giovedì 25 aprile 2013

RECENSIONE: Battle Royale - Koushun Takami

Titolo: Battle Royale
Titolo originale: バトル・ロワイアル
Autore: Koushun Takami
Editore: Mondadori
Pagine: 663
Prezzo: 12 Euro
Anno: 2009 

Trama: Repubblica della Grande Asia dell'Est, 1997. Ogni anno una classe di quindicenni viene scelta per partecipare al Programma; e questa volta è toccato alla terza B della Scuola media Shiroiwa. Convinti di recarsi in una gita d'istruzione, i quarantadue ragazzi salgono su un pullman, dove vengono narcotizzati. Quando si risvegliano, lo scenario è molto diverso: intrappolati su un'isola deserta, controllati tramite collari radio, i ragazzi vengono costretti a partecipare a un "gioco" il cui scopo è uccidersi a vicenda. Finché non ne rimanga uno solo... 

Recensione
Questo libro si discosta molto dai generi che prediligo, di solito non amo omicidi e squartamenti, ma in questo caso sono rimasta in qualche modo affascinata dall'assurdità di questa storia e non ho potuto fare a meno di apprezzarla e di restarne rapita e sconvolta allo stesso tempo. Ho scoperto questo libro dopo aver letto Hunger Games, perchè molti parlavano delle analogie tra i due. Mi sono incuriosita. Ho trovato Hunger Games davvero angosciante e mai pensavo che avrei trovato un libro con un gioco ancora più crudele di quello. Mi sbagliavo. Almeno in Hunger Games i ragazzi non si conoscevano tra loro, se non all'interno dello stesso distretto, e quindi risultava più "facile" uccidere gli altri, invece in Battle Royale i ragazzi sono tutti in classe insieme, si conoscono fin da bambini, sono amici, ci sono perfino coppie di innamorati. Non riesco ad immaginare niente di più crudele e raccapricciante dell'essere costretti ad uccidere delle persone a cui vogliamo bene. Il libro segue uno a uno tutti i 42 ragazzi. Noi sappiamo che moriranno tutti, è il gioco, quindi l'attenzione non è puntata su chi morirà, ma su come morirà. L'autore è riuscito a diversificare tutte le loro morti, in modo da tenere sempre accesa l'attenzione del lettore. Ci sono morti davvero raccapriccianti e altre più semplici, lotte violente e suicidi. Noi lettori non possiamo prevedere quello che succederà, chi morià, nè come morirà. E' interessante vedere come reagiscono questi ragazzi. Probabilmente io mi sarei rannicchiata sotto un tavolo. Alcuni  di loro si trasformano subito in spietati assassini, altri si coalizzano con gli amici più fidati per poi finire ad ammazzarsi tra loro, altri ancora cercano di tenersi fuori dai guai, lontano da tutti, ma sono costretti a diventare assassini per difendere la propria vita. C'è chi va in cerca degli amici, ormai avversari,con l'intento di farli fuori e chi si nasconde. C'è chi si fida, chi viene tradito. Il tutto è reso ancora più difficile da alcuni elementi. L'isola su cui si svolge il gioco è divisa in settori, con il passare del tempo alcuni di essi vengono chiusi, per fare in modo che i ragazzi alla fine si trovino faccia a faccia. Se nel momento in cui un settore viene chiuso c'è qualcuno all'interno il collare elettronico che ognuno di loro indossa lo uccide all'istante. Sono quindi obbligati a stare sempre in movimento e sempre in guardia. Inoltre non sono dotati delle stesse armi,quindi in alcune occasioni vediamo degli scontri davvero impari. E' una romanzo molto variegato a livello psicologico, anche grazie al grande numero di personaggi che lo popolano. Ognuno di loro viene presentato al lettore in modo più o meno particolareggiato, con accenni al suo passato,alla sua vita, al rapporto con i compagni e con la famiglia. Questo ci aiuta a comprendere la loro psicologia e la tattica che ognuno di loro segue sull'isola. Il finale a a mio parere è stato un vero colpo di scena! Certo il libro si focalizza principalmente su alcuni personaggi,ed è chiaro che i protagonisti sono Shogo, Noriko e Shuya e che saranno loro ad arrivare alla fine. Ma poi? Solo uno deve restare vivo. Arrivato lì il lettore sarà accolto da un colpo di scena davvero sorprendente! Come in fondo è stato questo libro. Non avrei mai pensato che potesse piacermi tanto una storia come questa! Anche se,devo dire la verità, è stato per me causa di incubi per più di una settimana. Eh sì c'è un motivo se solito non leggo i libri di questo genere. Sono troppo sensibile ed impressionabile. Ve lo consiglio se avete amato Hunger Games e se siete lettori che non si lasciando impressionare facilmente!                                                                                                             Valutazione: Imperdibile!

7 commenti:

  1. Aaaah, questo devo assolutamente leggerlo. >.<
    Mi riprometto di farlo da diverso tempo ma non ci sono mai riuscita. Al prossimo ordine lo prendo, deciso.

    RispondiElimina
  2. E' da tantissimo tempo che devo leggerlo!
    Bella recensione!

    RispondiElimina
  3. Battle Royale... bellissimo, in tutte le versioni. Meritano parecchio anche il manga e il film :)

    RispondiElimina
  4. E' da una vita che voglio leggerlo! Anche il manga dev'essere bellissimo *^*

    RispondiElimina
  5. anch'io ce l'ho in lista da tempo immemore..credo che prima o poi mi deciderò

    RispondiElimina
  6. So che esiste un film, ma sinceramente mi è bastato il libro. Non riuscirei a guardarlo >.< Non ho proprio stomaco per queste cose xD

    RispondiElimina
  7. Anche io avevo sentito che Hunger games si somigliava mostruosamente a Battle royal e finalmente dopo aver cercato invano una copia cartaceo ho trovato l'ebook e non vedo l'ora di iniziarlo anche se non ho letto Hunger games :)

    RispondiElimina