura e cerca di stargli alla larga. E' stato interessante vedere come la gente e il governo stesso reagirebbero ad un'ipotesi del genere, cosa si inventerebbero per far funzionare le cose, cosa organizzerebbero per gestire l'emergenza, nel bene e nel male ovviamente. Mi sono piaciuti molto i capitoli che inframmezzano la narrazione. Si tratta di capitoli brevi, tutti da punti di vista diversi. L'idea é buona, perchè aiuta ad ampliare di più il quadro della situazione, introducendo altre storie e altri punti di vista, ci mostra diverse situazioni, pensieri diversi l'uno dall'altro, emozioni e decisioni agli antipodi. Avrei solo preferito che questi capitoli fossero un po' più dettagliati, così da poter aver un quadro sufficentemente ampio del personaggio in questione. In sè la storia è molto intrigante e abbastanzia scorrevole, ma ci sono molte cose che non mi hanno convinto. Il suo difetto principale è la mancanza di una spiegazione di qualsiasi tipo di ciò che accade: ho letto una pagina dopo l'altra attendendo di scoprire perchè i morti fossero tornati, cosa stesse succedendo, cosa ci fosse dietro. Mi aspettavo di scoprire segreti e misteri, ma un vero perchè semplicemente non c'è. Questo incredibile evento aveva un grande potenziale, poteva nascondere milioni di spiegazioni, segreti e misteri, invece tutto quello che ci è dato sapere è che i morti sono tornati. Punto. Questa scelta pesa soprattutto sul finale, che risulta quasi senza senso, privo di qualsiasi emozione o morale. Tirando le somme si può dire che è una lettura piacevole, a cui però manca qualcosa.                                                                                  Valutazione: Non male

Certe notti, quando i corridoi sono bui e silenziosi, quando tutti sono a letto, a volte lui si alza e si infila nella branda con me... come in passato, quando faceva un brutto sogno. Peggio ancora, a volte sembra che lo faccia solo perché gli manco. Si infila sotto le coperte, mi si rannicchia accanto e... dannazione a me... io non posso fare a meno di cingerlo con un braccio come facevo una volta. E sa una cosa, Bellamy?» «Cosa, Harold?» «Mi sento meglio di quanto non mi sentissi da anni. Mi sento completo. Appagato. Come se tutto nella mia vita fosse come è giusto che sia.»

6 commenti:

  1. Se non sbaglio dovrebbe partire a breve la serie televisiva, ne ho visto il trailer un po' di tempo fa.
    Comunque peccato, questi libri che hanno trame promettenti e poi ti lasciano a bocca asciutta. :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto della serie televisiva! Chissà, magari svilupperanno meglio l'idea :)

      Elimina
  2. Uff tutte le recensioni che ho letto sembrano concordare riguardo a questa mancanza di qualcosa :/
    Magari la serie tv sarà più appagante chissà T___T

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un peccato, c'erano delle belle premesse. Magari la serie tv avrà una marcia in più!

      Elimina
  3. Mmmmh.... Io non vedo l'ora di leggerlo perchè è lì che mi attende sul comodino e spero proprio che a me piaccia :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo spero per te :D L'idea è ottima, certi l'hanno apprezato molto più di me!

      Elimina