giovedì 20 giugno 2013

Disney Love #2 - Le ispirazioni, seconda parte

Mi sono divertita tantissimo a scoprire l'origine dei classici Disney e ho visto che l'avete molto apprezzato, quindi non potevo non continuare! Se avete notato sto seguendo l'ordine cronologico, è un bel viaggio nel tempo. Oggi proseguo con altri cinque famosi film!

Le avventure di Peter Pan (1953) è tratto dall'opera teatrale Peter Pan scritta da J.M. Barrie che debuttò nel 1904 e fu poi trasformata in un libro nel 1911. L'autore alla sua morte lasciò in eredità i suoi diritti d'autore all'ospedale pediatrico Great Ormond Street Hospital. Il film è molto fedele all'opera salvo per alcuni piccoli dettagli,come la mano mancante di Uncino, che nel film è la sinistra, mentre nel libro è la destra. Sono molti i film che hanno ripercorso la sua storia ma questo rimane sempre il più amato!

La bella addormentata nel bosco (1959) è tratto da una fiaba tradizionale europea le cui versioni più famose sono quelle dei Fratelli Grimm e di Perrault. Esistono alcune versioni più antiche e raccapriccianti in cui la principessa addormentata viene stuprata e si sveglia grazie alla gravidanza che ne consegue. La Disney è stata fedele alla versione dei Fratelli Grimm, mentre quella di Perrault prosegue con risvolti raccapriccianti. Sebbene il film sia stato un flop all'epoca,ora è uno dei più amati tanto che il castello è diventato il logo della compagnia

La carica dei 101 (1961) è tratto dal libro I cento e uno dalmata di Dodie Smith, uscito per la prima volta nel 1956. E' considerato il film che salvò la Disney, dopo la bancarotta che rischiarono con La bella addormentata nel bosco. Il film è molto fedele al libro salvo una grossa differenza: nel libro Peggy non è la compagna di Pongo, ma una trovatella che la famiglia adotta per aiutare Missis, la vera mamma, con i cuccioli. Quando Pongo e Missis partiranno alla ricerca dei piccoli Peggy rimarrà a casa a badare ai padroni

La spada nella roccia (1963) è tratto dal libro omonimo di T.H. White pubblicato per la prima volta nel 1938. Il libro era il primo di una tetralogia che l'autore dedicò al ciclo arturiano e i cinque libri vennero pubblicati in un unico volume dal titolo Re in eterno nel 1958. La Disney inizialmente aveva comprato i diritti del terzo libro della serie ma alla fine la scelta per l'adattamento è caduta sul primo volume, in cui Artù è ancora un ragazzino (anche se nel libro ha qualche anno in più rispetto al film). Dalla stessa serie fu tratto anche un musical che diventò a sua volta un film!


Il libro della giungla (1967) è tratto dall'omonimo libro di Rudyard Kipling pubblicato per la prima volta nel 1894. Inizialmente il film doveva essere fedele all'opera originale, ma il risultato fu troppo cupo,poco adatto ai giovani, così il lavoro riconominciò da capo con alcune sostituizioni dietro le quinte fino ad ottenere il film che tutti conosciamo. Una curiosità? All'inizio gli avvoltoi dovevano essere doppiati dai Beatles, ma pare che non presero bene la proposta! Fu l'ultimo film prodotto da Walt Disney, che morì durante la sua lavorazione.

4 commenti:

  1. Ma.. Ma.. Ma come stuprano la povera Aurora!!?! Ma che fiaba è!! :DD

    Comunque di "Peter Pan" a me piacque tantissimo anche il film "Hook".. *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ebbene sì, sono rimasta allibita anche io. Tempo fa poi avevo letto la versione di Perrault, che prosegue dopo che loro si sono sposati ed è raccapricciante perchè viene fuori che la mamma del principe è un orchessa e quando figlio,moglie e pargoli si trasferisono nel castello lei se li vuole pappare tutti approfittando dell'assenza del principe. Fortuna che fanno pena ai cuochi che li nascondono e le servono altra carne spacciandogliela per la loro. Alla fine lei muore e tutti insieme ballano sulla sua tomba ahaha xD Hook piace tanto anche a me, l'ho visto mille volte, ma è una figata :D

      Elimina
  2. Le versioni originali delle fiabe sono terribili a volte!
    Comunque bellissima idea e interessantissimo post.
    Non vedo l'ora di conoscere Gli aristogatti. Che tra i miei preferiti è uno dei pochi assenti per ora ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli Aristogatti sono stati il mio cruccio, la loro origine è avvolta nel mistero. Ci saranno nella prossima puntata ;)

      Elimina