sabato 25 maggio 2013

Lettori si nasce #5

Oggi ho rispolverato quello che è un vero classico tra i libri per ragazzi. L'ho letto da piccola, probabilmente è stato uno dei primi libri seri che ho letto e ne conservo un ricordo bellissimo!

Titolo: Il giardino segreto
Autore: Frances H. Burnett 
Editore: De Agostini   
Anno: 2011

Trama: Mary Lennox vive, a soli 9 anni, la perdita dei genitori a causa del colera. Lascia l'India e si trasferisce dallo zio Archibald nello Yorkshire. Questi è un vedovo scontroso che, all'arrivo della bambina, non la vuole neanche vedere e la lascia alle cure della governante. La casa è molto grande, ma quasi tutte le stanze sono chiuse a chiave e la bimba ha il divieto di entrarvi; c'è anche un giardino proibito, quello della defunta moglie dello zio e anche quello è chiuso a chiave. Mary riesce ad entrarvi e, di nascosto, seminando e innaffiando, lo fa ritornare rigoglioso come un tempo. Mary riesce anche a restituire la gioia di vivere al figlio dello zio, Colin, un bambino capriccioso e malaticcio, inutilmente oppresso da cure eccessive.

Nato nel 1910 e arrivato in Italia per la prima volta nel 1921, questo libro è considerato ancora oggi un classico intramontabile, amato da generazioni di bambini. Frances H. Burnett, autrice anche di La Piccola Principessa e de Il Piccolo Lord, era appassionata di giardinaggio e considerava questa attività altamente pedagogica e addirittura terapeutica sia dal punto di vista fisico che da quello mentale ed è proprio da questa sua passione che è nato il libro. Il romanzo è stato rivalutato soprattutto negli anni settanta: mentre prima era considerato una delle opere meno riuscite dell'autrice oggi è quella più popolare. La protagonista è Mary, una bambina di 9 anni rimasta orfana a causa di un'epidemia di colera. La bambina viene quindi mandata a vivere da uno zio in Inghilterra, in un paesino sperduto dello Yorkshire. Questo zio però si rivela molto scontroso e la evita, affidandola alle cure della governante. Annoiata Mary inizia ad esplorare la grande casa, di cui tutte le stanze sono chiuse a chiave,e scopre il modo di entrare nel giardino della defunta moglie dello zio, chiuso e abbandonato da quando lei è morta. Cura le piante, semina, innaffia e piano piano fa tornare il giardino alla sua antica bellezza. Mary conosce anche Colin, suo cugino, un bimbo viziato e debole, che non esce mai di casa. Mary riuscirà a fargli capire che tutto ciò di cui ha bisogno per stare bene è vivere davvero.. Questa storia mi è sempre piaciuta molto, perchè è caratterizzata da un'atmosfera quasi fiabesca e narra la crescita e la maturazione di due bambini. Credo che questo sia uno di quei libri che devono essere letti, che avvicinano i bambini a storie un po' più complesse e profonde, ma non pesanti o difficili da leggere perchè il linguaggio è semplice e parla di bambini come loro. E voi? L'avete letto da piccoli? Perchè se non l'avete fatto dovete assolutamente rimediare :)

3 commenti:

  1. Splendido!
    L'ho letto mille volte.. :))

    RispondiElimina
  2. Io lessi da piccola questo romanzo, conosciuto dopo aver visto la versione cinematografica! Lo adoravo e lo adoro tutt'ora... Molto carino è anche "La piccola principessa" della stessa autrice. Sono due libri che mi hanno aiutato ancora di più ad amare la lettura, da bambina :)
    Un saluto, Jane

    RispondiElimina
  3. AMO questo libro!!
    Ci sono dei premi per te sul mio blog!

    RispondiElimina