sabato 20 aprile 2013

RECENSIONE: Tubino nero - Julie Cohen

Titolo: Tubino nero
Titolo originale:
Spirit Willing, Flesh Weak 

Autore: Julie Cohen
Editore: Sperling & Kupfer  
Pagine: 288
Prezzo: 17 Euro
Anno: 2007 

Trama: Rosie Fox è una bugiarda, una bella bugiarda coi capelli da zingara e il seno prosperoso che si spaccia per medium abbindolando il pubblico in teatri di quart'ordine. Una sera mentre si esibisce nel consueto numero, improvvisamente ha una vera premonizione: sta per accadere un grave incidente. Scioccata, cerca di impedirlo e i suoi plateali tentativi la portano alla ribalta delle cronache. L'immagine di Rosie decolla: tournée, interviste, inviti... e purtroppo anche Harry Blake, un tempo giornalista di punta del Times - ora relegato a occuparsi di paranormale - che cerca di tornare in sella rivelando gli impostori dell'occulto. Annusato lo scoop, l'affascinante Harry si appiccica alla "maga" come un francobollo, deciso a smascherarla con ogni mezzo. Dal canto suo Rosie non sembra affatto dispiaciuta di questa vicinanza; e a poco a poco, tra i due nemici, una guerra all'ultimo sangue si trasforma in un'attrazione maledetta e molto, molto sensuale. Del resto, una sensitiva come lei non può certo evitare... i bollenti spiriti.

Recensione
Dopo un paio di chick-lit piuttosto deludenti finalmente posso parlarvi di un libro davvero carino. Forse non è uno dei migliori, non è certo un capolavoro, ma leggerlo è stato piacevole e divertente quindi ve lo consiglio fin da subito. La protagonista è Rosie, una donna piuttosto enigmatica e misteriosa che di mestiere fa la medium. Quel che fin da subito ci è chiaro è che non è davvero dotata di poteri paranormali, è semplicemente un'ottima osservatrice. Durante i suoi show fa credere al pubblico di entrare in contatto con gli spiriti dei loro cari defunti e grazie ad arguzia, prontezza, spirito di osservazione e una buona dose di esperienza in materia riesce a dir loro ciò che hanno bisogno di sentire per essere confortati. Un giorno però la finta medium ha una vera premonizione su un disastro ferroviario. Cerca con tutte le sue forze di impedirlo, ma purtroppo ciò che ha previsto si avvera e sei persone muoiono. Da quel momento Rosie diventa la medium più famosa del paese: servizi fotografici, interviste, spettacoli in diretta tv, inaugurazioni. Tutti la vogliono! Anche Harry Blake, cacciatore di impostori e millantatori dell'occulto, annusa lo scoop e inizia a seguire la tournée di Rosie nella speranza di coglierla in fallo. L'astio iniziale tra i due in poco tempo si trasforma in una pericolosa attrazione..Non è certo un libro a 5 stelle, ma finalmente abbiamo una protagonista originale con un lavoro fuori dall'ordinario, una protagonista complessa che non passa 24 ore su 24 a pensare a Prada e Dolce&Gabbana! Rosie è un personaggio molto interessante. Fin dall'inizio ci appare come una donna solitaria: non ha un fidanzato o amiche, a parte Gina, la sua manager, ha un rapporto piuttosto superficiale con la famiglia, di cui parla raramente, inoltre ha un trauma che si porta dietro dall'infanzia per via di suo padre, che aveva gravi problemi di alcolismo. Per gioco ha iniziato ad occuparsi di tarocchi da ragazza e poi ha finito per farlo diventare il suo lavoro. Non si può dire che abbia cattive intenzioni: da lei la gente non va a chiedere cure miracolose, numeri del lotto o formule magiche, vuole solo entrare in contatto con i propri cari defunti per essere rassicurati. Rosie cerca di aiutare chi ha subito una perdita con parole incoraggianti, poco importa che arrivino da lei stessa e non dall'aldilà. Il suo rapporto con Harry è molto altalenante e per questo intriga molto il lettore. I due non dovrebbero avere rapporti al di fuori del lavoro, visto che Harry sta cercando le prove per dimostrare a tutti che lei è una truffatrice, dovrebbero odiarsi e stare lontani, ma invece tra loro c'è un'incredibile attrazione a cui entrambi cercano di resistere con scarsi risultati. Anche Harry è un personaggio piuttosto complesso, difficile da capire. Cerca di smascherare i truffatori dell'occulto per riabilitare il suo nome dopo che in seguito ad uno scandalo era stato licenziato proprio perchè aveva pubblicato documenti falsificati su cui non si era informato a dovere. La sua reputazione è stata gravemente compromessa e l'unico lavoro che ha trovato è in un programma di quart'ordine in onda a notte fonda. Per lui la verità è la cosa più importante e per questo non esita a passare sopra a qualsiasi altra cosa, anche all'amore. Il libro ha alcuni punti deboli, per esempio si parla pochissimo della famiglia di Rosie e le poche volte che l'autrice dedica tempo a questo argomento il tutto è incentrato sul padre. Inoltre alla fine da un po' l'idea di essere stato concluso in fretta e furia in modo un po' grossolano, forse per mancanza di tempo o di idee. Con qualche piccolo ritocco in questo senso sarebbe stato forse migliore, ma nonostante questo il libro si legge molto velocemente, è carino e divertente e finalmente posso dire di essere di fronte ad un chick-lit originale e non scontato, anche se come sempre il lieto fine è d'obbligo ;) Consigliato alle romantiche e a chi cerca nel mare dei chick-lit qualcosa di carino e originale che non sia incentrato come sempre sulla moda e i vestiti! :)                                                                                              Valutazione:½ Non male

2 commenti:

  1. Tempo fa ero indecisa se prenderlo o meno, appena mi ricapita lo prendo sembra carino dalla tua recensione :)

    RispondiElimina
  2. Non un capolavoro ma decisamente carino. Poi una protagonista che non è fissata con la moda e che non dice ogni due minuti il nome di qualche grande marca è già una bella novità ahah xD

    RispondiElimina