martedì 10 settembre 2013

RECENSIONE: Regalami una favola - Hester Browne

Titolo: Regalami una favola
Titolo originale: The Runaway Princess
Autore: Hester Browne
Editore: Garzanti
Pagine: 448
Prezzo: 16.40 Euro
Anno: 2013

Trama: Amy ha ventiquattro anni e ormai ha capito di essere più brava con le piante che con i ragazzi. Con i fiori è tutto più facile: sa perfettamente che mix di colori scegliere per dare nuova vita a un giardino o quali specie creino un'atmosfera magica anche su un terrazzo di città. Ma far colpo su qualcuno è molto più complicato. Ogni volta che parla con un uomo il viso di Amy assume la sfumatura dei gerani rossi in primavera e la sua bocca farfuglia frasi insensate. Il suo sogno di vivere un amore da favola sembra essere davvero irrealizzabile. Ma durante una festa, in cui come al solito se ne sta in disparte senza parlare con nessuno, Amy incontra due occhi azzurri come petali di un fiordaliso. È amore a prima vista. Leo è il ragazzo che tutte sognano, e, anche se sembra quasi impossibile, ha scelto proprio lei. Con la scusa di farle ristrutturare il suo giardino al centro di Londra, la corteggia con il romanticismo e la passione di un vero gentiluomo. Passano solo pochi mesi e Leo è pronto per farle la proposta che ogni donna aspetta: le chiede di sposarlo regalandole un anello di diamanti che brilla come un intero cielo stellato. Amy non riesce a credere che la sua favola d'amore si stia realizzando. Eppure la strada per la felicità è tutta in salita. Leo non è il semplice ragazzo che Amy crede: è un vero principe, erede al trono. Il suo mondo è fatto di ricevimenti sfarzosi e serate di gala. Per stare accanto a lui Amy deve decidere se è pronta a disegnare una nuova sé stessa rinunciando a quello che è sempre stata. Deve abbandonare i jeans per indossare abiti eleganti e la corona. E più di tutto, deve decidere se è pronta a essere sincera fino in fondo. Perché c'è qualcosa che minaccia il suo sogno. Un segreto che Amy non ha mai confessato a nessuno e che può portare Leo lontano da lei per sempre.

Recensione 
Amy è una ragazza come tante, ha un lavoro che adora, odia le feste, è timida e si trova più a suo agio con le piante che con le persone. Suo malgrado però si trova spesso costretta a partecipare alle feste che la sua coinquilina organizza nella speranza di trovarle un uomo. Una sera, mentre cerca come al solito di nascondersi in cucina, alcuni invitati piuttosto scatenati esagerano e lei è costretta ad intervenire. E' così che incontra Leo, venuto a recuperare il fratello ribelle. Tra i due scatta subito la scintilla: lui è affasciante, galante, romantico, sembra uscito da un'altra epoca e Amy non potrebbe essere più felice. Ma.. c'è sempre un ma.. C'è un motivo se sembra uscito direttamente da un film della Disney: Leo è un principe, un principe vero, e questo spaventa molto Amy, che è abituata ad una vita tranquilla e non ama i riflettori. Nonostante questo, le cose tra loro vanno molto bene: Leo è un ragazzo con la testa sulle spalle, non il classico ricco viziato, lavora, si mantiene da solo e sogna un futuro lontano dall'ingombrante famiglia, sogna una vita in cui possa prendere da solo le proprie decisioni. Le cose vanno così bene che i due decidono di sposarsi. Amy non impazzisce dalla voglia di fare la principessa ma Leo la rassicura: in linea di successione lui è piuttosto lontano dal trono e la loro presenza agli eventi ufficiali sarà richiesta raramente. Amy si decide finalmente a vivere la sua bella favola, ma all'improvviso i loro piani vengono sconvolti dalla morte del re e dalla sua decisione di incoronare come suo successore il padre di Leo, invece che lo zio. Leo scavalca così tutti gli altri eredi e si ritrova ad essere il principe ereditario. Amy, suo malgrado, è costretta e mettere da parte la sua vita per fare la principessa a tempo pieno e prepararsi a diventare regina. Ma è davvero quello che vuole? 

Alzi la mano chi non ha mai sognato nemmeno una volta di essere corteggiata da un autentico principe. Avanti, non fate le snob, so che tutte l'abbiamo fatto, soprattutto dopo la visione di qualche film Disney. Ammettiamolo. E' una di quelle fantasie che ormai è entrata nell'immaginario collettivo, tanto da dare vita a tutta una serie di film e libri sull'argomento. Anche il libro di cui vi sto parlando fa parte di questo nutrito gruppo. Non si può dire che la storia sia delle più originali ma l'autrice è riuscita ad aggiungere il suo tocco personale e a renderla piacevole e divertente. Originalità e colpi di scena non sono certo i suoi punti forti, anche se alla fine rivela qualche sorpresa niente male, ma è stata comunque una buona lettura grazie allo stile dell'autrice, al giusto tocco di romanticismo e ad una protagonista frizzante e simpatica capace di creare una certa empatia con le lettrici. Amy è una ragazza molto semplice, un po' timida, un po' più prosperosa di quanto richiesto dalle taglie di campionario, con una patologica avversione per le feste e la confusione e una famiglia un po' problematica. Mi ha conquistato subito perchè è diversa dalle solite protagoniste di chick lit tutte tacchi alti e borse firmate. Amy fa l'arredatrice di esterni e ama la natura, le piante e la terra sotto le unghie. La sua famiglia a prima vista appare come tutte le altre, forse un po' eccentrica, tra una madre perennemente in ansia che sfoga ogni tensione cucinando e un padre con cui parla solo esclusivamente di piante, ma la verità è che dietro a quella facciata di normalità si nasconde un vergognoso segreto legato alla sorella minore di Amy, sparita ormai da molti anni lasciando sulle spalle della famiglia le conseguenze delle sue azioni. Hanno dovuto sopportare tanto dolore e ne portano ancora il segno, dentro e fuori. L'arrivo di Leo sembra la risposta alle loro preghiere: un futuro roseo per Amy e la possibilità di far cambiare idea alle gente su di loro. Dall'altra parte abbiamo il futuro sposo, con alle spalle una famiglia ben più complicata da gestire. In realtà Leo è uno dei pochi personaggi di sangue reale che appaiono in questo libro a conquistare subito la simpatia del lettore. E' avvenente, tanto da apparire nella classifica degli scapoli reali più ambiti, è educato, gentile e simpatico. Nonostante le sue origini ci tiene ad avere un lavoro vero e al contrario di quello che si può pensare è più un tipo da pic nic che da ristorante di lusso. E' un ragazzo semplice che sa camuffarsi tra la folla e desidera solo una vita felice, con o senza corona. La sua famiglia d'altro canto è ben diversa: ha un fratello che ama ostentare la sua discendenza e che si aspetta che tutte le donne cadano ai suoi piedi e una sorella che all'apparenza è carina e gentile, ma che in realtà cova gelosia e rancore. I genitori invece sono un po' gli antipodi, tanto che viene naturale chiedersi come siano finiti insieme: il padre è un bonaccione a cui piace ridere e scherzare mentre la madre è una ex top model bellissima e irraggiungibile che guarda tutti dall'alto al basso. Un membro della famiglia che mi è piaciuto molto è il re, il nonno di Leo, anche se non appare molto. Assomiglia molto al nipote, è semplice e gli piace confondersi tra le persone normali, tanto da prestarsi da guida agli ignari visitatori che non sanno di avere di fronte il re in persona. Avrete capito insomma che i personaggi sono molti, tutti diversi, tutti più o meno simpatici, ma tutti essenziali al mosaico della storia. Storia che vi sconsiglio che siete alla ricerca di qualcosa di originale e mai visto, ma perfetta per chi vuole qualcosa di romantico, scorrevole e non troppo impegnativo. Vi sentirete parte di una fiaba moderna.                                                                                               Valutazione: Non male

Non siamo uguali, ma insieme siamo perfetti. E' proprio così. Quando sono con te, è 
come se fossi a casa, anche qui a Londra, dove non avrei mai pensato di essere davvero felice. 
Non so cosa sia, ma potrei parlarti per tutta la vita e avrei ancora un mucchio di cose da dirti. 
E non potrei mai stancarmi di guardarti. Mai.

9 commenti:

  1. io l'ho appena comprato, mi arriva questa settimana! *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai fatto un buon acquisto :) Io gli ho abbassato un po' il voto per via del fatto che la storia non è particolarmente originale, ma mi è molto piaciuto :)

      Elimina
  2. Io l'ho preso in ebook un po' a scatola chiusa, non vedo l'ora di iniziarlo, in questo momento ho bisogno di una lettura così!!! Grazie per il consiglio *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrai che ti piacerà, non è da premio Nobel, ma è delizioso:)

      Elimina
  3. Risposte
    1. Si molto molto carino, peccato solo per la trama di base, un po' trita e ritrita :/

      Elimina
  4. Bella recensione!!
    Anche io l'ho letto da poco, ma purtroppo non mi è piaciuto come speravo!! Non mi ha preso :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato! Forse la trama un po' banale ha giocato a suo sfovore :/

      Elimina
  5. L'ho letto l'anno scorso e lo amo, mi chiedevo, per caso conosci libri simili a questo? Dove c'è il principe e la ragazza "comune"?

    RispondiElimina