martedì 4 giugno 2013

RECENSIONE: L'ultimo giorno - Glenn Cooper

Titolo: L'ultimo giorno
Titolo originale: Near Death 
 
Autore: Glenn Cooper
Editore: Nord
Pagine: 452
Prezzo: 18,60 Euro
Anno: 2012


Trama: La scienza è l'unica luce che ha sempre guidato la vita di Alex Weller. Ma nessuno sa che quella luce ha avuto origine dal buio della disperazione, dall'incidente in cui ha perso la vita suo padre. E stato allora, nell'auto ridotta a un cumulo di lamiere, che Alex ha vissuto un'esperienza straordinaria: risucchiato in un tunnel di luce, aveva visto il padre che lo chiamava, esortandolo a raggiungerlo, e aveva provato una pace assoluta, totale. Da allora, ha dedicato ogni attimo della sua esistenza a trovare un modo per ricreare quella sensazione. E ormai ci è molto vicino. E non importa se, per raggiungere la meta, è costretto a uccidere.. La logica è sempre stata l'arma prediletta dell'agente dell'FBI Cyrus O'Malley. Ma il caso che si trova ad affrontare ha un elemento che sfugge a qualsiasi logica: perché il killer che ha ucciso tre giovani prostitute, strangolandole, ha poi praticato un foro alla base del loro cranio? Nessuno sa dare una risposta. E, per Cyrus, quel caso diventa ben presto un'ossessione. Anzi qualcosa in più... La speranza è una delle forze che uniscono le persone di ogni età, sesso, razza e religione. Ma cosa succederebbe se la speranza assumesse per tutti un nuovo significato? Cosa succederebbe se la speranza più grande dell'umanità diventasse una certezza? 

Recensione 
Alex Weller e Cyrus O'Malley sono quanto più diversi potrebbero essere mai due uomini, ma hanno una cosa in comune: sono ossessionati dalla morte. Alex è un giovane medico che dopo un terribile incidente ha vissuto una vera esperienza di pre-morte: ha superato un lungo tunnel e ha incontrato il padre sorridente e felice che lo esortava a raggiungerlo. Da allora non ha mai smesso di pensarci e le sue ricerche vergono da anni sul modo di ricreare chimicamente quell'esperienza e quella sensazione di pace e serenità. Per raggiungere il suo scopo, Alex non si fa scrupoli neppure ad uccidere.. Il segreto infatti è custodito in una zona del cervello che poco prima della morte secerne un particolare liquido. E' proprio quello che Alex estrae alle sue vittime riuscendo infine a creare un composto chimico chiamato Bliss: una droga che permette di vivere una vera esperienza di pre-morte e di vedere i cari defunti. Cyrus O'Malley invece è un agente dell'FBI, divorziato, con una figlia allo stadio terminale di un tumore al cervello. Vede la morte non solo ogni giorno a lavoro, ma anche negli occhi della sua bambina. Mentre cerca di affrontare il fatto di non poterla salvare, Cyrus si imbatte in un difficile caso di pluriomicidio: diverse donne, tutte prostitute, sono state trovate morte. Il loro corpo è intatto, tranne per un minuscolo foro sulla testa. Qual'è lo scopo del serial killer? Quando poi alcuni misteriosi suicidi iniziano a riempire le pagine dei giornali, le voci iniziano a girare e anche all'FBI giunge la notizia di una nuova droga, una droga che sta causando moltissime morti e che sta dilagando in tutto il mondo, una droga che potrebbe anche causarne la fine..Cosa succederà l'ultimo giorno? Lo ammetto, anche se non è il mio genere, sono una grandissima fan di Glenn Cooper. I suoi libri sono sempre incredibili, pieni di colpi di scena inaspettati, avvincenti ed entusiasmanti, e questo non fa eccezione. Inoltre ha un occhio di riguardo per i suoi fans italiani, infatti questo libro è uscito nel nostro Paese in anteprima mondiale, come anche I custodi della biblioteca è arrivato da noi ben 6 mesi prima rispetto al resto del mondo. Come si fa a non amarlo? Tornando al libro, questo si differenzia dalle altre opere dell'autore per alcuni elementi: mentre solitamente sono presenti vari piani temporali, questo è il primo romanzo in cui la narrazione si svolge completamente nel presente, inoltre mentre solitamente si scopre solo alla fine chi siano i cattivi, stavolta sappiamo fin dall'inizio chi è l'assasino, la cosa ha tolto un po' di suspance, ma si è rivelata una scelta azzeccata perchè ci ha dato la possibilità di seguire la vicenda da due punti diametralmente opposti. Lo stile come sempre è semplice, scorrevole e grazie a questo il libro si fa leggere velocemente e non annoia mai. I personaggi, soprattutto i due protagonisti, sono ben caratterizzati. Cyrus è il classico agente dell'FBI che, come spesso capita nei libri di questo autore, ricorda un po' Will Piper, il protagonista del suo libro più famoso: divorziato e dedito al suo lavoro, testardo e implacabile non si da pace finchè non scopre la verità. Ciò che ho davvero apprezzato di questo personaggio è stato il suo amore per la figlia: sabbene ormai sia chiaro che non c'è più niente da fare per salvarla, Cyrus si batte con le unghie e con i denti per lei: invoca nuove cure, nuove terapie, nuove operazioni perchè la sua piccola non può morire. Vedere una bimba così piccola soffrire di un male così grande mi ha spezzato il cuore.. D'altro canto Alex viene dipinto come un personaggio inizialmente animato da buone intenzioni, forte di anni di esperimenti e analisi, che fa di un fortuito caso la sua arma vincente, il passo in avanti che aspettava da tanto tempo. E' allora che diventa un assassino. Freddo e calcolatore, Alex è convinto di agire per un bene superiore, di rendere un favore a chi uccide mandandolo finalmente nell'aldilà, lontano da una vita di sofferenze. Alex non mostra mai senso di colpa, ma nasconde la vera origine della sostanza di cui tutti ormai sono dipendenti, rivelando quindi di riconoscere la gravità delle sue azioni. Agli occhi dei suoi adepti, Alex è il Messia, colui che li salverà tutti dalla sofferenza della vita, e si fidano di lui a tal punto da fare qualsiasi cosa chieda. La trama è davvero originale e affasciante perchè scienza, religione, filosofia ed esoterismo si incontrano sul tema della vita dopo la morte. Nel racconto, chi assume la bliss vive un'incredibile esperienza di pre-morte. Un tunnel, una sensazione di pace e tranquillità, la visione del proprio corpo dall'alto, l'incontro con altri spiriti e la rassicurante presenza di un'entita benevola che veglia sulle anime, tutti questi elementi sono presenti nei racconti reali di chi ha vissuto un'esperienza simile e l'autore è stato fedele a queste testimonianze per descrivere ciò che vivono i personaggi sotto l'effetto della bliss. Ciò che mi ha fatto riflettere, è stato vedere le reazioni della gente dopo aver assunto la droga. Alcuni si suicidano per ricongiungersi ai propri cari defunti, altri perdono il senso della realtà, la maggior parte smette letteralmente di vivere perchè nulla ha più senso. La gente smette di lavorare, di studiare, di dare peso a tutte quelle cose che fino ad un attimo prima erano importanti. Tutto questo causa una paralisi della società: senza operai le fabbriche rimangono ferme, senza contadini ed agricoltori la terra non produce più nulla, perfino i capi di Stato vengono colpiti e diventano incapaci di pensare al bene del Paese. Chiunque prova questa sostanza ne diventa assuefatto fin dalla prima volta. E' una droga che può portare l'intero mondo all'autodistruzione. E' un quadro terribile, ma non così lontano dalla realtà. Il problema della droga è molto serio oggi e moltissime persone rovinano la propria vita e quella di chi vuole loro bene, trovato troppo spesso la morte. La situazione è drammatica e neanche la crisi ferma chi vive solo per la droga. Questo libro dunque non è solo avvincente ed emozionate, ben costruito e ricco di colpi di scena, ma da anche alcuni spunti di riflessione notevoli. Lo consiglio a tutti, anche a chi non ama questo genere: Glenn Cooper sa sempre ammaliare il lettore e farlo suo!:)                                    Valutazione: Bellissimo!

Gli amici e i parenti gli sembravano estranei. Il loro pianto un suono stridente. 
Il piccolo feretro di Tara una presenza incongrua. 
Cosa ci faceva, in mezzo alla navata? E lei, dov'era?

Nessun commento:

Posta un commento