giovedì 5 settembre 2013

Dal libro al film #9: Shadowhunters - Città di ossa

Dopo essermi decisa finalmente ad iniziare questa serie sono andata a vedere il film, ma per quanto mi riguarda sono rimasta abbastanza delusa. Il libro mi è piaciuto, ma non mi ha fatto impazzire, mentre il film è molto confusionario e poco fedele alla storia originale e mi ha lasciato decisamente perplessa


Titolo: Shadowhunters - Città di Ossa 
Titolo originale: The Mortal Instruments - City of Bones 
Regista: Harald Zwart
Anno: 2013
Prodotto da: Sony Pictures Entertainment 
Durata: 130 min    
Budget: 60 milioni di dollari   
Incasso totale: 34 milioni di dollari (ancora in programmazione)
Cast:  Lily Collins, Jamie Campbell Bower, Robert Sheehan
Tratto da: Città di Ossa di Cassandra Clare


Trama: Nell'odierna New York un'adolescente come tante altre di nome Clary Fray scopre di essere discendente di una linea di Shadowhunters, guerriere cacciatrici di streghe impegnate a eliminare i demoni da questo mondo. Quando la madre di Clary scompare, la ragazza si unisce a un gruppo di giovani Shadowhunters in un avventuroso viaggio attraverso la metropoli che le permetterà di incontrare mostruose creature e di misurarsi con incredibili magie.

Dal libro al film: similitudini e differenze
Una serie amatissima, un film attesissimo, ma per qualche motivo il mio entusiasmo è sempre stato piuttosto tiepido nei confronti di questo nuovo fenomeno. Ma in fondo chi sono io per non dargli neanche una possibilità? Ieri sono andata a vedere il film dopo aver finito di leggere il primo libro della serie, ma sinceramente non sono uscita dal cinema particolarmente entusiasta. Il libro non mi ha fatto impazzire, ma mi è piaciuto, il film invece mi ha lasciato abbastanza perplessa. Il cast è una delle poche cose positive di questo film. Lily Collins, nonostante le sue ormai leggendarie sopraciglia, è stata una Clary migliore di quanto pensassi, anche se forse si poteva fare di meglio. Il più azzeccato è sicuramente Simon, interpretato da Robert Sheehan. Simon è un ragazzo piuttosto carino, ma senza esagerare, che si fa amare soprattutto per la sua ironia e Robert è riuscito a rendere questo personaggio molto simile a quello della mia immaginazione, un po' sfigato, ma adorabile. Jace invece è interpretato da Jamie Campbell Bower, già osannato come il nuovo figo dell'anno, e, sebbene personalmente non mi dica nulla, non mi è dispiaciuto in questo ruolo. Ha quell'aria un po' scontrosa e la giusta sicurezza. Però Jamie, per favore, metti su un po' di ciccia! Mi sono piaciuti molto sia Kevin Zegers nei panni di Alec, sia Jemima West in quelli di Isabelle. Li ho trovati entrambi molto carini e azzeccati e avrebbero meritato più spazio. Concludiamo con gli adulti, con un pollice in su per Luke ( o Lucian che dir si voglia) interpretato da Aidan Turner che ha dato vita ad un Luke molto più affascinante di quel che mi ero immaginata leggendo e un pollice in giù per Valentine impersonato da Jonathan Rhys-Meyers, che ho trovato un po' troppo giovane e mingherlino e non mi ha convinto pienamente. Ma se per quanto riguarda il cast, in linea di massima, è stato fatto un buon lavoro, il film ha moltissimi difetti. Il regista si è preso moltissime libertà, decisamente troppe, modificando la storia più o meno pesantemente. Capisco omettere qualche piccola cosa, capisco fare delle modifiche, capisco che non ci possono essere tutti i dettagli del libro, ma non si può neanche distorcere la storia inventandosi le cose dal nulla. Tanto per fare un esempio, nel libro Simon beve un bizzarro cocktail durante la festa da Magnus Bane e si ritrova trasformato in un topo e poi rapito dai vampiri per un malinteso. Nel film Simon viene solo stordito dal cocktail e viene rapito dai vapiri perchè vogliono attirare Clary in trappola e impossessarsi della Coppa Mortale. In realtà ai vampiri non gliele poteva fregare di meno della Coppa, ma vabè. Inoltre ci sono molte cose che ci vengono svelate troppo presto. Per esempio Clary scopre che suo padre non è il soldato della foto molto prima rispetto al libro e ci fanno sospettare fin da subito che Luke sia un licantropo, cosa che invece nel libro si scopre solo verso la fine con un discreto colpo di scena. Se nel film Clary era tutta 'O mio dio, sei un licantropo?' Noi in sala eravamo più 'Ma va?'. Allo stesso tempo ci sono cose che se non hai letto il libro non si capiscono chiaramente, soprattutto per quanto riguarda la scena finale tra Valentine, Clary e Jace in cui si scopre che sono un'unica famiglia felice. La scena è stata troppo affrettata e confusionale. Se non avessi letto il libro non avrei afferrato cosa stavano cercando di spiegarmi. Ma quello che mi ha fatto storcere il naso più di tutto sono stati i maledetti spoiler dei successivi libri della serie. Io da novizia al momento mi sono letta solo il primo, ma loro gentilissimi e geniali hanno pensato bene di fare questa carognata. No. No. No. Non si fa. C'è un girone dell'inferno apposta per voi. Disonore su di voi, disonore sulle vostre mucche! Dopo tutti questi difetti, qualche pregio ci sarà? Sì, pochi, ma ci sono. Una delle cose che ho più apprezzato è il fatto che abbiano mantenuto alcune delle battute migliori del libro. Mi è piaciuto molto anche il lavoro che hanno fatto con le ambientazioni e con le scene d'azione. Ok non è molto, ma è già meglio di niente. Quel che vi consiglio personalmente è di andare a vedere il film solo dopo aver letto almeno i primi libri, oppure di non leggerli proprio fino a quando non avete visto il film. Per chi non ha letto nulla, il film potrebbe anche risultare molto più piacevole e vi evitereste di passare tutto il tempo a bisbigliare ed imprecare come ho fatto io lol    

Curiosità
- Le riprese si svolsero principalmente a Toronto, ma anche a Hamilton e New York
- Inizialmente Jace doveva essere interpretato da Alex Pettyfer, che però rifiutò
- La sceneggiatura fu riscritta dopo che l'autrice della serie dette il suo parere negativo
- Jamie Campbell Bower ha iniziato ad allenarsi circa tre mesi prima delle riprese 
- Clary ha 15 anni, ma hanno scelto un'attrice più grande per rivolgersi ad un pubblico più adulto
- In origine  era la Warner Bros. ad avere i diritti per Shadowhunters 
   

9 commenti:

  1. Direi che sono abbastanza d'accordo con la tua recensione. Insomma, hanno fatto un gran casotto nell'adattamento, ci hanno infilato LO spoiler (anche se francamente non ce li vedevo a lasciare il pubblico con "l'orribile verità" fino al seguito senza spiegare nulla...) e Jamie CB deve decisamente mangiare qualcosa di più (ma sempre meglio di quell'idolo d'inespressività che é Alex Pettyfer).
    Assolutamente non sufficiente come adattamento, passabile come film a sé stante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si concordo, penso che a vederlo così senza aver letto nulla possa essere passabile :) Ma conoscendo anche solo un pochino la storia del libro è impossibile non inorridire lol Al cinema io e mia cugina eravamo tutte un bisbiglio 'Hanno cambiato questo' 'Ma questo non era così' 'O mio dio, spoiler!' Insomma, argh xD

      Elimina
  2. Chissà se la Warner Bros averebbe fatto di meglio...
    Comunque non posso che essere d'accordo con te... molti aspetti negativi e pochi positivi... e anche per quanto mi riguarda Robert è stato il mio preferito :'D
    Poi non sapevo la sceneggiatura fosse stata riscritta perché a Cassie non era piaciuta... ma allora prima com'era?! XD Ancora peggio? Ahahahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' quello che mi sono chiesta anche io xD Ho letto che lei si è opposta appunto perchè la sceneggiatura non era molto fedele al libro. Secondo me le han detto 'Si si Clare, la riscriviamo tranquilla' e invece l'hanno tenuta comunque lol

      Elimina
  3. Anch'io lo stavo pensando...non voglio immaginare cos'era prima dell'ok della Clare! Già così... ci sono state delle volte in cui volevo alzarmi e andarmene...
    Poi dopo LO spoiler finale... "C'è un girone dell'inferno apposta per voi. Disonore su di voi, disonore sulle vostre mucche!" ti adoro! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. LO spoiler non me lo dovevano fare. E' come se nel primo film di Harry Potter avessero già spiegato come entrare nella Camera dei Segreti. Cattivi!

      Elimina
    2. Proprio così! Io ho visto il film, che bene o male mi aspettavo bruttino, solo per il finale quando Valentine dice QUELLO...eppure sto leggendo molte recensioni positive del film! Ad un certo punto ho pensato che forse ero io quella esigente, o che mi ero immaginata quella scena... Menomale che ci sei tu a farmi sentire meno pazza! ;)

      Elimina
  4. Io non ho ancora letto la serie e nemmeno visto il film...Però sono contenta che Alex abbia rifiutato la parte e così possiamo conoscere questo nuovo attore, perlomeno per me...

    RispondiElimina
  5. il film pessimo , deludente e poco chiaro ...chi non ha letto il libro in molti punti non riusciva a seguire la trama ...........il libro lo adoro è uno dei miei preferiti insieme a divergent

    RispondiElimina