domenica 31 marzo 2013

Cover Battle #1

Molto spesso quando un libro arriva in Italia ci lamentiamo delle pessime traduzioni dei titoli,ma le copertine? E' un bene che non abbiano mantenuto la copertina originale anche da noi?O avrebbero fatto molto meglio a non toccare niente? In questa nuova rubrica prendo in esame le copertine di alcuni dei libri usciti recentemente e metto a confronto le cover italiane con quelle originali. Chi vincerà la battaglia?


Stay di Tamara Ireland Stone
Questo è uno dei libri che mi ha attirato di più in questo ultimo periodo,tanto che l'ho chiesto per il mio compleanno ed ora è nella mia libreria che aspetta di essere letto. Le cover sono molto diverse,ma ugualmente bellissime, delicate, romantiche e molto significative. Sono luminose e attirano l'attenzione del lettore. E' stato difficile scegliere ma la mia preferenza va alla cover italiana. In fondo sono una romanticona

 Il figlio di Lois Lowry 
Anche in questo caso penso che la cover migliore sia quella italiana,ma qui abbiamo una vittoria schiacciante. Penso che quella originale sia troppo cupa e spenta,il bianco e il grigio non le danno il tono che meriterebbe e non attirano l'attenzione. Il titolo dovrebbe spiccare di più e la grafica dovrebbe essere più curata in generale. Quando l'ho vista ho pensato che sembrava fatta da un dilettante con un programma di grafica scadente. La cover italiana invece mi piace molto.Come gli altri libri della serie in primo piano ci sono delle mani e il titolo è racchiuso in un raffinato rettangolo finemente decorato. Promosso!
 
Hybrid di Kat Zhang
Qui invece preferisco la cover originale,davvero delicata e anche molto significativa. Quella italiana consiste in un semplice primo piano, come ce ne sono tanti di questi tempi. Non è neppure particolarmente bello e non ci fa intuire nulla della storia che racconta, mentre la cover originale fa trasparire il complesso rapporto tra le protagoniste ancora prima di aprire il libro: due anime, un solo corpo. Mi piacciono molto i colori delicati e i caratteri tondeggianti della cover originale mentre la cover italiana è troppo cupa per i miei gusti. Non condivido neppure la scelta del carattere di scrittura. Come libro merita, ma avrei preferito che mantenessero al cover originale.
  

 Sarà perchè ti amo di Niamh Greene
Anche in questo caso preferisco la cover italiana, molto delicata e romantica. Vince su tutti i fronti! Mi piacciono i colori,tenui e delicati,i font scelti per il titolo, armoniosi e coordinati,sebbene diversi tra loro,e l'immagine,davvero elegante e dolce. E' davvero la degna copertina di un romanzo d'amore.
 

E voi cosa ne pensate? Meglio le cover originali o quelle italiane?

Nessun commento:

Posta un commento