sabato 27 aprile 2013

Lettori si nasce #2

Da piccola la mia scrittrice preferita era Bianca Pitzorno e ho divorato moltissimi dei suoi libri. In particolare il mio preferito è sempre stato Tornatràs. Il titolo è davvero molto intrigante e ho scoperto poi che si tratta di un termine usato in Spagna per indicare una persona nata con caratteristiche diverse dai genitori, come per esempio un bimbo nero nato da genitori bianchi, ma che nell'albero genealogico ha comunque antenati di colore. Il termine infatti letteralmente significa 'torna indietro' e quindi indica una sorta di 'salto indietro' nell'evoluzione dell'albero genealogico della famiglia. Ho sempre amato lo stile di questa scrittrice. Sebbene i suoi libri siano dedicati ad un pubblico giovanissimo nè il suo linguaggio nè le tematiche da lei trattate sono infantili. Per esempio Tornatràs è indicato ai bambini dai 10 anni, ma contiene tematiche molto delicate, come la diversità, il razzismo ma anche la depressione e la morte. Passo a presentarvi questo libro ;)

Titolo: Tornatras
Autore: Bianca Pitzorno 
Illustratore: Quentin Blake 
Editore: Mondadori 
Anno: 2000

Trama: Una madre vedova, depressa e totalmente succube della televisione, tutto il denaro della famiglia inghiottito dalle televendite, il frigorifero vuoto e una montagna di bollette da pagare, l'undicesimo compleanno senza torta e senza candeline... È proprio quando a Colomba sembra di aver toccato il fondo, che le cose si mettono a girare vorticosamente e la sua vita diventa più movimentata e interessante di qualsiasi programma televisivo. Solo uno sceneggiatore impazzito potrebbe infatti mescolare nella stessa storia una banda di ragazzini chiamati Mostri Selvaggi, in guerra contro i Predators per il possesso della Ostinata Dimora. Riusciranno i nostri eroi a mantenere il controllo dell propria vita?


La protagonista è Colomba, una bambina di 11 anni che dopo la morte del padre si ritrova a dover mandare avanti la famiglia perchè sua madre, devastata e depressa, passa il tempo davanti alla tv senza preoccuparsi di dar loro da mangiare o di pagare le bollette. Tutto cambia quando la donna viene chiamata per partecipare ad un programma televisivo in stile 'Brutto Anatroccolo' grazie al quale cambia completamente aspetto tanto da guadagnarsi l'appellativo di 'Donna più bella del mondo'. E non finisce qui perchè il viscido conduttore del programma la chiede in moglie e dopo uno sfarzoso matrimonio Colomba si ritrova con un patrigno odioso e un fratellino in arrivo. La mamma ormai è talmente famosa che non è mai a casa, è sempre in tv e ha perfino un programma tutto suo. Quando finalmente il bambino nasce ci sono complicazioni e viene dichiarato morto. Le cose però non quadrano e Colomba insieme ai suoi amici scopre un po' alla volta segreti nascosti che sarebbero dovuti rimanere tali. Per esempio scoprono che il capo dei Predators, la società che sta cercando di acquistare tutti i palazzi della zona per sfrattare gli inquilini stranieri e vendere solo ai bianchi, è proprio il nuovo marito della mamma, e che l'ha sposata solo per acquisire la sua quota e finalmente impossessarsi anche del loro palazzo. E scoprono anche che il bimbo non è morto, ma che è stato abbandonato perchè nato nero! Tutti i nodi vengono al pettine alla fine,quando tutto viene spiegato e le cose si sistemano con un lieto fine davvero incredibile in cui la famiglia riscopre le proprie origini! La storia è davvero divertente e originale e il finale è stato davvero d'effetto! Rileggo spesso questo libro anche adesso. Se non l'avete mai letto io ve lo consiglio comunque anche se siete adulti, è bello rimanere bambini dentro ;)

4 commenti:

  1. Bianca Pitzorno è stata una delle mie autrici preferite quando ero piccola :D Ascolta il mio Cuore ogni tanto lo rileggo ancora *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piace moltissimo quel libro ** Un altro che ho letto decine di volte è 'Re Mida ha le orecchie d'asino' **

      Elimina
  2. Uno dei libri più belli che ho letto, ancora oggi, è La bambinaia francese di Bianca Pitzorno, naturalmente! Me l'hanno regalato quand'ero proprio piccola, è stata la prima lettura un pò più "da grandi" (almeno a quel tempo lo era per me!) e mi ha letteralmente incantata! Bellissimo ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissimo,me lo ricordo :) Io ero già grandicella quando l'ho scovato e l'ho riletto diverse volte :)

      Elimina